Momento flettente: differenze tra le versioni

m
WPCleaner v1.39 - Disambigua corretti 2 collegamenti - Flessione, Lineare, rimanenti 1 - Sollecitazione
(piccoli miglioramenti nella forma)
m (WPCleaner v1.39 - Disambigua corretti 2 collegamenti - Flessione, Lineare, rimanenti 1 - Sollecitazione)
Tale azione M è detta flettente poiché in grado di imprimere una curvatura locale, nel suo punto di applicazione.
 
Possiamo meglio comprendere il concetto prendendo un ramo d'[[albero]] o semplicemente un bastone di [[legno]]. Impugnando il bastone alle sue estremità con le mani imprimiamo una [[flessione retta|flessione]] in modo che il bastone assuma una forma a ''U'', con le fibre superiori compresse e le fibre inferiori tese. La [[sollecitazione]] impressa dalle nostre braccia al bastone è il momento flettente; la deformazione subita dal bastone è detta [[curvatura]].
 
Se la sollecitazione è lieve, il legame [[matematica|matematico]] fra momento e curvatura è di tipo [[Lineare#Lineare_sotto_il_profilo_tecnico_-_scientificolinearità (matematica)|lineare]] (o se non lo è, in genere, lo si può assumere tale). Se il materiale è elastico, il fenomeno è reversibile, e ciò implica che smettendo di compiere lo sforzo con le braccia il bastone ritornerà alla situazione iniziale, detta [[configurazione indeformata]].
 
Se la sollecitazione cresce ed oltrepassa un valore critico, avviene la rottura di alcune fibre, e si perde la reversibilità della deformazione: il bastone conserva una [[deformazione]] impressa mantenendo una piccola curvatura permanente, anche se la sollecitazione viene azzerata. Tale fenomeno prende il nome di [[plasticizzazione]]. Il campo plastico prevede un legame complesso e non lineare fra momento e curvatura.
207 997

contributi