Differenze tra le versioni di "Campagna dell'Africa Orientale Italiana"

m (aggiornamento sintassi del template {{references}})
== La guerra ==
{{citazione|Assistiamo all'inizio di un processo di riparazione e punizione dei torti tale da ricordarci come, sebbene le macine di Dio stritolino adagio, stritolino in particelle finissime|Affermazione di [[Winston Churchill]] durante un suo discorso alla Camera dei Comuni nel febbraio 1941 per riferire sugli sviluppi dell'offensiva britannica in Africa orientale<ref>A. Mockler, ''Il mito dell'impero'', p. 430.</ref>}}
Il 10 giugno [[1940]] l'[[Italia fascista]] dichiarò guerra a [[Francia]] e [[Regno Unito]]. L'11 giugno l'Italia fa bombardare dalla sua aviazione [[Port Sudan]] e [[Aden]]<ref>[[Martin Gilbert]], ''La grande storia della seconda guerra mondiale'', Mondadori, pag. 107</ref>.
 
La mattina del 13 giugno tre [[Caproni]] italiani bombardarono la base aerea al forte di [[Wajir]] in Kenya. I velivoli britannici erano ancora in fase di riscaldamento e si stavano preparando al decollo; i Caproni bombardarono il forte, il campo di atterraggio, e gli alloggi nelle vicinanze.
Utente anonimo