Differenze tra le versioni di "Fontana del Tritone"

Etichetta: Modifica da applicazione mobile
Al di là della perfezione tecnica, dell'armonia compositiva e del gusto artistico, che fanno della fontana del Tritone una delle più belle e più visitate di Roma, Bernini qui impiegò per la prima volta un particolare espediente, che poi sfruttò di nuovo in seguito con successo nonostante le molte critiche: si tratta della base cava del gruppo scultoreo principale. Contrariamente a quanto sempre realizzato fino ad allora, il gruppo centrale non poggiava infatti su un balaustro o un pilastro centrale, ma su una struttura (nello specifico, le code dei delfini) che lasciava un vuoto al centro, così da conferire maggiore slancio ed eleganza alla composizione.
{{clear}}
== Collegamenti ==
{{metroroma|linea=A|Barberini}}
== Note ==
<references/>
 
== Bibliografia ==
* {{Cita libro |autore = Sergio Delli |titolo = Le fontane di Roma |editore = Schwarz & Meyer Ed. |città = Roma |anno = 1985 |sbn = IT\ICCU\URB\0587611 |cid = Sergio Delli}}