Massilia: differenze tra le versioni

2 406 byte rimossi ,  5 anni fa
→‎Storia: sposto altra parte in Massalia
(→‎Storia: inizio a spostare a ''Massalia'')
(→‎Storia: sposto altra parte in Massalia)
{{U|Massalia|storia|gennaio 2014}}
'''Massilia''' ([[lingua greca antica|greco antico]]: ''Μασσαλία'', ''[[Massalia]]'') è il nome romano della città della [[Gallia Narbonense]] nel sud della [[Francia]], corrispondente all'attuale [[Marsiglia]], e originariamente fondata dai greci con il nome di [[Massalia]].
 
==Storia==
===Epoca imperiale===
In [[età augustea]] la città conosce una grande fase costruttiva. Il ''[[forum (luogo)|forum]]'' viene ricostruito e cinto ad ovest da un [[teatro (architettura)|teatro]]. Nello stesso periodo lungo il porto vengono costruite le [[terme romane]].
 
Nel [[2|2 d.C.]] vi morì di malattia [[Lucio Cesare]], coerede di [[Augusto]] assieme al fratello [[Gaio Cesare|Gaio]].<ref>[[Cassio Dione]], [[Storia romana (Cassio Dione)|Storia Romana]], 50, 10a, 9</ref>[[image:Inscription volu.jpg|thumb|L'epitaffio di Volusiano e Fortunato]] Secondo la [[tradizione cattolica]], verso il [[40 d.C.]] vi sbarcò [[Maria Maddalena]] assieme alla sorella [[Marta di Betania|Marta]] e a [[Lazzaro di Betania]], per predicare il [[Vangelo]].<ref>[[Jacopo da Varagine]], [[Legenda Aurea]], 96, 3</ref> Del periodo di [[cristianizzazione]] si conserva l'[[epitaffio di Volusiano e Fortunato]], considerata da alcuni la più antica iscrizione cristiana.<ref> Le Blant, ''Inscriptions chrétiennes de la Gaule'', Paris, 1856-65</ref>
 
Durante l'[[alto impero romano]] Massilia prospera con le attività portuali. Tuttavia perde gradualmente la sua importanza commerciale a favore di [[Arelate]] e nel [[basso impero]] entra in declino.
 
===Epoca cristiana===
Nel [[IV secolo]] si svolge la lotta per il riconoscimento del [[cristianesimo]] come ''religio licita'' ("culto autorizzato"). Nel [[303]] o [[304]] subisce il [[martirio (Cristianesimo)|martirio]] [[San Vittore di Marsiglia]], ufficiale di un'intera [[Legione tebana]] composta da cristiani e massacrata ad ''Agaunum'' (oggi [[Saint-Maurice (Svizzera)|Saint-Maurice]]).
Nel [[313]] l'[[Editto di Milano]] concede la libertà di culto in tutto l'impero. Finalmente i cristiani di Massilia possono uscire allo scoperto e professare pubblicamente la propria [[fede]]. In questo modo nel [[314]] Orosio, primo vescovo di Marsiglia di cui si abbia notizia, può partecipare al [[Concilio di Arles]].
 
Nel [[381]] Proculo diventa vescovo di Marsiglia. La città si sviluppa nuovamente nel [[V secolo]]. Vengono costruite due basiliche e una prima grande cattedrale, probabilmente per volere del vescovo [[Proculo]] in competizione con Arelate.
 
Nel [[416]] [[Giovanni Cassiano]] importa dall'[[Est|Oriente]] il culto di San Vittore che diventa il [[santo patrono]].
Nel [[476]] Massilia è conquistata dai [[Visigoti]] di [[Eurico]].
 
==Note==