Differenze tra le versioni di "Monte Calvo (Gargano)"

nessun oggetto della modifica
(l)
[[File:Gargano.jpg|thumb|upright=1.2|Panorama invernale dal monte Calvo del versante sud.]]
[[File:MonteCalvo.jpg|thumb|upright=1.2|Monte Calvo e l'umidità che lo avvolge saltuariamente in autunno]]
Il '''monte Calvo''' (''mónte Peláte'') è la cima più alta tra quelle che costituiscono il massiccio del [[Gargano]] in [[Puglia]]. Raggiunge un'altitudine di 1065 m (quinta vetta della regione) e ha un'evidente morfologia carsica. Deve il suo nome a una cima completamente brulla, circondata, tuttavia, da imponenti e fitte foreste che ne ricoprono le pendici e si estendono per gran parte del territorio del [[parco nazionale del Gargano]].
 
Fra gli aspetti più interessanti di questo monte sono le numerose [[grotta|grotte]], abitate sin dalla preistoria. Sono stati diversi i ritrovamenti archeologici di reperti riconducibili al [[neolitico]]: parti rudimentali di asce, selci e strumenti di vario tipo confermano la presenza dell'uomo sugli altipiani del [[Gargano]] anche in epoca preistorica e protostorica ([[Dauni|civiltà Dauna]]).
Utente anonimo