Differenze tra le versioni di "Espansione del Canale di Panama"

m
Bot: fix wikilink, replaced: Panamá → Panama (15)
m (Bot: fix categorizzazione Panama using AWB)
m (Bot: fix wikilink, replaced: Panamá → Panama (15))
[[Image:Acpfigure1.jpg|thumb|upright=1.6|Componenti del progetto]]
 
L<nowiki>'</nowiki>'''espansione del Canale di Panama''' è una importante opera di ingegneria che ha raddoppiato la capacità del [[Canale di Panama]] dal [[2016]] (l'opera è stata inaugurata il 26 giugno 2016<ref>[http://video.corriere.it/nuovo-canale-panama-grande-sfida-ed-tutta-tecnologia-italiiana/b0676a60-3af5-11e6-a019-901bc4c9f010] Video Corriere</ref>), permettendo il passaggio di navi più grandi. Il presidente di [[PanamáPanama]] [[Martín Torrijos]] ha presentato il piano il 24 aprile [[2006]] e i cittadini panamensi hanno dato la loro approvazione tramite un [[referendum]] nazionale con il 76,8% di voti a favore il 22 ottobre [[2006]].
 
Il progetto crea una nuova linea di traffico lungo il canale, con la costruzione di una nuova serie di [[Chiusa (ingegneria)|chiuse]]. Il progetto include inoltre i seguenti componenti:
* abbassamento del fondo del canale di navigazione ed innalzamento del livello dell'acqua al massimo livello operativo del [[lago Gatún]].
 
Il 3 settembre [[2007]], dopo l'approvazione del [[Gabinetto]], dell'[[Assemblea nazionale (Panamà)|Assemblea nazionale]] e del [[referendum]] sull'espansione del [[Canale di Panama]], il progetto inizia ufficialmente. [[Martín Torrijos]] ha dichiarato che, grazie all'ampliamento del Canale, Panama si trasformerà in una nazione da [[primo mondo]]. Inoltre, si è previsto che il progetto ridurrà la povertà di [[PanamáPanama]] di circa il 30%.
 
Oltre i confini del canale, l'espansione creerà domanda soprattutto nell'[[East Coast]] inducendo modifiche per i porti capaci di alloggiare le nuove navi (più grandi) che saranno in grado dal 2016 di attraversare il canale: al gennaio [[2012]], nonostante i porti di [[Miami#Il Porto "Cruise Capital of the World"|Miami]] e [[Porto di New York|New York]] siano considerati innovativi, solo quello di [[Norfolk (Virginia)|Norfolk]] in [[Virginia]] è già pronto per queste navi molto più grandi. Anche il [[porto di Liverpool]] si sta adattando: si sta verificando infatti una massiccia espansione che dovrebbe essere completata entro il 2016.
Tutti gli studi di ampliamento del canale dagli [[Anni 1930|anni trenta]] hanno stabilito che l'alternativa più efficace ed efficiente per migliorare la capacità è la costruzione di una terza serie di [[Chiusa (ingegneria)|chiuse]], di dimensioni maggiori rispetto a quelle costruite nel [[1914]]. Nel [[1939]], gli [[USA|Stati Uniti]] hanno avviato la costruzione di [[chiusa (ingegneria)|chiuse]] destinate a consentire il transito di navi commerciali e da guerra, le cui dimensioni eccedevano la grandezza di quelle esistenti. Nel [[1942]], dopo aver fatto avanzare gli scavi in modo significativo, gli americani sospesero la terza parte del progetto, dopodiché si unirono agli [[Alleati della seconda guerra mondiale|Alleati]] nella [[seconda guerra mondiale]].
 
Negli [[Anni 1980|anni ottanta]], la commissione tripartita formata da [[PanamáPanama]], [[Giappone]] e [[USA|Stati Uniti]] ha affrontato nuovamente il problema e, come gli americani nel [[1939]], ha stabilito che una terza serie di [[Chiusa (ingegneria)|chiuse]] con camere più grandi, era l'alternativa più appropriata per aumentare la capacità. Oggi, gli studi sviluppati dall'[[Autorità del Canale di Panama]], come parte del suo piano, confermano che una terza serie di [[Chiusa (ingegneria)|chiuse]], più grandi di quelli esistenti, sono il modo più adatto, redditizio, ed ecologicamente responsabile per aumentare la capacità del canale e per consentire alla rotta marittima panamense di continuare a crescere.
 
Nel corso della sua storia, il canale ha sempre trasformato la sua struttura ed adeguato gli scambi internazionali, i requisiti e le tecnologie di trasporto marittimo. In questo modo, il canale è riuscito ad aumentare la propria competitività in modo sostenibile.
L'apertura del [[Passaggio a Nord Ovest]] al traffico commerciale potrebbe rappresentare un'alternativa a lungo termine. Si pensa che il riscaldamento globale permetta l'apertura del passaggio per periodi sempre maggiori, rendendosi proficua come principale rotta marittima. Tuttavia, il passaggio attraverso il [[Mar Glaciale Artico]] richiederebbe notevoli investimenti in termini di navi di scorta e di porti di sosta. L'industria del trasporto commerciale marittimo canadese non prevede che questo percorso diventi una valida alternativa al [[Canale di Panama]] entro i prossimi 10 o 20 anni.
 
Gli altri due concorrenti principali del [[Canale di Panama]] sono il sistema di trasporto intermodale degli [[USA|Stati Uniti]] e il [[canale di Suez]]. I principali porti e centri di distribuzione di merci in questi percorsi stanno investendo in capacità, posizione e nelle infrastrutture marittime e terrestri per servire le navi container [[Post-Panamax]] e gestire i relativi volumi di carico. Secondo l'[[Autorità del Canale di Panama|ACP]], la crescente tendenza ad utilizzare queste navi in rotte transcontinentali in competizione con il canale è irreversibile. Se così fosse, entro il 2011 il 37% circa della capacità della flotta di [[Nave portacontainer|navi container]] del mondo sarà composta da imbarcazioni che non entrano nel canale corrente, e gran parte di questa flotta dovrà transitare per vie che sono in concorrenza con [[PanamáPanama]].
 
Esiste anche la possibilità della creazione di un canale alternativo a quello di Panama, sempre collocato nella regione dell'Istmo. Tale possibilità, per quanto remota e di certo condizionata da problemi politici ed economici, è usata come azione di pressione nei confronti del canale esistente; se tale canale alternativo venisse realizzato con i parametri delle massime prestazioni, il valore del Canale di Panama verrebbe quasi azzerato. La possibilità di realizzazione di tale alternativa diviene tanto più reale quanto meno è performante il Canale di Panama.
 
La proposta di Panama prevede che il rafforzamento della posizione concorrenziale del canale permetterà di soddisfare la domanda e servire i suoi clienti. Se il canale dovesse avere la capacità di servire la crescente domanda, [[PanamáPanama]] potrebbe diventare il fulcro di connettività più importante del continente, unendo insieme l'istmo di rotte continentali nord-sud con quelle transcontinentali est-ovest. Di conseguenza, il canale continuerà ad essere redditizio e competitivo in tutti i suoi percorsi e settori, e contribuirà in maniera significativa allo sviluppo di [[PanamáPanama]] e alla crescita, pur mantenendo la sua posizione come una delle vie principali del commercio mondiale.
 
=== Previsioni ===
Secondo l'[[Autorità del Canale di Panama|ACP]], il canale raggiungerà la sua massima capacità sostenibile tra il [[2009]] e il [[2012]]. Quando ciò accadrà, esso non sarà in grado di continuare a gestire la crescita della domanda, con conseguente riduzione della competitività del rotta marittima [[PanamáPanama|panamense]].
 
La fine dei lavori di costruzione è prevista per il [[2016]]. L'[[Autorità del Canale di Panama|ACP]] userà tutti i mezzi possibili per allungare la capacità fino a quando la costruzione non sarà completata.
I critici del progetto sostengono che ci sono molti temi ambientali da considerare, come ad esempio il collegamento tra [[El Niño]] e la minaccia del [[riscaldamento globale]] per le forniture d'acqua. L'[[Autorità del Canale di Panama|ACP]] ha commissionato studi da numerosi consulenti riguardanti la fornitura d'acqua e i problemi di qualità. Alcuni di loro, come [[Eric Jackson]] (direttore del quotidiano Internet [[Panama News]]), [[Gonzalo Menendez]] (ex capo dell'[[Autorità nazionale per l'ambiente di Panama]], o ANAM con le sue iniziali spagnole), [[Ariel Rodriguez]] (biologo dell'[[Università degli Studi di Panama]]), [[Grettel Villalaz de Allen]] (ex Vice Ministro dei Lavori Pubblici) e altri sono alcuni dei più importanti critici del piano del canale di espansione dal punto di vista dei problemi di qualità dell'acqua.
 
[[Eric Jackson|Jackson]] sostiene che le dichiarazioni pubbliche dell'[[Autorità del Canale di Panama|ACP]] spesso non corrispondono ai risultati dei loro studi e che gli studi di [[Delft Hydraulics]], [[WPSI Inc.]] e [[DHI (azienda)|DHI]] dicono che non importa quello che viene fatto per attenuare il problema, i bacini a risparmio idrico delle nuove [[chiusa (ingegneria)|chiuse]] aumenteranno l'intrusione di acqua salata nel [[Lago Gatún]], da cui circa la metà della popolazione di [[PanamáPanama]] prende l'acqua potabile. Il metodo scelto per attutire in parte questo problema è quello di "ripulire" le nuove [[chiusa (ingegneria)|serrature]] con acqua fresca, proveniente dal [[Lago Gatún]], ma questo azzera la funzione delle nuove [[chiusa (ingegneria)|chiuse]] a risparmio idrico e solleva interrogativi circa la sicurezza dell'approvvigionamento idrico urbano.
 
Tuttavia, una delle principali organizzazioni ambientali di [[PanamáPanama]], ANCON ([[Associazione nazionale per la conservazione della natura]]), afferma che gli studi e le proiezioni delle operazioni della terza serie di [[chiusa (ingegneria)|chiuse]], compresi i [[Bacino (idraulica)|bacini]] a risparmio idrico, indicano che non ci saranno livelli molto bassi di salinizzazione delle acque del [[Lago Gatún]] e che questi livelli manterranno, da una parte la separazione biologica degli oceani, e dall'altra la [[salvaguardia della biodiversità]] e la qualità dell'acqua per uso umano.
 
== Generazione di posti di lavoro ==
I critici respingono ciò come pura [[demagogia]], facendo notare che da studi propri dell'[[Autorità del Canale di Panama|ACP]], al culmine della costruzione ci saranno meno di 6.000 posti di lavoro creati, e che alcuni di questi posti saranno occupati da stranieri altamente qualificati perché non ci sono panamensi in grado per riempirle.
 
Tra quelli che si oppongono alla proposta di ampliamento del canale vi è SUNTRACS ([[Unione dei lavoratori di costruzione di Panama]]). Il segretario generale dell'unione, [[Genaro Lopez]], sostiene che mentre alcuni lavori di costruzione saranno creati dal progetto, il debito che [[PanamáPanama]] incorre nel costruire una terza serie di [[chiusa (ingegneria)|chiuse]] non sarà preso a carico da un maggiore utilizzo del canale e quindi una parte consistente dei ricavi andrà verso il pagamento del debito, riducendo i contributi del canale al fondo generale del governo nazionale e riducendo a sua volta i soldi per progetti stradali, scuole pubbliche, protezione della polizia e degli altri servizi governativi.
 
I critici sostengono anche che il progetto non dispone di un piano di sviluppo sociale di accompagnamento. L'allora presidente [[Martin Torrijos|Torrijos]] da allora ha accolto la richiesta di svilupparne uno con la mediazione del [[Programma delle Nazioni Unite per lo Sviluppo]].
* gli ex presidenti [[Martin Torrijos]] (il progetto è stato approvato sotto la sua guida), [[Mireya Moscoso]] e [[Ernesto Pérez Balladares]];
* il presidente [[Ricardo Martinelli]] (che è entrato in carica durante la costruzione del progetto);
* l'ex sindaco di [[PanamáPanama (città)|Panama City]] [[Juan Carlos Navarro (imprenditore)|Juan Carlos Navarro]];
* [[Rubén Blades]], uomo politico, avvocato, cantante e attore;
* cantanti come [[Mach and Daddy]] e [[Karen Peralta]];
* [[Stanley Heckadon]], ex direttore dell'agenzia [[INRENARE]], predecessore dell'[[Autorità nazionale per l'ambiente]];
* campioni del Mondo di pugilato di [[PanamáPanama]], come [[Roberto Vásquez|Roberto "The Spider" Vásquez]], [[Celestino Caballero|Celestino "Pelenchín" Caballero]] e [[Roberto Durán]];
* atleti di [[PanamáPanama]], come [[Carlos Lee]], [[Mariano Rivera]], [[Roberto Vasquez]], [[Vicente Mosquera]], [[Ricardo Cordoba]] e [[J.R. Pinnock]];
* L'ex [[Miss Universo]] [[Justine Pasek]], lo scrittore [[Rosa María Britton]], e la pittrice [[Olga Sinclair]];
* I clienti del canale, molte delle industrie marittime e la comunità imprenditoriale;
 
== Argomentazioni contro ==
L'ex presidente [[Jorge Illueca]], l'ex sub-amministratore della Commissione del Canale di Panama [[Fernando Manfredo]], il consulente dei trasporti [[Julio Manduley]], l'imprenditore e industriale [[George M. Richa]] dicono che l'espansione non è necessaria, essi sostengono che la costruzione di una mega-porta sul lato del [[Oceano Pacifico|Pacifico]] sarebbe di per sé sufficiente a soddisfare la probabile domanda futura. Tale porta sarebbe la seconda (la prima si trova a Los Angeles) nel [[Oceano Pacifico|Pacifico]] [[statunitense]] ad essere profonda abbastanza per gestire navi [[post-Panamax]]. Visto che [[PanamáPanama]] è già una via commerciale naturale, sarebbe capace di gestire la movimentazione di [[container]] dal lato del [[oceano Pacifico|Pacifico]] a quello dell'[[Oceano Atlantico|Atlantico]] tramite ferrovia, dove contenitori dovrebbero essere ricaricati ad altre navi per la distribuzione in tutto il mondo.
 
Inoltre, le seguenti organizzazioni e persone si oppongono al progetto:
* Il [[Council on Hemispheric Affairs]] (COHA) ha dichiarato in un comunicato stampa che sotto il [[governo Torrijos]], l'espansione del [[Canale di Panama]] che non potrà soddisfare le esigenze della maggior parte dei panamensi. Molti dei benefici saranno legati agli interessi commerciali di ragionieri, banchieri e avvocati del paese, così come le loro controparti negli [[USA|Stati Uniti]] e nel commercio mondiale. Dicono anche che la dilagante corruzione dell'amministrazione e di altri difetti sollevano interrogativi sulla capacità di [[PanamáPanama]] di supervisionare un progetto enorme. Il [[Council on Hemispheric Affairs|COHA]] ha ricevuto alcune lettere che indicano gli errori concreti e prevede di modificare la sua dichiarazione in risposta;
* L'ex presidente [[Guillermo Endara]] e [[Vanguardia Moral de la Patria]], il suo partito conservatore, orientato molto sul business che ottiene normalmente circa il 10% dei voti;
* La maggior parte della sinistra panamense e la maggior parte del movimento operaio, tra cui CONUSI ([[Unione Sindacato Nazionale Indipendente]]) e FRENADESO ([[Fronte Nazionale per la difesa dei diritti sociali ed economici]]);
3 038 982

contributi