Differenze tra le versioni di "Pompeo Litta Biumi"

→‎Biografia: ampio con ref
(→‎Biografia: ampio con ref)
 
Dopo le [[Cinque giornate di Milano|Cinque Giornate]] di [[Milano]] ([[1848]]), fu ministro della Guerra nel governo provvisorio di [[Lombardia]]. Per eredità ricevuta da suo nonno tramite sua mamma, divenne proprietario del [[Corbetta|Palazzo Brentano]] a [[Corbetta]] che abitò saltuariamente, in particolare durante i periodi estivi.
 
Nel 1874, ventidue anni dopo la sua morte, nel palazzo dell'Accademia di Brera venne inaugurato un monumento a ricordo del Litta: la statua, opera del milanese [[Francesco Barzaghi]], fu scoperta il 7 di agosto durante una commemorazione a ricordo del conte.<ref>{{Cita libro
|titolo = Commemorazione del conte Pompeo Litta Biumi letta il giorno 7 d'agosto 1874
|autore = Carlo Belgiojoso
|wkautore =
|curatore =
|altri =
|url =
|editore = G. Bernardoni
|città = Milano
|anno = 1874
|lingua =
|annooriginale =
|volume =
|opera =
|edizione =
|capitolo =
|url_capitolo =
|p =
|pp =
|posizione =
|ISBN =
|LCCN =
|DOI =
|OCLC =
|id =
|cid =
|citazione =
|accesso =
|urlarchivio = https://archive.org/details/commemorazioned00belggoog
|dataarchivio = 2008
|urlmorto =
}}</ref>
 
== Le "Storia delle 113 famiglie celebri italiane" ==