Differenze tra le versioni di "Prima crociata"

m (→‎Altri progetti: aggiungo preposizione articolata)
Un'altra "crociata popolare" fu la cosiddetta "crociata tedesca": seguendo l'appello pontificio alla crociata, alcuni signori tedeschi, primi fra tutti un certo Volkmar con circa 10 mila seguaci e un discepolo di [[Pietro l'Eremita]] di nome Gottschalk (con più di 10 mila uomini), partirono verso le aree [[balcani]]che per seguire lo stesso itinerario terrestre prescelto da Pietro e da Gualtiero prima di loro, mentre il conte [[Emicho|Emicho von Leiningen]] (noto per aver espresso una certa predisposizione agli atti di violento brigantaggio) raccoglieva in [[Renania]] adesioni per il medesimo fine.
 
Malgrado gli ordini dell'imperatore germanico [[Enrico IV di Franconia|Enrico IV]] vietassero di operare alcuna azione ostile nei confronti delle comunità ebraiche (considerate però infedeli alla pari dei musulmani), l'esercito di Emicho si abbandonò a un vero e proprio ''[[pogrom]]'', forse per evitare di restituire gli interessi concordati per alcuni prestiti da lui sollecitati e ottenuti dalle comunità israelitiche. In quel periodo era assolutamente vietato ai cristiani richiedere interessi per prestiti di denaro (anche se la norma conosceva un alto numero di eccezioni, come mostrato anche in età [[carolingi]]a da [[Erchemperto]])) e anche il minimo [[tasso di interesse|tasso]] preteso era considerato [[usura]], in grado (teoricamente) di comportare automaticamente la [[scomunica]] a carico del prestatore e l'[[interdetto|interdizione]] per la città che si fosse dedicata al cosiddetto "[[commercio]] del [[denaro]]": pertanto gli ebrei erano gli unici ufficialmente autorizzati a "prestare denaro ad usura", tra l'altro una delle poche attività, assieme alle professioni cosiddette "liberali"<ref>Cioè "libere".</ref> - concesse loro dall'autorità cristiana.
 
Tra il 20 e il 25 maggio a [[Worms]] il massacro della locale comunità israelitica fu portato a compimento. Altrettanto avvenne poco dopo a [[Magonza]], dove circa un migliaio di ebrei furono trucidati. Meno drammatica fu invece l'aggressione a Colonia in quanto gli ebrei, allertati dalle notizie ricevute, avevano provveduto a nascondersi. Una coda persecutoria si registrò peraltro a [[Treviri]], [[Metz]], [[Neuss]], [[Wevelinghofen]], [[Eller]] e [[Xanten]].
Utente anonimo