Differenze tra le versioni di "Obelisco dell'Immacolata"

(Annullata la modifica 81778155 di 151.41.230.22 (discussione))
La guglia fu eretta a metà Settecento per volere del [[Compagnia di Gesù|gesuita]] padre Francesco Pepe su progetto di [[Giuseppe Genoino]] grazie ad una colletta pubblica.<ref name=T152>{{Cita|Touring Club|p. 152}}</ref> Essa insiste al centro della cosiddetta "insula gesuitica" che si instaurò a Napoli a partire dalla fine del Cinquecento e che durò fino al primo decennio del Seicento, quando sorsero in quell'area prima la chiesa del Gesù Nuovo (intorno al 1600), il [[palazzo delle Congregazioni]] (1592) e la [[casa Professa dei Padri Gesuiti]] (1608).
 
L'obelisco rimpiazzòfu innalzato nel luogo in cui sorgeva una precedente scultura equestre dedicata a [[Filippo V di Spagna|Filippo V]], opera di [[Lorenzo Vaccaro]] del 1705 che servì per celebrare la visita fatta in città da parte del re spagnolo, avvenuta qualche anno prima.<ref name=T152/> Il monumento era durato pochissimo in quanto fu distrutto nel [[1707]], quando le truppe austriache entrarono in città decretando di fatto la fine del governo spagnolo a Napoli.
 
Ogni anno, l'8 dicembre, dai pompieri viene posta in cima alla statua una corona di fiori in onore dell'Immacolata Concezione.