Differenze tra le versioni di "Legio II Flavia Constantia"

m
m (Bot: fix citazione web (v. discussione))
m (Bot: fix sezioni standard)
La ''Notitia'' elenca tra le truppe del ''[[comitatus]]'' del ''[[magister militum]] per Orientem'' una '''II ''Flavia Constantia Thebaeorum''''':<ref>[[s:la:http://la.wikisource.org/wiki/Notitia_dignitatum_partibus_orientis_-_I_XX#VII|''Notitia dignitatum partibus orientis'' vii.10]].</ref> questa unità era stata certamente ottenuta distaccando alcune truppe dalla II ''Flavia Constantia'' negli anni compresi tra il [[325]] ed il [[350]].<ref>J.R.González, ''Historia de las legiones Romanas'', Madrid 2003, p.471.</ref> La creazione della nuova unità potrebbe essere ricondotta all'imperatore [[Teodosio I]] e alla sua politica di inserire alcune popolazioni barbare all'interno dell'organico dell'esercito romano: le truppe barbare sarebbero state mischiate ad altre prelevate dalla legione egiziana, e inviate a presidiare la [[Macedonia (provincia romana)|Macedonia]], ponendo il proprio comando a [[Tessalonica]].<ref>[[Zosimo (storico)|Zosimo]], ''Storia nuova'', IV, 30-31.</ref>
 
== Voci correlate ==
*[[Elenco di legioni romane]]
== Note ==
<references/>
 
== Bibliografia ==
* {{cita web|http://www.livius.org/le-lh/legio/ii_flavia_constantia.html|Lendering, Jona, "Legio II Flavia Constantia", ''Livius.org''}}
* Ritterling, Emil, "Legio", ''Realencyclopädie of Klassischen Altertumswissenschaft'', 1925, p.&nbsp;1467, nella traduzione di Jeroen Pelgrom, [http://www.romanarmy.com/cms/content/view/29/114/ RomanArmy.com]
 
== Voci correlate ==
*[[Elenco di legioni romane]]
 
== Altri progetti ==
{{Legioni romane III-IV secolo}}
 
{{Portale|Esercito romano|Guerraguerra|storia}}
 
[[Categoria:Legioni comitatensi]]
2 883 793

contributi