Differenze tra le versioni di "Fabian Cancellara"

+fix, integro stagione 2016
(il ritiro lo ha annuciato già ad inizio stagione)
(+fix, integro stagione 2016)
|Sesso=M
|CodiceNazione = {{CHE}}
|Altezza = 186<ref name=profilorlt>{{cita web|lingua=en|url=http://www.trekfactoryracingtreksegafredo.com/team/riders/fabian-cancellara|titolo=Fabian Cancellara|sito=treksegafredo.com|accesso=30 gennaio 2016}}</ref>
|Peso = 85<ref name=profilorlt/>
|Disciplina= Ciclismo
{{MedaglieOro|[[Campionati del mondo di ciclismo su strada 1998|Valkenburg 1998]]|[[Campionati del mondo di ciclismo su strada 1998 - Cronometro maschile Juniores|Crono J.]]}}
{{MedaglieOro|[[Campionati del mondo di ciclismo su strada 1999|Verona 1999]]|[[Campionati del mondo di ciclismo su strada 1999 - Cronometro maschile Juniores|Crono J.]]}}
{{MedaglieArgento|[[Campionati del mondo di ciclismo su strada 2000|Plouay 2000]]|[[Campionati del mondo di ciclismo su strada 2000 - Cronometro maschile Under 23|Crono U. 23]]}}
{{MedaglieBronzo|[[Campionati del mondo di ciclismo su strada 2005|Madrid 2005]]|[[Campionati del mondo di ciclismo su strada 2005 - Cronometro maschile Elite|Cronometro]]}}
{{MedaglieOro|[[Campionati del mondo di ciclismo su strada 2006|Salisburgo 2006]]|[[Campionati del mondo di ciclismo su strada 2006 - Cronometro maschile Elite|Cronometro]]}}
{{MedaglieOro|[[Campionati del mondo di ciclismo su strada 2010|Melbourne 2010]]|[[Campionati del mondo di ciclismo su strada 2010 - Cronometro maschile Elite|Cronometro]]}}
{{MedaglieBronzo|[[Campionati del mondo di ciclismo su strada 2011|Copenaghen 2011]]|[[Campionati del mondo di ciclismo su strada 2011 - Cronometro maschile Elite|Cronometro]]}}
{{MedaglieBronzo|[[Campionati del mondo di ciclismo su strada 2013|Toscana 2013]]|[[Campionati del mondo di ciclismo su strada 20112013 - Cronometro maschile Elite|Cronometro]]}}
|Allenatore=
|Aggiornato=
}}
 
Soprannominato "''Spartacus''",<ref name=nellastoria/> è uno specialista delle [[Corsa a cronometro|corse a cronometro]], delle [[corsaCorsa in linea|corse di un giorno]] e delle brevi [[corsaCorsa a tappe|gare a tappe]].<ref name=profilorlt/> In carriera ha infatti vinto quattro [[Campionati del mondo di ciclismo su strada|campionati mondialidel mondo]] a cronometro (seinel se[[Campionati sidel contanomondo idi dueciclismo titolisu junioresstrada 2006 - Cronometro maschile Elite|2006]], [[Campionati del mondo di ciclismo su strada 2007 - Cronometro maschile Elite|2007]], [[Campionati del mondo di ciclismo su strada 2009 - Cronometro maschile Elite|2009]] e [[Campionati del mondo di ciclismo su strada 2010 - Cronometro maschile Elite|2010]]) e ledue prove contro il tempo ai [[Ciclismo ai Giochi della XXIX Olimpiadeolimpici|Giochi olimpici]] del(nel [[Ciclismo ai Giochi della XXIX Olimpiade - Cronometro maschile|2008]] e ai [[Ciclismo ai Giochi della XXXI Olimpiade|Giochi olimpici]]- delCronometro maschile|2016]]); nel proprio palmarès vanta inoltre treuna edizioniedizione della [[Milano-Sanremo]] (nel [[Milano-Sanremo 2008|2008]]), tre del [[Giro delle Fiandre]] (nel [[Giro delle Fiandre 2010|2010]], [[Giro delle Fiandre 2013|2013]] e [[Giro delle Fiandre 2014|2014]]), e tre della [[Parigi-Roubaix]] (nel [[Parigi-Roubaix 2006|2006]], [[Parigi-Roubaix 2010|2010]] e [[Parigi-Roubaix 2013|2013]]) e una della [[Milano-Sanremo]] (nel [[Milano-Sanremo 2008|2008]]), oltre a una [[Tirreno-Adriatico]] (nel [[Tirreno-Adriatico 2008|2008]]), un [[Tour de Suisse]] (nel [[Tour de Suisse 2009|2009]]), otto tappe al [[Tour de France]] e tre alla [[Vuelta a España]].<ref name=profilorlt/>
 
== Biografia ==
Il padre Donato, nato a [[San Fele]], in [[provincia di Potenza]],<ref name=vistonon>{{cita web|url=http://archiviostorico.gazzetta.it/2008/marzo/19/Visto_Non_sono_forte_solo_ga_10_080319062.shtml|titolo=«Visto? Non sono forte solo a cronometro»|accesso=30 settembre 2010|data=19 marzo 2008|sito=archiviostorico.gazzetta.it|autore=Ciro Scognamiglio|data=19 marzo 2008|accesso=30 settembre 2010}}</ref> si trasferì in Svizzera a 18 anni per svolgere il mestiere di elettricista,<ref>{{cita web|url=http://archiviostorico.gazzetta.it/2004/luglio/05/Cancellara_giallo_due_facce_ga_10_0407053843.shtml|titolo=Cancellara, giallo a due facce|accesso=30 settembre 2010|data=5 luglio 2004|sito=archiviostorico.gazzetta.it|autore=Nino Minoliti|data=5 luglio 2004|accesso=30 settembre 2010}}</ref> trovando impiego come installatore presso un'azienda di [[Condizionatore d'aria|condizionatori d'aria]];<ref name=spartacussi/><ref name=vanmoorsel>{{cita web|url=http://archiviostorico.gazzetta.it/1999/ottobre/06/Van_Moorsel_Cancellara_oro_Benenati_ga_0_9910062161.shtml|titolo=Van Moorsel e Cancellara d' oro; Benenati, peccato!|accesso=30 settembre 2010|data=6 ottobre 1999|sito=archiviostorico.gazzetta.it|autore=Pier Bergonzi|data=6 ottobre 1999|accesso=30 settembre 2010}}</ref> alcuni parenti del ciclista risiedono ancora a San fele e ad [[Atella (comune)|Atella]], in [[Basilicata]].<ref name=nellastoria>{{cita web|url=http://www.gazzetta.it/Ciclismo/29-09-2010/cancellara-sfida-tempo-711297772297.shtml|titolo=Cancellara è già nella storia: "Ma sono ancora ambizioso"|accessosito=30gazzetta.it|autore=Luca settembre 2010Gialanella|data=29 settembre 2010|sitoaccesso=gazzetta.it|autore=Luca30 Gialanellasettembre 2010}}</ref>
 
Cancellara abita ad [[Ittigen]], un sobborgo di [[Berna]],<ref name=showcome>{{cita web|url=http://archiviostorico.gazzetta.it/2008/giugno/21/Cancellara_show_Come_alla_Sanremo_ga_10_080621118.shtml|titolo=Cancellara-show. Come alla Sanremo|accesso=1º ottobre 2010|data=21 giugno 2008|sito=archiviostorico.gazzetta.it|autore=Ciro Scognamiglio|data=21 giugno 2008|accesso=1º ottobre 2010}}</ref><ref name=mendrisioexpress/> con la moglie Stefanie, che gestisce un salone di [[parrucchiereParrucchiere|parrucchiera]], e le figlie Giuliana ed Elina, nate rispettivamente il 30 ottobre 2006 ed il 12 luglio 2012.<ref name=spartacussi/><ref>{{cita web|url=http://www.gazzetta.it/Ciclismo/Primo_Piano/2006/11_Novembre/23/cancellara.shtml|titolo=Cancellara, una vita esagerata|accessosito=gazzetta.it|autore=Marco ottobre 2010Pastonesi|data=23 novembre 2006|sitoaccesso=gazzetta.it|autore=Marco Pastonesiottobre 2010}}</ref> In precedenza ha vissuto per alcuni anni in [[provincia di Treviso]]: qui era infatti la sede del gruppo sportivo [[Fassa Bortolo (ciclismo)|Fassa Bortolo]], la squadra per cui ha corso dal [[2003]] al [[2005]].<ref name=nellastoria/> Parla [[Lingua tedesca|tedesco]], [[Lingua francese|francese]], [[Lingua inglese|inglese]], [[Lingua spagnola|spagnolo]] ed [[Lingua italiana|italiano]].<ref name=daurlo/>
 
== Carriera ==
=== Gli esordi e i primi anni da professionista alla Mapei e alla Fassa Bortolo ===
Cancellara comincia con il ciclismo all'età di tredici anni, dopo aver trovato una bicicletta nel garage del padre: fino a quel momento aveva sempre preferito il [[calcioCalcio (sport)|calcio]].<ref name=lacrimegialle/> Tra gli juniores pratica anche [[ciclismoCiclismo su pista|pista]] e [[ciclocross]],<ref name=supercancellara/> ma è su strada che ottiene i risultati principali: vince infatti per due volte la medaglia d'oro della prova a cronometro di categoria ai [[Campionati del mondo di ciclismo su strada|campionati mondiali]],<ref name=spartacussi/> nel [[Campionati del mondo di ciclismo su strada 1998|1998]] a [[Valkenburg aan de Geul|Valkenburg]] e nel [[Campionati del mondo di ciclismo su strada 1999|1999]] a [[Verona]].<ref name=vanmoorsel/><ref name=supercancellara/> Nel [[2000]] si aggiudica la trentasettesima edizione del [[Gran Premio Palio del Recioto]], una delle più importanti corse del panorama dilettantistico, superando allo sprint [[Franco Pellizotti]] e Pavel Zerzan.<ref>{{cita web|url=http://archiviostorico.gazzetta.it/2000/aprile/26/Palio_del_Recioto_premia_Cancellara_ga_0_00042613956.shtml|titolo=E il Palio del Recioto premia Cancellara|accessosito=1º ottobre 2010archiviostorico.gazzetta.it|data=26 aprile 2000|sitoaccesso=archiviostorico.gazzetta.it1º ottobre 2010}}</ref>
 
Passa professionista nel [[2001]] con la [[Mapei-Quick Step]], formazione [[italia]]na per cui già aveva firmato un contratto nel 1999,<ref name=vanmoorsel/> trovando in squadresquadra corridori già affermati come [[Johan Museeuw]] e [[Paolo Bettini]]. Nel periodo alla Mapei vince undici corse, inclusi due [[International Tour of Rhodes]] nell'isola di [[Rodi]], il [[Grand Prix Eddy Merckx]] in coppia con l'[[Ungheria|ungherese]] [[László Bodrogi]] e il [[Campionati svizzeri di ciclismo su strada|campionato svizzero a cronometro]],<ref>{{cita web|url=http://archiviostorico.gazzetta.it/2006/aprile/11/Pozzato_Cancellara_potere_ga_10_06041111804.shtml|titolo=Pozzato-Cancellara al potere|accesso=30 settembre 2010|data=11 aprile 2006|sito=archiviostorico.gazzetta.it|autore=Luigi Perna|data=11 aprile 2006|accesso=30 settembre 2010}}</ref> primo di sei successi consecutivi. Nel [[2003]] si trasferisce alla Fassa Bortolo: in quell'anno vince il cronoprologo del [[Tour de Romandie]], lungo poco più di tre chilometri e disputato nella città vecchia di [[Ginevra]],<ref>{{cita web|url=http://archiviostorico.gazzetta.it/2003/aprile/30/Cancellara_una_puntualita_svizzera_ga_0_030430306.shtml|titolo=Cancellara, una puntualità svizzera|accesso=1º ottobre 2010|data=30 aprile 2003|sito=archiviostorico.gazzetta.it|autore=Luca Gialanella|data=30 aprile 2003|accesso=1º ottobre 2010}}</ref> e quello del [[Tour de Suisse 2003|Tour de Suisse]].
 
=== Dal 2004 al 2007: la Roubaix e i primi due mondiali ===
[[File:Tds Fabian Cancellara.jpg|thumb|left|Cancellara impegnato in una cronometro al [[Tour de Suisse 2007]]]]
Cancellara inizia il [[2004]] facendo sua una tappa alla [[Setmana Catalana]] battendo [[Erik Zabel]] in [[volata (ciclismo)|volata]]<ref>{{cita web|url=http://archiviostorico.gazzetta.it/2004/marzo/23/Anche_Cancellara_piega_Zabel_ga_10_0403237256.shtml|titolo=Anche Cancellara piega Zabel|accessosito=1º ottobre 2010archiviostorico.gazzetta.it|data=23 marzo 2004|sitoaccesso=archiviostorico.gazzetta.it1º ottobre 2010}}</ref> e classificandosi quarto alla [[Parigi-Roubaix 2004|Parigi-Roubaix]],<ref name=lacrimegialle/> superato sul traguardo dai suoi tre compagni di fuga [[Magnus Bäckstedt]], [[Tristan Hoffman]] e [[Roger Hammond]].<ref name=supercancellara/> In estate, dopo essersi aggiudicato nuovamente il titolo svizzero contro il tempo, prende parte per la prima volta al [[Tour de France 2004|Tour de France]]: a sorpresa<ref name=lacrimegialle/> vince il cronoprologo, staccando di due secondi il campione in carica [[Lance Armstrong]], e veste la sua prima [[Classifica generale (Tour de France)|maglia gialla]], che terrà per soli due giorni; i 53,561&nbsp;km/h di media con cui percorre i 6100 metri del tracciato di [[Liegi]] la rendono peraltro la terza miglior prestazione assoluta in un prologo alla ''Grande Boucle''.<ref name=lacrimegialle>{{cita web|url=http://archiviostorico.gazzetta.it/2004/luglio/04/Cancellara_lacrime_gialle_ga_10_0407044010.shtml|titolo=Cancellara, lacrime gialle|accesso=1º ottobre 2010|data=4 luglio 2004|sito=archiviostorico.gazzetta.it|autore=Nino Minoliti|data=4 luglio 2004|accesso=1º ottobre 2010}}</ref> Nell'anno seguente vince alcune tappe in corse minori: tra esse, in marzo, la cronometro finale della [[Setmana Catalana 2005|Setmana Catalana]], 17 chilometri coperti a 52,352&nbsp;km/h di media.<ref name=supercancellara>{{cita web|url=http://archiviostorico.gazzetta.it/2005/marzo/26/Super_Cancellara_domina_crono_trionfo_ga_10_0503267339.shtml|titolo=Super-Cancellara domina la crono. In trionfo Contador|accesso=1º ottobre 2010|data=26 marzo 2005|sito=archiviostorico.gazzetta.it|autore=Luigi Perna}}</ref> In settembre ottiene quindi un terzo posto nel [[Campionati del mondo di ciclismo su strada 2005|campionato del mondo a cronometro]] di [[Madrid]].
 
Per il [[2006]] passa al [[Tinkoff|Team CSC]] diretto da [[Bjarne Riis]]. In aprile, dopo il sesto posto al [[Giro delle Fiandre 2006|Giro delle Fiandre]], si impone in solitaria alla [[Parigi-Roubaix 2006|Parigi-Roubaix]], prima sua affermazione in una [[Classiche|classica]], in una gara caratterizzata dalla squalifica del secondo, del terzo e del quarto classificato, rispettivamente [[Leif Hoste]], [[Peter Van Petegem]] e [[Vladimir Gusev]], colpevoli di aver attraversato un passaggio a livello con barriere abbassate per l'imminente passaggio di un treno.<ref>{{cita web|url=http://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/2006/04/10/la-piu-pazza-delle-roubaix-decide-un.html|titolo=La più pazza delle Roubaix decide un passaggio a livello|accesso=1º ottobre 2010|data=10 aprile 2006|sito=ricerca.repubblica.it|autore=Eugenio Capodacqua}}</ref> In estate si riconferma campione nazionale contro il tempo e vince il [[Giro di Danimarca]],<ref>{{cita web|url=http://archiviostorico.gazzetta.it/2006/agosto/07/Trionfa_Cancellara_Quinziato_chiude__ga_10_060807064.shtml|titolo=Trionfa Cancellara, Quinziato chiude 6º|accesso=1º ottobre 2010|data=7 agosto 2006|sito=archiviostorico.gazzetta.it}}</ref> mentre ai [[Campionati del mondo di ciclismo su strada 2006|mondiali]] di [[Salisburgo]] diventa per la prima volta campione mondiale a cronometro. Nella stagione successiva si ripresenta nel [[NordEuropa settentrionale|nord Europa]] con l'obiettivo di confermarsi alla [[Parigi-Roubaix 2007|Parigi-Roubaix]], ottenendo solo il diciannovesimo posto. In maggio corre per la prima volta il [[Giro d'Italia 2007|Giro d'Italia]] nel quale, escluso un tentativo di fuga, rimane nell'ombra ritirandosi nel corso della dodicesima tappa.<ref>{{cita web|url=http://archiviostorico.gazzetta.it/2008/dicembre/20/Cancellara_porta_Olimpiade_Giro_ga_10_081220063.shtml|titolo=Cancellara porta l'Olimpiade al Giro|accesso=1º ottobre 2010|data=20 dicembre 2008|sito=archiviostorico.gazzetta.it|autore=Luigi Perna}}</ref> In giugno si riscatta facendo suo ancora una volta il campionato nazionale a cronometro, nonché il prologo<ref>{{cita web|url=http://archiviostorico.gazzetta.it/2007/giugno/17/Cancellara_razzo_Bennati_scia_ga_10_070617061.shtml|titolo=Cancellara un razzo. Ma Bennati è in scia|accesso=1º ottobre 2010|data=17 giugno 2007|sito=archiviostorico.gazzetta.it|autore=Luigi Perna}}</ref> e la cronometro finale al [[Tour de Suisse 2007|Tour de Suisse]]. Al [[Tour de France 2007|Tour de France]] vince il prologo di [[Londra]], a 53,660&nbsp;km/h di media,<ref>{{cita web|url=http://archiviostorico.gazzetta.it/2007/luglio/08/razzo_Londra_chiama_Cancellara_ga_10_070708001.shtml|titolo=Un razzo a Londra. Si chiama Cancellara|accesso=1º ottobre 2010|data=8 luglio 2007|sito=archiviostorico.gazzetta.it|autore=Luca Gialanella}}</ref> e, con una progressione sul [[pavé]] al penultimo chilometro, la tappa di [[Compiègne]],<ref>{{cita web|url=http://archiviostorico.gazzetta.it/2007/luglio/11/numero_Roubaix_ga_10_070711026.shtml|titolo=Un numero da Roubaix|accesso=1º ottobre 2010|data=11 luglio 2007|sito=archiviostorico.gazzetta.it|autore=Marco Pastonesi}}</ref> indossando la maglia gialla di leader per sette giorni consecutivi.<ref name=trenofermate/> Nel settembre dello stesso anno vince la seconda medaglia d'oro consecutiva nella [[Campionati del mondo di ciclismo su strada 2007 - Cronometro maschile Elite|prova a cronometro]] ai [[Campionati del mondo di ciclismo su strada 2007|campionati mondiali]] di [[Stoccarda]]; sul podio con lui salgono László Bodrogi e [[Stef Clement]].<ref>{{cita web|url=http://archiviostorico.gazzetta.it/2007/settembre/28/Cancellara_oro_Pinotti_Giochi_ga_10_070928081.shtml|titolo=Cancellara oro, Pinotti da Giochi|accesso=1º ottobre 2010|data=28 settembre 2007|sito=archiviostorico.gazzetta.it|autore=Antonino Morici}}</ref>
[[File:Cancellara Sanremo.jpg|thumb|Cancellara (1º) sul podio della [[Milano-Sanremo 2008]]]]
[[File:Fabian Cancellara.jpg|thumb|Cancellara alla conferenza stampa della Milano-Sanremo 2008]]
 
=== Il biennio 2008-2009: la Sanremo, l'Olimpiade e il terzo mondiale ===
Cancellara ottiene la sua prima vittoria del [[2008]] nella [[Monte Paschi Eroica 2008|seconda edizione]] della [[Monte Paschi Eroica]], battendo in una volata a due [[Alessandro Ballan]] sull'arrivo di [[Piazza del Campo]].<ref>{{cita web|url=http://archiviostorico.gazzetta.it/2008/marzo/09/eroe_Cancellara_Ballan_inchina_ga_10_080309031.shtml|titolo=L'eroe è Cancellara. E Ballan s'inchina|accesso=30 settembre 2010|data=9 marzo 2008|sito=archiviostorico.gazzetta.it|autore=Marco Pastonesi}}</ref> Dieci giorni dopo, il 18 marzo, si aggiudica la classifica finale della [[Tirreno-Adriatico 2008|Tirreno-Adriatico]]<ref name=vistonon/> mentre il 22 marzo, con uno scatto in solitaria a due chilometri dal traguardo, fa sua la novantanovesima edizione della [[Milano-Sanremo 2008|Milano-Sanremo]].<ref name=daurlo>{{cita web|url=http://archiviostorico.gazzetta.it/2008/marzo/23/Cancellara_urlo_Sanremo_sua_ga_10_080323074.shtml|titolo=Cancellara da urlo, la Sanremo è sua|accesso=1º ottobre 2010|data=23 marzo 2008|sito=archiviostorico.gazzetta.it|autore=Luigi Perna}}</ref> Dopo essersi classificato secondo, alle spalle di [[Tom Boonen]], nella [[Parigi-Roubaix 2008|Parigi-Roubaix]],<ref>{{cita web|url=http://www.gazzetta.it/Ciclismo/Primo_Piano/2008/04_Aprile/13/roubaix.shtml|titolo=Roubaix, bis di Boonen|accesso=6 aprile 2014|data=13 aprile 2008|sito=gazzetta.it|autore=Luca Gialanella}}</ref> in giugno vince due tappe in linea al [[Tour de Suisse 2008|Tour de Suisse]], una a [[Lyss]]<ref name=showcome/> e una a [[Berna]].<ref>{{cita web|url=http://www.gazzetta.it/Ciclismo/Primo_Piano/2008/06_Giugno/22/SuiFinale.shtml|titolo=Cancellara, che rimonta!. La Svizzera è di Kreuziger|accesso=1º ottobre 2010|data=22 giugno 2008|sito=gazzetta.it|autore=Ciro Scognamiglio}}</ref> Nell'agosto dello stesso anno partecipa ai [[Giochi della XXIX Olimpiade|Giochi olimpici]] di [[Pechino]] conseguendo due medaglie, una d'oro nella [[Ciclismo ai Giochi della XXIX Olimpiade - Cronometro maschile|cronometro]]<ref>{{cita web|url=http://archiviostorico.gazzetta.it/2008/agosto/14/Cancellara_vittoria_dominio_no_ga_10_080814040.shtml|titolo=Cancellara: vittoria sì, dominio no|accesso=1º ottobre 2010|data=14 agosto 2008|sito=archiviostorico.gazzetta.it|autore=Pier Bergonzi}}</ref> e una di bronzo nella [[Ciclismo ai Giochi della XXIX Olimpiade - Corsa in linea maschile|prova in linea]], diventata poi d'argento il 17 novembre [[2009]] a causa della squalifica per doping inflitta dal Commissione Disciplinare del [[Comitato Olimpico Internazionale|CIO]] al secondo classificato [[Davide Rebellin]], risultato positivo al [[CERA]].<ref>{{cita web|url=http://www.gazzetta.it/Ciclismo/17-11-2009/cio-rebellin-602007307966.shtml|titolo=Il Cio a Rebellin: "Restituisca la medaglia"|accesso=1º ottobre 2010|data=17 novembre 2008|sito=gazzetta.it}}</ref> In settembre non è presente ai [[Campionati del mondo di ciclismo su strada 2008|mondiali]] di [[Varese]].<ref>{{cita web|url=http://archiviostorico.gazzetta.it/2008/settembre/22/Cancellara_Gerdemann_ga_10_080922052.shtml|titolo=No di Cancellara e Gerdemann|accesso=1º ottobre 2010|data=22 settembre 2008|sito=archiviostorico.gazzetta.it}}</ref>
 
Nel [[2009]] la CSC diventa [[Team Saxo Bank]]. A inizio stagione Cancellara fa fatica, per sua stessa ammissione, a trovare la giusta condizione fisica:<ref name=vroom/> è condizionato prima dalla febbre patita al [[Tour of California]], corsa in cui si aggiudica comunque il prologo,<ref>{{cita web|url=http://www.suipedali.it/articolo/giro-della-california-cancellara-e-un-missile/986/|titolo=Giro della California: Cancellara è un missile|sito=suipedali.it|autore=Diego Barbera|data=15 febbraio 2009}}</ref> e poi da una infiammazione alla spalla destra dovuta a una caduta in allenamento.<ref>{{cita web|url=http://archiviostorico.gazzetta.it/2009/marzo/08/spunta_Cancellara_Primavera_rovinata__ga_10_090308084.shtml|titolo=E spunta Cancellara: «Primavera rovinata»|accesso=1º ottobre 2010|data=8 marzo 2009|sito=archiviostorico.gazzetta.it|autore=Marco Pastonesi}}</ref> Questi problemi di salute non gli permettono di ottenere risultati alla [[Tirreno-Adriatico 2009|Tirreno-Adriatico]], mentre alla [[Milano-Sanremo 2009|Milano-Sanremo]] dà forfait.<ref name=trenofermate/><ref>{{cita web|url=http://archiviostorico.gazzetta.it/2009/marzo/19/Stop_anche_per_Cancellara_ga_10_090319068.shtml|titolo=Stop anche per Cancellara|accesso=1º ottobre 2010|data=19 marzo 2009|sito=archiviostorico.gazzetta.it}}</ref> In maggio corre undici tappe al [[Giro d'Italia 2009|Giro d'Italia]] prima di ritirarsi. Il mese seguente torna invece al successo imponendosi nella classifica generale del [[Tour de Suisse 2009|Tour de Suisse]]: vince la cronometro d'apertura a [[Ruggell]] ed ottiene la maglia oro di leader,<ref name=stiletreno>{{cita web|url=http://archiviostorico.gazzetta.it/2009/giugno/14/Cancellara_stile_treno_Berna_ga_10_090614049.shtml|titolo=Cancellara stile treno di Berna|accesso=1º ottobre 2010|data=14 giugno 2009|sito=archiviostorico.gazzetta.it|autore=Ciro Scognamiglio}}</ref> perdendola al terzo giorno e riconquistandola solo nell'ultima tappa, dominando la crono di Berna.<ref name=trenofermate>{{cita web|url=http://archiviostorico.gazzetta.it/2009/giugno/22/Cancellara_treno_che_non_fermate_ga_10_090622069.shtml|titolo=Cancellara, un treno che non fa fermate|accesso=1º ottobre 2010|data=22 giugno 2009|sito=archiviostorico.gazzetta.it|autore=Ciro Scognamiglio}}</ref> In luglio fa sua la cronometro d'apertura del [[Tour de France 2009|Tour de France]] nel [[Principato di Monaco]], precedendo [[Alberto Contador]] e [[Bradley Wiggins]].<ref name=vroom>{{cita web|url=http://archiviostorico.gazzetta.it/2009/luglio/05/CANCELLARA_VROOOM_Trionfa_nella_crono_ga_3_090705012.shtml|titolo=CANCELLARA VROOOM! Trionfa nella crono. E Nibali batte Lance|accesso=1º ottobre 2010|data=5 luglio 2009|sito=archiviostorico.gazzetta.it|autore=Marco Pastonesi}}</ref> Indossa così anche la prima maglia gialla, mantenendola per le successive sei tappe e portando il suo bottino totale di giorni in ''jaune'' a 15: supera così sia [[Ferdi Kübler]] che [[Hugo Koblet]] (fermi rispettivamente a 12 e 11), diventando il primo svizzero in assoluto nella speciale graduatoria.<ref>{{cita web|url=http://archiviostorico.gazzetta.it/2009/luglio/09/Ora_Cancellara_nella_storia_ga_10_090709069.shtml|titolo=Ora Cancellara è nella storia|accesso=1º ottobre 2010|data=9 luglio 2009|sito=archiviostorico.gazzetta.it}}</ref> Vince poi la prima tappa della [[Vuelta a España 2009|Vuelta a España]], una cronometro sul [[circuito di Assen]], percorrendo i 4,8 chilometri alla media di 54 [[km/h]]:<ref>{{cita web|url=http://archiviostorico.gazzetta.it/2009/agosto/30/moto_Cancellara_ga_10_090830075.shtml|titolo=La moto è Cancellara|accesso=30 settembre 2010|data=30 agosto 2009|sito=archiviostorico.gazzetta.it|autore=Claudio Ghisalberti}}</ref> veste così per la prima volta la [[Classifica generale (Vuelta a España)|maglia amarillo]] che perderà dopo la quinta tappa e che riprenderà, questa volta per un giorno soltanto, con la cronometro di [[Valencia]].<ref>{{cita web|url=http://archiviostorico.gazzetta.it/2009/settembre/06/Cronometro_Cancellara_vrooom_pioggia_frena_ga_10_090906083.shtml|titolo=Cronometro Cancellara vrooom... La pioggia frena Basso. Da oggi le montagne|accesso=1º ottobre 2010|data=6 settembre 2009|sito=archiviostorico.gazzetta.it|autore=Claudio Ghisalberti}}</ref>
 
Il 24 settembre 2009, partendo da favorito,<ref>{{cita web|url=http://archiviostorico.gazzetta.it/2009/settembre/24/Cancellara_Chi_secondo__ga_10_090924062.shtml|titolo=C'è Cancellara. Chi fa secondo?|accesso=1º ottobre 2010|data=24 settembre 2009|sito=archiviostorico.gazzetta.it|autore=Claudio Ghisalberti}}</ref> domina anche la [[Campionati del mondo di ciclismo su strada 2009 - Cronometro maschile Elite|prova a cronometro]] ai [[Campionati del mondo di ciclismo su strada 2009|mondiali di Mendrisio]], in Svizzera, pedalando ad una media di 51,580&nbsp;km/h e staccando rispettivamente di 1'27" e 2'30" gli avversari meglio classificati, [[Gustav Larsson]] e [[Tony Martin (ciclista)|Tony Martin]]:<ref>{{cita web|url=http://archiviostorico.gazzetta.it/2009/settembre/25/Extraterrestre_Cancellara_orologio_svizzero_ga_10_090925060.shtml|titolo=Extraterrestre Cancellara, orologio svizzero|accesso=1º ottobre 2010|data=25 settembre 2009|sito=archiviostorico.gazzetta.it|autore=Luigi Perna}}</ref> è la sua terza medaglia d'oro iridata nella massima categoria.<ref name=mendrisioexpress>{{cita web|url=http://www.gazzetta.it/Ciclismo/24-09-2009/cancellara-mendrisio-express-501390824243.shtml|titolo=Cancellara Mendrisio Express. E domenica vuole raddoppiare|accesso=1º ottobre 2010|data=24 settembre 2009|sito=gazzetta.it|autore=Luca Gialanella}}</ref> Tre giorni dopo è protagonista anche nella [[Campionati del mondo di ciclismo su strada 2009 - Gara in linea maschile Elite|prova in linea]]: attacca più volte venendo sempre ripreso e arrivando quinto.<ref>{{cita web|url=http://archiviostorico.gazzetta.it/2009/settembre/28/Spartacus_Cancellara_lacrime_dopo_una_ga_10_090928090.shtml|titolo=Spartacus Cancellara in lacrime dopo una gara da leone|accesso=1º ottobre 2010|data=28 settembre 2009|sito=archiviostorico.gazzetta.it|autore=Claudio Gregori}}</ref>
 
=== Il 2010: la doppietta Fiandre-Roubaix e il quarto mondiale ===
[[File:Fabian Cancellara Tour 2010 stage 1 start 2.jpg|thumb|left|upright=0.8|Cancellara in [[Classifica generale (Tour de France)|maglia gialla]] (vestita in carriera in 29 tappe complessive) al [[Tour de France 2010]]]]
Cancellara apre il suo [[2010]] imponendosi al [[Tour of Oman]], corsa a tappe nella [[penisola araba]]. Tornato in Europa, si aggiudica prima l'[[E3 Prijs Vlaanderen 2010|E3 Prijs Vlaanderen]] a [[Harelbeke]] lasciando sul posto i compagni di fuga Tom Boonen e [[Juan Antonio Flecha]] con uno scatto a 2&nbsp;km dal traguardo,<ref>{{cita web|url=http://archiviostorico.gazzetta.it/2010/marzo/28/Cancellara_vinto_poker__ga_10_100328058.shtml|titolo=Cancellara da re: «Ho vinto a poker»|accesso=1º ottobre 2010|data=28 marzo 2010|sito=archiviostorico.gazzetta.it|autore=Luigi Perna}}</ref> e poi, il 4 aprile, il [[Giro delle Fiandre 2010|Giro delle Fiandre]]: nell'occasione è protagonista di uno scatto sul [[muro di Grammont]] che gli permette di arrivare al traguardo con 1'14" sul secondo classificato Tom Boonen.<ref>{{cita web|url=http://archiviostorico.gazzetta.it/2010/aprile/06/Cancellara_scritto_storia_fatto_istinto_ga_10_100406070.shtml|titolo=Cancellara: «Ho scritto la storia. L'ho fatto d'istinto»|accesso=30 settembre 2010|data=6 aprile 2010|sito=archiviostorico.gazzetta.it}}</ref> Nella domenica seguente si impone quindi nella centottesima edizione della [[Parigi-Roubaix 2010|Parigi-Roubaix]], concludendo la corsa con 2'05" di vantaggio su [[Thor Hushovd]] e Juan Antonio Flecha dopo una cavalcata solitaria iniziata a 50&nbsp;km dall'arrivo.<ref>{{cita web|url=http://www.gazzetta.it/Ciclismo/11-04-2010/roubaix-tempo-reale-603609952399.shtml|titolo=La Roubaix in tempo reale. Cancellara in trionfo|sito=gazzetta.it|data=11 aprile 2010|accesso=26 settembre 2010}}</ref> Sale così a quota quattro vittorie nelle cinque [[Classiche#Classiche monumento|classiche monumento]].
 
Queste due vittorie vengono però messe in discussione da video<ref>{{cita web|url=http://video.repubblica.it/copertina/cassani-e-la-bici-col-motore/48886/48422|titolo=Cassani e la bici col motore|accesso=30 settembre 2010|data=14 giugno 2010|sito=repubblica.it}}</ref> che alludono all'uso da parte di Cancellara di biciclette dotate di un motore elettrico nascosto, azionabile premendo un tasto sotto il manubrio.<ref>{{cita web|url=http://www.tio.ch/News/561656/In-Italia-lo-vogliono-chiamare-Fabian-Valentino-Cancellara-/|titolo=In Italia lo vogliono chiamare Fabian "Valentino" Cancellara |accesso=30 settembre 2010|data=2 giugno 2010|sito=tio.ch}}</ref> L'[[Unione Ciclistica Internazionale|UCI]] ha così aperto un'inchiesta,<ref name=vroommotore>{{cita web|url=http://archiviostorico.gazzetta.it/2010/giugno/12/Cancellara_vroom_motore_corpo__ga_10_100612081.shtml|titolo=Cancellara vroom: «Il motore? Ce l'ho in corpo»|accesso=1º ottobre 2010|data=12 giugno 2010|sito=archiviostorico.gazzetta.it|autore=Luigi Perna}}</ref> convocando in riunione i rappresentanti dell'industria del ciclismo per chiarire le accuse di manipolazione meccanica della bicicletta del ciclista svizzero.<ref>{{cita web|url=http://www.gazzetta.it/Ciclismo/03-06-2010/bicicletta-dopata-704243809237.shtml|titolo=La bicicletta dopata?. L'Uci convoca riunione|accesso=4 giugno 2010|data=3 giugno 2010|sito=gazzetta.it}}</ref> Cancellara, che non è stato indagato per frode sportiva e non ha ricevuto sanzioni per il presunto imbroglio, ha negato ogni accusa.<ref name=vroommotore/><ref>{{cita web|url=http://www.corrieredellosport.it/ciclismo/2010/06/02-114325/L%27ultimo+sospetto%3A+la+bici+a+motore!|titolo=Che sospetto nel ciclismo! Ecco la bici a motore|accesso=30 settembre 2010|data=2 giugno 2010|sito=corrieredellosport.it|autore=Fulvio Solms}}</ref> La vicenda ha comunque allarmato il giudice italiano [[Raffaele Guariniello]], che avrebbe poi aperto un'indagine per verificare se fatti simili fossero accaduti anche durante il [[Giro d'Italia 2010]].<ref>{{cita web|url=http://www.repubblica.it/sport/ciclismo/2010/06/14/news/pezzo_capodacqua_doping_meccanico-4835886/?ref=HREC2-9|titolo='Doping meccanico'. Guariniello indaga|accesso=30 settembre 2010|data=14 giugno 2010|autore=Eugenio Capodacqua|sito=repubblica.it}}</ref>
 
Terminati gli strascichi dell'inchiesta, Cancellara partecipa al [[Tour de Suisse 2010|Tour de Suisse]] tentando di rivincerlo, ma si deve accontentare della vittoria nel prologo.<ref>{{cita web|url=https://it.eurosport.yahoo.com/12062010/45/giro-svizzera-treno-svizzero-passa-per-lugano.html|titolo=Giro di Svizzera. Il treno svizzero passa per Lugano|sito=it.eurosport.yahoo.com|autore=Daniele Fantini|data=12 giugno 2010}}</ref> Al [[Tour de France 2010|Tour de France]] vince entrambe le prove contro il tempo (il prologo, sua quarta affermazione alla ''Grande Boucle'' in una frazione d'apertura,<ref>{{cita web|url=http://archiviostorico.gazzetta.it/2010/luglio/04/Due_Cancellara_vecchio_Lance_ga_10_100704054.shtml|titolo=Due re: Cancellara e il vecchio Lance|accesso=1º ottobre 2010|data=4 luglio 2010|sito=archiviostorico.gazzetta.it|autore=Marco Pastonesi}}</ref> e l'ultima tappa prima della passerella conclusiva)<ref>{{cita web|url=http://www.gazzetta.it/Speciali/Tourdefrance/24-07-2010/gran-finale-cancellara-71561348489.shtml?refresh_ce-cp|titolo=Il gran finale di Cancellara. "Oggi mi scolo una bottiglia"|sito=gazzetta.it|autore=Marco Pastonesi|data=24 luglio 2010}}</ref> e veste la maglia gialla per un totale di sei giornate. Nella seconda tappa con arrivo a [[Spa (Belgio)|Spa]] si rende protagonista di un gesto di ''[[Fair play (comportamento)|fair play]]'', convincendo il gruppo a rallentare per permettere ai corridori coinvolti in una caduta, tra cui i suoi due capitani [[Andy Schleck|Andy]] e [[Fränk Schleck]], di rientrare; così facendo perde però la maglia gialla a favore del fuggitivo e vincitore della tappa [[Sylvain Chavanel]].<ref>{{cita web|url=http://archiviostorico.gazzetta.it/2010/luglio/06/Maxicaduta_sull_olio_Cancellara_frena_ga_10_100706066.shtml|titolo=Maxicaduta sull'olio: Cancellara frena tutti|accesso=30 settembre 2010|data=6 luglio 2010|sito=archiviostorico.gazzetta.it|autore=Marco Pastonesi}}</ref> Riconquista il primato al termine della frazione successiva, con traguardo ad Hainaut e numerosi tratti in pavé caratteristici della Parigi-Roubaix,<ref>{{cita web|url=http://www.gazzetta.it/Speciali/Tourdefrance/06-07-2010/tour-va-pave-71344105006.shtml|titolo=Inferno sui sassi. Il più forte è Hushovd|sito=gazzetta.it|data=6 luglio 2010|accesso=22 marzo 2013}}</ref> salvo poi cedere definitivamente la ''[[leadership]]'' – passata di nuovo a Chavanel&nbsp;– al termine della prima tappa [[alpi]]na:<ref>{{cita web|url=http://www.gazzetta.it/Speciali/Tourdefrance/10-07-2010/tour-prime-salite-71390118201.shtml|titolo=Il Tour sulle prime salite. Chavanel si prende tutto|accesso=30 settembre 2010|data=10 luglio 2010|sito=gazzetta.it|autore=Marco Pastonesi}}</ref> concluderà centoventunesimo nella generale.
=== Il biennio 2011-2012: Team Leopard-Trek e RadioShack-Nissan ===
[[File:2164CancellaraChavanel rvv2011.jpg|thumb|upright=1.1|Cancellara in azione al [[Giro delle Fiandre 2011]]]]
Per il [[2011]] Cancellara segue i fratelli Schleck nella nuova squadra da loro fondata, il [[Trek-Segafredo|Team Leopard-Trek]]. Inaugura la sua stagione con il secondo posto nel prologo del [[Tour of Qatar]], battuto da [[Lars Boom]]. Prende poi il via al [[Tour of Oman]] e alla [[Tirreno-Adriatico 2011|Tirreno-Adriatico]]: nella gara italiana ottiene, in occasione della cronometro conclusiva di [[San Benedetto del Tronto]], il suo primo successo stagionale.<ref>{{cita web|url=http://www.repubblica.it/sport/ciclismo/2011/03/15/news/tirreno_adriatico_vince_evans-13637079/|titolo=La Tirreno a Evans. Crono a Cancellara|sito=repubblica.it|autore=Luigi Panella|data=15 marzo 2011}}</ref> Quattro giorni dopo partecipa alla [[Milano-Sanremo 2011|Milano-Sanremo]], viene battuto in volata dall'[[australia]]no [[Matthew Goss]] e si classifica secondo;<ref>{{cita web|url=http://www.gazzetta.it/Speciali/MilanoSanremo/19-03-2011/milano-sanremo-numero-102-80538262573.shtml|titolo=Sanremo, trionfo Goss VIDEO: guarda il gran finale|sito=gazzetta.it|autore=Claudio Bagni|data=19 marzo 2011|accesso=22 marzo 2013}}</ref> allo stesso modo non conserva il titolo di campione del [[Giro delle Fiandre 2011|Giro delle Fiandre]], perdendo la volata finale contro [[Nick Nuyens]] e Sylvain Chavanel.<ref>{{cita web|url=http://www.gazzetta.it/Ciclismo/03-04-2011/fiandre-nuyens-80714137236.shtml|sito=gazzetta.it|autore=Ciro Scognamiglio|titolo=Il Fiandre è di Nuyens. Cancellara cede in volata|data=3 aprile 2011|accesso=4 aprile 2011}}</ref> Una settimana più tardi, alla [[Parigi-Roubaix 2011|Parigi-Roubaix]], Cancellara ottiene un nuovo secondo posto dietro [[Johan Vansummeren]] battendo in volata [[Maarten Tjallingii]] e [[Grégory Rast]].<ref>{{cita web|url=http://www.tuttobiciweb.it/index.php?page=news&cod=37726&tp=n|titolo=ROUBAIX. Impresa di Johan Van Summeren|accesso=10 aprile 2011|data=10 aprile 2011|sito=tuttobiciweb.it}}</ref>
[[File:Fabian Cancellara, Olympic Road Race, London - July 2012.jpg|thumb|left|upright=0.8|Cancellara durante la prova su strada olimpica di [[Giochi della XXX Olimpiade|Londra 2012]]]]
 
A giugno ottiene il successo al prologo del [[Tour de Suisse 2011|Tour de Suisse]] indossando anche la maglia gialla di ''leader''<ref>{{cita web|url=http://www.gazzetta.it/Ciclismo/11-06-2011/finalmente-rodriguez-801561424612.shtml|titolo=Delfinato, Wiggins resiste. Svizzera, turbo Cancellara|sito=gazzetta.it|data=11 giugno 2011}}</ref> e, sempre nello stesso mese, per la seconda volta in carriera si aggiudica il titolo nazionale svizzero in linea. In seguito non ottiene vittorie né al [[Tour de France 2011|Tour]] né alla [[Vuelta a España 2011|Vuelta]]. Arriva da pluricampione alla cronometro dei [[Campionati del mondo di ciclismo su strada 2011|campionati del mondo]] di [[Copenaghen]] ma chiude terzo, aggiudicandosi solo la medaglia di bronzo, preceduto da Tony Martin e Bradley Wiggins.
 
Nel [[2012]] il portacolori della Leopard-Trek, diventata nel frattempo RadioShack-Nissan, si aggiudica per la seconda volta in carriera la [[Strade Bianche 2012|Strade Bianche]] grazie ad un allungo sullo sterrato delle ''Tolfe'' a 12 chilometri dal traguardo.<ref>{{cita web|url=http://www.gazzetta.it/StradeBianche/03-03-2012/cancellara-gladiatore-bis-strade-bianche-81510011703.shtml|titolo=Cancellara è un gladiatore. Bis alla Strade Bianche|accesso=22 marzo 2013|autore=Antonino Morici|data=3 marzo 2012|sito=gazzetta.it}}</ref> Il 13 marzo vince per il secondo anno consecutivo la settima ed ultima tappa della [[Tirreno-Adriatico 2012|Tirreno-Adriatico]], la cronometro di [[San Benedetto del Tronto]]; pochi giorni dopo ottiene quindi il secondo posto nella centotreesima edizione della [[Milano-Sanremo 2012|Milano-Sanremo]], preceduto dal solo [[Simon Gerrans]] in uno sprint a tre.<ref>{{cita web|url=http://www.gazzetta.it/MilanoSanremo/17-03-2012/sanremo-diretta-tv-sito-1440-live-gruppo-si-mosso-milano-81652541795.shtml|titolo=Sanremo, trionfa Gerrans. Battuti Cancellara e Nibali|accesso=18 marzo 2012|data=17 marzo 2012|autore=Claudio Bagni, Stefano Diciatteo|sito=gazzetta.it}}</ref>
 
Arriva in forma alle classiche di primavera in [[Belgio]], ma una doppia caduta e alcuni problemi meccanici alla bicicletta gli impediscono di giocarsi il finale di gara sia alla [[E3 Harelbeke 2012|E3 Harelbeke]] che alla [[Gand-Wevelgem 2012|Gand-Wevelgem]]. Successivamente parte tra i favoriti per vincere il [[Giro delle Fiandre 2012|Giro delle Fiandre]], ma una nuova caduta lo costringe al ritiro e gli procura la frattura in quattro parti della clavicola destra.<ref>{{cita web|url=http://www.tuttobiciweb.it/index.php?page=news&cod=47820&tp=n|titolo=CANCELLARA. Fabian operato spera di tornare al Giro di Baviera|accesso=2 aprile 2012|data=2 aprile 2012|sito=tuttobiciweb.it}}</ref> Il 30 giugno vince il prologo del [[Tour de France 2012|Tour de France]] e diventa così il secondo corridore di sempre ad indossare per cinque volte in carriera la maglia gialla nella tappa inaugurale della ''Grande Boucle'': prima di lui ci era riuscito solo [[Bernard Hinault]].<ref>{{cita web|url=http://www.cicloweb.it/articolo/2012/06/30/tour-de-france-2012-piu-che-un-prologo-un-monologo-cancellara-super-wiggins-10-s|titolo=Tour de France 2012: Più che un prologo, un monologo. Cancellara super. Wiggins, 10" su Evans|accesso=30 giugno 2012|data=30 giugno 2012|sito=cicloweb.it|autore=Marco Grassi}}</ref>
=== Il 2013: la seconda doppietta Fiandre-Roubaix ===
[[File:2013 Ronde van Vlaanderen, sagan en cancellara (19729445624).jpg|thumb|upright=1.1|Cancellara davanti a [[Peter Sagan]] durante il vittorioso [[Giro delle Fiandre 2013]]]]
Dopo l'infortunio rimediato ai Giochi olimpici, Cancellara comincia la stagione [[2013]] ancora tra le file della RadioShack-Leopard. In marzo conclude al quarto posto la [[Strade Bianche 2013|Strade Bianche]], prende poi parte alla [[Tirreno-Adriatico 2013|Tirreno-Adriatico]] ottenendo il quarto posto nella cronometro finale. Nello stesso mese coglie il terzo posto alla [[Milano-Sanremo 2013|Milano-Sanremo]], battuto in volata da [[Gerald Ciolek]] e [[Peter Sagan]]; cinque giorni dopo si aggiudica per la terza volta in quattro anni la [[E3 Harelbeke 2013|E3 Harelbeke]]: nell'occasione stacca tutti gli avversari con un attacco a 35 chilometri dall'arrivo.<ref>{{cita web|url=http://www.gazzetta.it/Ciclismo/22-03-2013/harelbeke-trionfo-cancellara-terza-vittoria-quattro-anni-oss-3-92617453878.shtml|titolo=Harelbeke, trionfo Cancellara: terza vittoria in quattro anni. Oss terzo|accesso=7 aprile 2013|sito=gazzetta.it|data=22 marzo 2013}}</ref>
 
Si presenta quindi alle [[classiche]] sul pavé come uno dei favoriti. Il 31 marzo conquista per la seconda volta il [[Giro delle Fiandre 2013|Giro delle Fiandre]]: decisiva quel giorno è l'azione sul muro del [[Paterberg]], a 14 chilometri dal traguardo, che permette allo svizzero di staccare il principale rivale, lo slovacco Peter Sagan, e di involarsi solo e vittorioso verso l'arrivo.<ref>{{cita web|url=http://www.gazzetta.it/Ciclismo/31-03-2013/fiandre-boonen-cade-si-ritira-segui-diretta-twitter-gazzettait-14-92760018290.shtml|titolo=Fiandre: Spartacus-Cancellara è il re. Lo svizzero domina su Sagan e Roelandts|sito=gazzetta.it|autore=Luca Gialanella|data=31 marzo 2013|accesso=7 aprile 2013}}</ref> Sette giorni dopo lo svizzero si aggiudica la sua terza [[Parigi-Roubaix 2013|Parigi-Roubaix]], battendo in una volata a due il belga [[Sep Vanmarcke]]. Grazie a questo successo realizza, dopo quella del 2010, la sua seconda doppietta Fiandre-Roubaix.<ref>{{cita web|url=http://www.gazzetta.it/Ciclismo/07-04-2013/ciclismo-cancellara-vince-parigi-roubaix-battuto-vanmarcke-92870005031.shtml|titolo=Ciclismo, Cancellara vince la Parigi-Roubaix. Battuto Vanmarcke allo sprint|sito=gazzetta.it|autore=Claudio Ghisalberti|data=9 aprile 2013|accesso=6 aprile 2014}}</ref> Il 4 settembre vince l'undicesima tappa della [[Vuelta a España 2013|Vuelta a España]], la cronometro individuale di [[Tarazona]] di 38,8&nbsp;km.<ref>{{cita web|url=http://www.gazzetta.it/Ciclismo/04-09-2013/vuelta-tappa-11-vince-cancellara-grande-nibali-torna-maglia-rossa-201096926503.shtml|titolo=Vuelta, tappa 11: vince Cancellara, un grande Nibali torna maglia rossa|sito=gazzetta.it|autore=Marco Pastonesi|data=4 settembre 2013|accesso=6 aprile 2014}}</ref>
=== Il 2014: il terzo Fiandre ===
[[File:Tour de Suisse 2015 Stage 1 Risch-Rotkreuz (18953578336).jpg|thumb|left|upright=0.8|Cancellara durante il prologo del [[Tour de Suisse 2015]]]]
Apre la [[2014|nuova stagione]] partecipando alle corse asiatiche per prepararsi in vista delle [[classiche del pavé]], suoi grandi obiettivi stagionali. In marzo conclude al sesto posto le [[Strade Bianche 2014|Strade Bianche]] e prende parte alla [[Tirreno-Adriatico 2014|Tirreno-Adriatico]], durante la quale sfiora il successo di tappa nella cronometro conclusiva dove si piazza secondo, dietro all'italiano [[Adriano Malori]]. Nello stesso mese coglie l'ennesimo secondo posto (il quarto nella sua carriera) alla [[Milano-Sanremo 2014|Milano-Sanremo]], dovendosi arrendere in volata al solo [[Alexander Kristoff]].<ref>{{cita web|url=http://www.repubblica.it/sport/ciclismo/2014/03/23/news/milano_sanremo_kristoff-81700523/|titolo=Milano-Sanremo, a sorpresa vince Kristoff. Nibali ci prova ma deve arrendersi|sito=repubblica.it|autore=Luigi Panella|data=23 marzo 2014|accesso=7 aprile 2014}}</ref>
 
Cinque giorni dopo conclude al nono posto la [[E3 Harelbeke 2014|E3 Harelbeke]]; dopo essere stato coinvolto in una caduta a circa 40&nbsp;km dal traguardo, inizia una notevole progressione, rimontando posizioni su posizioni ma alla fine deve desistere, dimostrando comunque un ottimo stato di forma.<ref>{{cita web|url=http://www.gazzetta.it/Ciclismo/28-03-2014/gp-e3-harelbeke-belgio-pave-vince-sagan-80330492487.shtml|titolo=GP E3 Harelbeke, Sagan vince la prima classica del Nord|sito=gazzetta.it|autore=Claudio Ghisalberti|data=28 marzo 2014|accesso=7 aprile 2014}}</ref> Il primo successo stagionale arriva il 6 aprile al [[Giro delle Fiandre 2014|Giro delle Fiandre]]: nell'occasione attacca sull'[[Oude Kwaremont]] insieme al belga Sep Vanmarcke, staccando i principali rivali e andando a riprendere sul [[Paterberg]] i due attaccanti [[Greg Van Avermaet]] e [[Stijn Vandenbergh]], riuscendo poi a batterli tutti in una volata a quattro. Per l'elvetico si tratta della terza affermazione nella ''Ronde'', la seconda consecutiva.<ref>{{cita web|url=http://www.gazzetta.it/Ciclismo/06-04-2014/giro-delle-fiandre-vince-cancellara-terzo-successo-vamdonna-investita-vansummeren-incidente-80392012709.shtml|titolo=Giro delle Fiandre, vince "Van" Cancellara|sito=gazzetta.it|data=6 aprile 2014|accesso=7 aprile 2014}}</ref> Una settimana dopo si piazza terzo alla [[Parigi-Roubaix 2014|Parigi-Roubaix]], chiudendo alle spalle di [[Niki Terpstra]], che dopo aver attaccato a 4&nbsp;km dall'arrivo, giunge al traguardo con 20" su [[John Degenkolb]] e "Spartacus".<ref>{{cita web|url=http://www.gazzetta.it/Ciclismo/13-04-2014/parigi-roubaix-vince-terpstra-sopresa-secondo-degenkolb-terzo-cancellara-80441833298.shtml|titolo=Parigi-Roubaix, a sorpresa trionfa Terpstra|sito=gazzetta.it|data=13 aprile 2014|accesso=1º luglio 2014}}</ref>
 
=== Il 2015: cadute e delusioni ===
Nel [[2015]] Cancellara apre la stagione a febbraio partecipando negli [[Emirati Arabi Uniti|emirati arabi]] a [[Tour of Qatar]] e [[Tour of Oman]], riuscendo ad imporsi in quest'ultimo nella seconda frazione.<ref>{{cita web|url=http://www.gazzetta.it/Ciclismo/18-02-2015/oman-piccola-classica-cancellara-batte-valverde-100934843351.shtml|titolo=L’Oman è una piccola classica: Cancellara batte Valverde|sito=gazzetta.it|autore=Ciro Scognamiglio|data=18 febbraio 2015}}</ref> In marzo si piazza secondo nel prologo e ottiene il successo nella tappa conclusiva della [[Tirreno-Adriatico 2015|Tirreno-Adriatico]].<ref>{{cita web|url=http://www.gazzetta.it/Ciclismo/17-03-2015/tirreno-adriatico-festa-cancellara-quintana-110142303113.shtml|titolo=Tirreno-Adriatico: festa per Cancellara e Quintana|sito=gazzetta.it|autore=Ciro Scognamiglio|data=17 marzo 2015}}</ref> Dopo aver conseguito un 7º posto alla [[Milano-Sanremo 2015|Milano-Sanremo]], è costretto a saltare le classiche di primavera a causa di una caduta all'[[E3 Harelbeke 2015|E3 Harelbeke]]<ref>{{cita web|url=http://www.gazzetta.it/Ciclismo/27-03-2015/gp-harelbeke-cade-cancellara-addio-nord-110255116385.shtml|titolo=Harelbeke, domina Thomas. Cancellara ko, addio Nord|sito=gazzetta.it|data=27 marzo 2015}}</ref> che gli causa la frattura di due [[Vertebra|vertebre]].<ref>{{cita web|url=http://www.gdp.ch/sport/ciclismo/cancellara-si-frattura-due-vertebre-id67896.html|titolo=Cancellara si frattura due vertebre|sito=gdp.ch|data=27 marzo 2015}}</ref>
 
Ripresosi dall'infortunio, torna alle gare al [[Tour de Suisse 2015|Tour de Suisse]] dove ottiene un secondo posto nel prologo d'apertura e un terzo nella cronometro finale. Al [[Tour de France 2015|Tour de France]], dopo un terzo posto nella cronometro di apertura, veste la ''maglia gialla'' al termine della tappa successiva, grazie al medesimo piazzamento.<ref>{{cita web|url=http://www.repubblica.it/sport/ciclismo/2015/07/05/news/tour_cancellara_giallo_nibali_perde-118399308/|titolo=Tour, Cancellara in maglia gialla. Giornata no per Nibali e Quintana|sito=repubblica.it|autore=Luigi Panella|data=5 luglio 2015}}</ref> Tuttavia nella seguente frazione rimane coinvolto in una maxi-caduta che lo costringe al ritiro dalla ''Grand Boucle'';<ref>{{cita web|url=http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/Ciclismo-Tour-Rodriguez-a62b65b2-86f1-49e7-9f6d-feecde0aba8f.html|titolo=Caduta choc rivoluziona il Tour de France. Cancellara costretto al ritiro|sito=rainews.it|autore=Guido Fumarola|data=6 luglio 2016}}</ref> esami ulteriori evidenzieranno la frattura di altre due vertebre.<ref>{{cita web|url=http://www.gazzetta.it/Ciclismo/06-07-2015/tour-france-ritiro-cancellara-caduta-vertebre-frattura-terza-tappa-anversa-huy-120458326126.shtml|titolo=Cancellara si ritira, due vertebre fratturate|sito=gazzetta.it|autore=Ciro Scognamiglio|data=6 luglio 2015}}</ref> Una volta rimessosi in sella prende il via della [[Vuelta a España 2015|Vuelta]], ma già alla terza tappa abbandona la corsa per problemi fisici<ref>{{cita web|url=http://www.cyclingpro.net/spaziociclismo/vuelta-2015/vuelta-a-espana-2015-i-problemi-allo-stomaco-costringono-cancellara-al-ritiro|titolo=Vuelta a España 2015, i problemi allo stomaco costringono Cancellara al ritiro|sito=cyclingpro.net|autore=Luca Pellegrini|data=24 agosto 2015}}</ref> che non gli permettono di partecipare ai successivi [[Campionati del mondo di ciclismo su strada 2015|campionati del mondo]] di [[Richmond (Virginia)|Richmond]],<ref>{{cita web|url=http://it.eurosport.com/ciclismo/vuelta-di-spagna/2015/niente-mondiali-per-cancellara-ho-terminato-le-batterie_sto4895201/story.shtml|titolo=Niente Mondiali per Cancellara: "Ho terminato le batterie"|sito=it.eurosport.com|autore=Luca Stamerra|data=4 settembre 2015}}</ref> terminando anzitempo la sfortunata stagione.
 
=== Il 2016: l'ultima stagione ===
L'11 novembre 2015 Cancellara annuncia, in occasione degli annuali ''Swiss Cycling Awards'', che al termine della stagione [[2016]] appenderà la propria bicicletta al chiodo, dopo sedici anni di professionismo.<ref>{{cita web|url=http://www.gazzetta.it/Ciclismo/11-11-2015/annuncio-cancellara-niente-rio-olimpiade-fine-2016-si-ritira-130880003866.shtml|titolo=Cancellara, niente Rio e a fine 2016 si ritira|sito=gazzetta.it|data=11 novembre 2015}}</ref>
 
Il 30 gennaio inizia la stagione imponendosi nella prova più dura del [[Challenge de Mallorca]], il trofeo [[Challenge de Mallorca#Trofeo Serra de Tramuntana|Trofeo Serra de Tramuntana]], precedendo il polacco Michał Kwiatkowski e il belga [[Tiesj Benoot]];<ref>{{cita web|url=http://www.gazzetta.it/Ciclismo/30-01-2016/challenge-maiorca-cancellara-vittoria-trofeo-sierra-tramuntana-secondo-kwiatkowski-140473066877.shtml|titolo=Challenge Maiorca, Cancellara ritrova la vittoria dopo 319 giorni|sito=gazzetta.it|data=30 gennaio 2016}}</ref> pochi giorni più tardi prende invece il via del [[Dubai Tour 2016|Dubai Tour]], classificandosi settimo al termine delle quattro tappe e fornendo un grande apporto alla causa del velocista italiano [[Giacomo Nizzolo]], il quale si classificherà secondo alle spalle del tedesco [[Marcel Kittel]].<ref>{{cita web|url=http://www.gazzetta.it/Ciclismo/06-02-2016/dubai-tour-quarta-tappa-vince-kittel-tappa-generale-nizzolo-secondo-140568922538.shtml|titolo=Dubai Tour, trionfo di Kittel. Tappa e generale|sito=gazzetta.it|data=6 febbraio 2016}}</ref> Il secondo successo arriva a cronometro: Cancellara conquista la prova contro il tempo di [[Sagres]] della [[Volta ao Algarve 2016|Volta ao Algarve]], precedendo di 5" Tony Martin.<ref>{{cita web|url=http://www.cicloweb.it/articolo/2016/02/19/volta-ao-algarve-2016-si-sa-che-viso-avesse-pure-come-si-chiamava-la-locomotiva-|titolo=Volta ao Algarve 2016: Si sa che viso avesse e pure come si chiamava. La Locomotiva? Fabian Cancellara, of course: battuto Tony Martin. Disastrosa caduta e ritiro per LL Sánchez|sito=cicloweb.it|autore=Marco Grassi|data=19 febbraio 2016}}</ref>
Il 6 marzo successivo conferma l'ottimo stato di forma conquistando per la terza volta in carriera la [[Strade Bianche 2016|Strade Bianche]]: con un attacco sull'ultimo strappo di via Santa Caterina regola infatti il [[Repubblica Ceca|ceco]] [[Zdeněk Štybar]] e l'italiano [[Gianluca Brambilla]].<ref>{{cita web|url=http://www.gazzetta.it/Ciclismo/05-03-2016/strade-bianche-siena-vince-cancellara-terza-volta-stybar-brambilla-140900917973.shtml|titolo=Strade Bianche, Cancellara vince per la terza volta|sito=gazzetta.it|data=5 marzo 2016}}</ref> Grazie a questa terza affermazione gli verrà dedicato il tratto di sterrato più duro del percorso, quello di Monte Sante Marie.<ref>{{cita web|url=http://www.cyclingpro.net/spaziociclismo/continental/strade-bianche-2016-il-settore-di-monte-sante-marie-dedicato-a-cancellara-quot-un-grande-onore-quot|titolo=Strade Bianche 2016, il settore di Monte Sante Marie dedicato a Cancellara: "Un grande onore"|sito=cyclingpro.net|autore=Luca Pellegrini|data=5 marzo 2016}}</ref> In seguito partecipa alla [[Tirreno-Adriatico 2016|Tirreno-Adriatico]] dove, nonostante gli iniziali problemi influenzali, riesce a conquistare l'ultima frazione, la cronometro sul lungomare di [[San Benedetto del Tronto]], imponendosi con una media superiore ai 54&nbsp;km/h davanti a [[Johan Le Bon]] e Tony Martin.<ref>{{cita web|url=http://www.gazzetta.it/Ciclismo/15-03-2016/crono-finale-cancellara-corsa-van-avermaet-1-sagan-1401027556349.shtml|titolo=Crono finale a Cancellara, la corsa a Van Avermaet per 1" su Sagan!|sito=gazzetta.it|data=15 marzo 2016}}</ref> Con questo nuovo successo porta a sei le affermazioni personali nella ''Corsa dei Due Mari'', superando il primato di [[Francesco Moser]] fermatosi a cinque vittorie di tappa.<ref>{{cita web|url=http://www.cyclingpro.net/spaziociclismo/worldtour/tirreno-adriatico-2016-cancellara-quot-e-stata-una-bella-chiusura-a-san-benedetto-quot|titolo=Tirreno-Adriatico 2016, Cancellara: "È stata una bella chiusura a San Benedetto"|sito=cyclingpro.net|autore=Riccardo Zucchi|data=15 marzo 2016}}</ref>
 
Il 19 marzo prende il via della 107ª edizione della [[Milano-Sanremo 2016|Milano-Sanremo]]; tuttavia, a causa di una caduta negli ultimi 300 metri che lo costringe a frenare bruscamente, giunge al traguardo in trentunesima posizione chiudendo il gruppetto regolato dal vincitore [[Arnaud Démare]]. Partecipa al [[Giro delle Fiandre 2016|Giro delle Fiandre]], dove si piazza al secondo posto dietro il rivale Peter Sagan dopo aver vanamente cercato di raggiungere lo slovacco, il quale aveva sferrato l'attacco decisivo sul Paterberg.<ref>{{cita web|url=http://www.gazzetta.it/Ciclismo/03-04-2016/giro-fiandre-vince-sagan-secondo-cancellara-paterberg-15094274477.shtml|titolo=Giro delle Fiandre, vince Sagan. È il suo primo Monumento|sito=gazzetta.it|autore=Alessandro Conti|data=3 aprile 2016}}</ref> La sconfitta acuisce la rivalità con Sagan, nata nel 2013 quando fu lo svizzero a precedere lo slovacco al [[Giro delle Fiandre 2013]].<ref>{{cita web|url=http://www.tio.ch/News/Sport/Altri-Sport/771106/Sagan-Cancellara-Era-il-mio-idolo-ora-lo-sfido/|titolo=Sagan: "Cancellara? Era il mio idolo, ora lo sfido"|sito=tio.ch|data=27 dicembre 2013|accesso=10 aprile 2016}}</ref><ref>{{cita web|url=http://www.repubblica.it/sport/ciclismo/2016/04/03/news/sagan_batte_cancellara_fiandre-136828940/|titolo=Giro delle Fiandre, trionfo di Sagan. Cancellara, resa tra gli applausi|sito=repubblica.it|autore=Luigi Panella|data=3 aprile 2016|accesso=10 aprile 2016}}</ref> La settimana successiva prende parte alla [[Parigi-Roubaix 2016|Parigi-Roubaix]]; a 45 chilometri dal traguardo, nel settore di pavé di [[Mons-en-Pévèle]], scivola e cade rovinosamente a terra, coinvolgendo altri corridori: riuscirà ciò nonostante a riprendersi e a completare la sua ultima gara sulle pietre al 40º posto.<ref>{{cita web|url=http://www.gazzetta.it/Ciclismo/10-04-2016/parigi-roubaix-hayman-vince-volata-boonen-terzo-stannard-cancellara-sagan-150182566141.shtml|titolo=Parigi-Roubaix, Hayman vince in volata su Boonen|sito=gazzetta.it|autore=Alessandro Conti|data=10 aprile 2016}}</ref><ref>{{cita webvideo|url=http://video.gazzetta.it/cancellara-velodromo-festa-caduta-un-eroe-pave/0385060a-ff44-11e5-9793-c50a831aacbc|titolo=Cancellara al velodromo: festa e... caduta di un eroe del pavé|sito=video.gazzetta.it|data=10 aprile 2016}}</ref>
 
In maggio è al via del [[Giro d'Italia 2016|Giro d'Italia]]:<ref>{{cita web|url=http://it.eurosport.com/ciclismo/giro-d-italia/2016/tra-i-capitani-del-giro-d-italia-il-grande-ritorno-di-fabian-cancellara_sto5453601/story.shtml|titolo=Tra i capitani del Giro d'Italia il grande ritorno di Fabian Cancellara|sito=it.eurosport.com|data=21 aprile 2016}}</ref> disputa con propositi di vittoria la cronometro di apertura di [[Apeldoorn]], ma a causa dell'influenza<ref>{{cita web|url=http://www.gazzetta.it/Giroditalia/2016/it/06-05-2016/giro-d-italia-ancora-febbre-cancellara-partira-penultimo-150501478526.shtml|titolo=Giro d'Italia, notte difficile per Cancellara: ha ancora 37°5 di febbre|sito=gazzetta.it|autore=Ciro Scognamiglio|data=6 maggio 2016}}</ref> non riesce ad andare oltre l'ottavo posto, fallendo l'ultimo assalto alla ''[[Classifica generale (Giro d'Italia)|maglia rosa]]''.<ref>{{cita web|url=http://www.gazzetta.it/Giroditalia/2016/it/06-05-2016/giro-d-italia-sogno-svanito-cancellara-niente-rosa-ma-che-cuore-150507471729.shtml|titolo=Giro d'Italia, il sogno svanito di Cancellara: niente rosa, ma che cuore|sito=gazzetta.it|autore=Mattia Bazzoni|data=6 maggio 2016}}</ref> I persistenti problemi fisici nel prosieguo della corsa lo costringono inoltre al ritiro al termine della nona tappa.<ref>{{cita web|url=http://www.oasport.it/2016/05/giro-ditalia-2016-fabian-cancellara-si-ritira/|titolo=Giro d’Italia 2016: Fabian Cancellara si ritira|sito=oasport.it|autore=Gianluca Santo|data=15 maggio 2016}}</ref> Rientra alle corse al [[Tour de Suisse 2016|Tour de Suisse]] aggiudicandosi la breve cronometro di apertura<ref>{{cita web|url=http://www.gazzetta.it/Ciclismo/11-06-2016/giro-svizzera-cancellara-vince-crono-apertura-1501034929166.shtml|titolo=Giro di Svizzera, Cancellara vince la crono di apertura|sito=gazzetta.it|data=11 giugno 2016}}</ref> e cogliendo un terzo posto nell'ottava frazione. Poco tempo più tardi si conferma per la decima volta in carriera campione nazionale a cronometro sul tracciato di [[Martigny]],<ref>{{cita web|url=http://www.cyclingpro.net/spaziociclismo/results/campionati-nazionali-2016-svizzera-cancellara-saluta-con-l-oro|titolo=Campionati Nazionali 2016, Svizzera: Cancellara saluta con l'oro|sito=cyclingpro.net|autore=Riccardo Zucchi|data=23 giugno 2016}}</ref> per poi partecipare al [[Tour de France 2016|Tour de France]]. La dura corsa a tappe francese risulta avara di successi, con l'elvetico che riesce a mettersi in mostra solamente in occasione della sedicesima tappa quando coglie un sesto posto nella volata di Berna;<ref>{{cita web|url=http://www.repubblica.it/sport/ciclismo/2016/07/18/news/berna_cancellara_sagan-144384356/|titolo=Tour de France, 'sgarbo' a Cancellara: a Berna vince Sagan|sito=repubblica.it|autore=Luigi Panella|data=18 luglio 2016}}</ref> si ritira a tre giorni dal termine della ''Grand Boucle'' con l'obiettivo di affrontare al meglio gli imminenti [[Ciclismo ai Giochi della XXXI Olimpiade|Giochi Olimpici]] di [[Rio de Janeiro]].<ref>{{cita web|url=http://www.cyclingpro.net/spaziociclismo/tour-2016/tour-de-france-2016-ritiro-di-cancellara|titolo=Tour de France 2016, ritiro di Cancellara|sito=cyclingpro.net|autore=Riccardo Zucchi|data=21 luglio 2016}}</ref>
 
Nella rassegna a cinque cerchi, dopo essersi messo a disposizione dei compagni nella esigente [[Ciclismo ai Giochi della XXXI Olimpiade - Corsa in linea maschile|prova in linea]], Cancellara vince l'oro nella [[Ciclismo ai Giochi della XXXI Olimpiade - Cronometro maschile|cronometro]], precedendo di 47" l'olandese [[Tom Dumoulin]] e di 1'02" il britannico [[Chris Froome]] e bissando in tal modo il successo del 2008.<ref>{{cita web|url=http://www.gazzetta.it/Olimpiadi/2016/10-08-2016/rio-crono-uomini-vince-cancellara-oro-dumoulin-argento-froome-bronzo-160685929415.shtml|titolo=Rio, crono uomini: Cancellara vince l'oro e fa il bis prima del congedo|sito=gazzetta.it|data=10 agosto 2016}}</ref><ref>{{cita web|url=http://sport.sky.it/sport/olimpiadi/2016/08/10/rio-crono-uomini-oro-cancellara.html|titolo=Cancellara il signore del Tempo: oro nella crono|sito=sport.sky.it|data=10 agosto 2016}}</ref>
Alle [[Giochi olimpici|Olimpiadi di Rio 2016]], nella prova a cronometro Fabian Cancellara ottiene l'oro, la sua seconda medaglia olimpica, davanti a [[Tom Dumoulin]] e [[Chris Froome]].
 
== Palmarès ==
:[[Campionati svizzeri di ciclismo su strada|Campionati svizzeri]], Prova a cronometro
:20ª tappa [[Tour de France 2008|Tour de France]] ([[Cérilly (Allier)|Cérilly]] > [[Saint-Amand-Montrond]], cronometro)
:[[Ciclismo ai Giochi della XXIX Olimpiade - Cronometro maschile|Giochi olimpici]], Prova a cronometro
{{Colonne spezza}}
* [[2009]] <small>(Team Saxo Bank, nove vittorie)</small>
:7ª tappa [[Tirreno-Adriatico 2015|Tirreno-Adriatico]] ([[San Benedetto del Tronto]], cronometro)
 
* [[2016]] <small>(Trek-Segafredo, seisette vittorie)</small>
:[[Challenge de Mallorca#Trofeo Serra de Tramuntana|Trofeo Serra de Tramuntana]]
:3ª tappa [[Volta ao Algarve 2016|Volta ao Algarve]] ([[Sagres]], cronometro)
:1ª tappa [[Tour de Suisse 2016|Tour de Suisse]] ([[Baar (Svizzera)|Baar]], cronometro)
:[[Campionati svizzeri di ciclismo su strada|Campionati svizzeri]], Prova a cronometro
:[[Giochi Olimpici|XXIIIdella XXXI Olimpiade|Giochi Olimpiciolimpici]], Prova a cronometro
{{Colonne fine}}
 
:Classifica a punti [[Tour de Romandie]]
:Classifica giovani [[Giro dei Paesi Bassi]]
:Criterium di Lyss
:Criterium di Burgdorf
 
* [[2004]] <small>(Fassa Bortolo)</small>
:[[Campionati del mondo di ciclismo su strada 2011 - Cronometro maschile Elite|Copenaghen 2011 - Cronometro]]: 3º
:[[Campionati del mondo di ciclismo su strada 2011 - Gara in linea maschile Elite|Copenaghen 2011 - In linea]]: 4º
:[[Campionati del mondo di ciclismo su strada 2013 - Cronometro a squadre maschile|Toscana 2013 - Cronosquadre]]: 5º
:[[Campionati del mondo di ciclismo su strada 2013 - Cronometro maschile Elite|Toscana 2013 - Cronometro]]: 3º
:[[Campionati del mondo di ciclismo su strada 2013 - Gara in linea maschile Elite|Toscana 2013 - In linea Elite]]: 10º
:[[Campionati del mondo di ciclismo su strada 2014 - Cronometro a squadre maschile|Ponferrada 2014 - Cronosquadre]]: 7º
:[[Campionati del mondo di ciclismo su strada 2014 - Gara in linea maschile Elite|Ponferrada 2014 - In linea Elite]]: 11º
{{Colonne spezza}}
* [[Ciclismo ai Giochi olimpici|Giochi olimpici]]
:[[Ciclismo ai Giochi della XXVIII Olimpiade - Cronometro maschile|Atene 2004 - Cronometro]]: 10º
:[[Ciclismo ai Giochi della XXVIII Olimpiade - Corsa in linea maschile|Atene 2004 - In linea]]: ''ritirato''
:[[Ciclismo ai Giochi della XXVIII Olimpiade - Cronometro maschile|Atene 2004 - Cronometro]]: 10º
:[[Ciclismo ai Giochi della XXIX Olimpiade - Corsa in linea maschile|Pechino 2008 - In linea]]: 2º
:[[Ciclismo ai Giochi della XXIX Olimpiade - Cronometro maschile|Pechino 2008 - Cronometro]]: '''vincitore'''
:[[Ciclismo ai Giochi della XXX Olimpiade - Cronometro maschile|Londra 2012 - Cronometro]]: 7º
:[[Ciclismo ai Giochi della XXXI Olimpiade - Corsa in linea maschile|Rio de Janeiro 2016 - In linea]]: 34º
:[[Ciclismo ai Giochi della XXXI Olimpiade - Corsa in lineaCronometro maschile|Rio de Janeiro 2016 - Cronometro]]: '''vincitore'''
{{Colonne spezza}}
*[[UCI ProTour]]/[[Calendario mondiale UCI]]/[[UCI World Tour]]
:[[UCI ProTour 2005]]: 42º
:[[UCI ProTour 2006]]: 22º
5 996

contributi