Differenze tra le versioni di "Giuseppina Strepponi"

 
===La carriera come cantante d'opera===
Successivamente cantò per alcuni anni sia in [[Italia Settentrionale]], che in [[Austria]]. Debuttò ad [[Adria]] nel dicembre 1834 in ''[[Chiara di Rosembergh]]'' di [[Luigi Ricci]]. Ottenne il primo trionfo al [[Teatro Verdi (Trieste)|Teatro Grande]] di [[Trieste]] nel [[1835]] in ''[[Matilde di Shabran]]'' di [[Gioachino Rossini]]. Nell'occasione si fece notare dall'impresario [[Bartolomeo Merelli]], che la favorì nella sua crescita di talento procurandole numerosi ingaggi in [[Italia]]. Nell'estate del [[1835]] la Strepponi fu a [[Vienna]] per ricoprire il ruolo di Adalgisa nella ''[[Norma (opera)|Norma]]'' di Bellini e fu poi Amina ne ''[[La sonnambula]]'' sempre di Bellini al [[Theater am Kärntnertor]] di [[Vienna]] dove venne largamente apprezzata sia dal pubblico che dalla critica. Pur avendo molto talento, non canterà più al di fuori dell'Italia dal [[1835]].
Pur avendo molto talento, non canterà più al di fuori dell'Italia dal [[1835]].
[[Image:Giuseppina Strepponi-Verdi.jpg|thumb|left|Giuseppina Strepponi in un ritratto del [[1845]] circa con una partitura del ''[[Nabucco]]'' di Verdi]]
Poco dopo il suo ritorno in [[Italia]] nel [[1836]], Giuseppina Strepponi iniziò una relazione col tenore [[Napoleone Moriani]], che porterà poi alla nascita di due figli illegittimi. Moriani e la Strepponi fecero coppia fissa per qualche anno poi Giuseppina decise di legarsi a [[Bartolomeo Merelli]], impresario della [[Teatro alla Scala|Scala]], nei primi anni '40 dell'Ottocento.
L'anno successivo al [[Teatro comunale (Bologna)|Teatro Comunale di Bologna]] Elena nel ''[[Marino Faliero]]'' di Donizetti con Moriani, [[Felice Varesi]] e [[Domenico Cosselli]], la protagonista nella ''[[Lucia di Lammermoor]]'' con Moriani e Cosselli e nuovamente il ruolo di Elvira ne ''I puritani'' con Moriani, Varesi e Cosselli.
 
Nel [[1838]] ella cantò nuovamente come protagonista della ''[[Maria de Rudenz]]'' di Donizetti, nella ''[[Beatrice di Tenda (dramma)|Beatrice di Tenda]]'' di Bellini e nellanel successo della prima assoluta di ''[[Caterina di Guisa]]'' di [[CarloFabio Campana]] con [[Antonio CocciaSuperchi]] all'[[Teatri_storici_di_Livorno#Il_Teatro_degli_Avvalorati|Imperial Regio Teatro degli Avvalorati]] presso [[Livorno]].
Nel [[1839]] è Elvira ne [[Le due illustri rivali]] di Mercadante con [[Caroline Unger]] e Moriani a Venezia e fece il proprio debutto al [[Teatro alla Scala]] di [[Milano]] rimpiazzando [[Antonietta Marini-Rainieri]] che si trovava ad essere ammalata proprio alla prima della rappresentazione dell'''[[Oberto]]'' di [[Giuseppe Verdi]], nella quale interpretò il ruolo di Leonora.
La performance della Strepponi venne considerata già all'epoca come uno dei motivi per cui l'opera riuscì ad eccellere ed il motivo per cui ella stessa venne scelta in quegli anni per altri ruoli come quello di Elaisa ne ''[[Il giuramento (opera)|Il giuramento]]'' di [[Saverio Mercadante]], di Adina ne ''[[L'elisir d'amore]]'' di Donizetti e di Sandrina ne ''[[Un'avventura di Scaramuccia]]'' di [[Luigi Ricci]].<ref name=Riemens/>
Utente anonimo