Apri il menu principale

Modifiche

m
Annullate le modifiche di 84.221.150.236 (discussione), riportata alla versione precedente di Botcrux
 
Morì nel 1535, a soli 38 anni, dopo un'agonia durata una settimana, in casa di [[Ricciarda Malaspina]], marchesa di Massa, dove era stato colto da un improvviso malore. Si parlò di oscuri intrighi alla corte del duca [[Alessandro de' Medici (duca di Firenze)|Alessandro de' Medici]] e si disse che fosse stato avvelenato per non aver voluto propinare lui il veleno al cardinale [[Giovanni Salviati]].<ref>Vedi Virgili 1881, pp. 481-507.</ref> Non vi sono elementi certi né per affermare né per negare.
 
 
 
 
 
PIRIPONZIO
 
== Opere ==
 
La sua vita e la sua opera sono arruffate e contraddittorie. Dietro la sua maschera giocosa visse con tormento il conflitto fra ciò che era e ciò che doveva e voleva essere (un buon cristiano). A essere un buon cristiano non riuscì mai; eppure ci provò, specialmente quando, «fatto teatino e romito» e «digiunando in pane et in acqua» seguì a Verona un uomo «dabbene» per vedere se il suo esempio poteva sconfiggere la sua «poltroneria».<ref>Lettera alla duchessa Caterina Cybo, Verona 10 ottobre 1528, in ''Francesco Berni'' 1999, pp. 475-476.</ref> In una delle sue ultime lettere affermava con amarezza: «non ho fatto mai alli dì miei cosa buona».<ref>Lettera a Luigi Priuli, da Fiorenza, senza data, in ''Francesco Berni'' 1999, p. 507.</ref>
 
 
 
 
 
E penzu caaaa
 
== Note ==
46 197

contributi