Differenze tra le versioni di "Pallacanestro Chieti"

nessun oggetto della modifica
La '''Pallacanestro Teate S.S.D. A R.L. Chieti''' è la società di [[pallacanestro]] maschile di [[Chieti]]. Assume la denominazione di "Proger Chieti" dal nome dello sponsor principale. Ha inoltre in "Furie" il proprio nome di battaglia. È l'erede di una tradizione cestistica che a Chieti dura dal dopoguerra, con alterne fortune.
 
Anni "eroici" a parte, l'amore tra Chieti ed il basket sbocciò tra la fine anni sessanta ed i primi anni settanta del secolo appena trascorso, anche e soprattutto per merito di due eccellenti tecnici jugoslavi che si sono alternati sulla panchina teatina: Boris Sinkovic prima e Todor Lazic poi. Seguirono stagioni importanti: il 1974-75 e poi per tre anni dal 1978 al 1981 ha disputato la [[serie A2 (pallacanestro maschile)|serie A2]] con la sponsorizzazione di "Birra Moretti" prima (con allenatore Carlo Rinaldi) e "[http://195.56.77.208/team/?teamid=158 Rodrigo Chieti]" (con allenatore Antonio "Nino" Marzoli) poi. Dopo diversi anni trascorsi nelle categorie minori sempre con la storica denominazione di "Chieti Basket" e avvalendosi del volenteroso e meritorio impegno dei teatini Cesidio Di Masso (tuttora impegnato a livello giovanile) e il mai abbastanza rimpianto Alessandro Giuliani (tragicamente scomparso nel 2008), nel 2004/05 si concretizza un progetto di rilancio della pallacanestro teatina, avviato da Paolo Grilli e proseguito, dopo la promozione in C1, con l'ingresso dell'Ingegner Gianni Di Cosmo in società.
 
Nell'estate 2007 il club acquista il titolo sportivo della [[Roseto Basket|Pallacanestro Roseto]] e prende parte a quattro campionati di [[Divisione Nazionale B|B2]]. Nella stagione 2010/2011, con l'istituto bancario BLS come Main Sponsor, la Pallacanestro Chieti conquista la promozione in [[Divisione Nazionale A]] dopo aver concluso al primo posto la [[regular season]] ed aver superato in finale lo [[Fabriano Basket|Spider Basket Fabriano]], tornando nella terza categoria del basket nazionale dopo un'assenza di 30 anni.
Utente anonimo