Apri il menu principale

Modifiche

Un'altra opera di Brenta fu in concorso a Cannes nel [[1994]]: ''[[Barnabo delle montagne (film)|Barnabo delle montagne]]'', tratto da un racconto di [[Dino Buzzati]]. Questa pellicola vinse il [[Festival internazionale film della montagna di Trento]] ed il [[Cinemed]] di [[Montpellier]], oltre a valere a Brenta il premio di miglior regista al [[Festival de Gramado]].
 
Assieme alla compagna [[Karine de Villers]], è tornato dietro la macchina da presa per dirigere i documentari ''[[Calle de la Pietà]]'' ([[2010]]), sull'ultimo giorno di vita di [[Tiziano Vecellio]], e ''[[Corpo a corpo]]'' ([[2014]]), sul teatro di [[Pippo Delbono]].
Nel [[2010]] ha scritto ''[[Calle de la Pietà]]'', film sull'ultimo giorno di vita di [[Tiziano Vecellio]], che ha anche diretto assieme alla compagna [[Karine de Villers]]. Il film è stato presentato in concorso all'[[AsoloArtFilmFestival]].<ref>{{cita web|url=http://www.asolofilmfestival.it/festival/mediateca/?lang=it&_param=eyJpZGZpbG0iOiI0MzAxIiwicGFnZSI6InNjaGVkYWZpbG0iLCJlZGl6aW9uZSI6IjI5IiwiY2F0IjoiMSIsImxhbmciOiJpdCJ9|titolo=Scheda Film - Calle de la pietà|accesso=30 agosto 2010}}</ref>
 
Oggi insegna Teorie e tecniche del linguaggio cinematografico all'[[Università degli studi di Padova|Università di Padova]] ed a Cinecittà alla scuola di cinema [[roma]]na [[Act Multimedia]].
Utente anonimo