Apri il menu principale

Modifiche

82 byte aggiunti ,  3 anni fa
 
== Storia ==
Il fondatore dell'emittente fu l'ing. [[Pietrangelo Gregorio]] che intese creare una struttura alternativa a quella [[Stato|statale]], e dedicata integralmente a [[Napoli]] ed alla [[Campania]]. Il nome dell'emittente deriva dal primo canale [[Ultra high frequency|UHF]] (il 21, appunto) impiegato per le sue trasmissioni. Dopo un primo periodo di assestamento, Canale 21 divenne un punto di riferimento nel variegato e sempre più affollato panorama delle emittenti libere partenopee, proponendo trasmissioni sempre all'avanguardia, sia nel campo dell'intrattenimento (si ricordaricordano ad esempio, "''C'era una volta il festival"'', ideato e condotto da [[Egisto Sarnelli]], e ''Stasera Napoli...'', programma di [[Mario Trevi (cantante)|Mario Trevi]]) che in quello dell'informazione. Fu anche la prima tv privata napoletana a trasmettere, nelle ore notturne, anche alcuni "strip-tease", spesso con modelle non professioniste, cosa molto apprezzata dal pubblico dell'epoca.
 
Inoltre negli anni '90 la rete trasmetteva nella fascia mattutina molte serie animate di successo tra cui [[Daitarn 3]], [[Vultus V]], [[Trider G7]], [[Danguard]], [[Gordian]], [[Hurricane Polymar]], [[Carletto il principe dei mostri]], [[Daltanious]], [[Fantaman]], [[Grand Prix e il campionissimo]], [[Tom Story]], [[Judo Boy]], [[Superkid]] e molti altri.
Utente anonimo