Differenze tra le versioni di "Pierrot"

559 byte rimossi ,  4 anni fa
Etichette: Modifica da mobile Modifica da web per mobile Modifica visuale
{{nd}}
{{F|teatro|agosto 2015}}
[[File:Paul Legrand by Charles-Michel Geoffroy.jpg|thumb|lrft|230px|Il Pierrot [[Paul Legrand]], [[mimo]] dell'[[XIX secolo|Ottocento]].]]
'''Pierrot''' è una [[maschera (commedia dell'arte)|maschera]] nata in Italia verso la fine del Cinquecento.
 
 
Gli Sticotti reinventarono e diedero nuova vita a questo personaggio adattandolo al gusto dei francesi e poi del pubblico delle corti europee. Nella versione francese Pierrot perse le caratteristiche di astuzia e doppiezza proprie dello Zanni per diventare il [[mimo]] malinconico innamorato della [[luna]], quello che compare con il nome di Gilles nel celebre quadro di [[Antoine Watteau]].
[[File:Paul Legrand by Charles-Michel Geoffroy.jpg|thumb|lrft|230px|Il Pierrot [[Paul Legrand]], [[mimo]] dell'[[XIX secolo|Ottocento]].]]
 
Il mimo [[Jean-Gaspard Debureau]] ([[1796]]-[[1846]]), rappresentò il Pierrot ottocentesco dal [[1826]] al Théâtre des Funambules. La vita di Debureau ispirò al regista cinematografico francese [[Marcel Carné]] il personaggio di Baptiste del film ''[[Amanti perduti|Les enfants du Paradis]]''.
 
Debureau definì le caratteristiche che in seguito ne definirono l'iconografia: un ampio abito bianco con bottoni neri e un piccolo cappello nero sul viso dipinto di bianco.
 
==Pierrot nella cultura di massa==
La cantautrice statunitense [[Lady Gaga]] ha richiamato la maschera di Pierrot per la copertina e per il videoclip di ''[[Applause (singolo)|Applause]]'', presente in ''[[Artpop]]''. Il cantante inglese David Bowie compare travestito da Pierrot nel videoclip della canzone Ashes To Ashes e sulla copertina dell'album ''[[Scary Monsters (and Super Creeps)]]'' dal quale è stata estratta la canzone.
Pierrot viene anche citato nella canzone "luna" di Gianni Togni e in "Niente trucco stasera" di [[Renato Zero]].
 
==Bibliografia==