Differenze tra le versioni di "Metodio I"

m
Bot: codifica, sostituzione o rimozione di caratteri unicode per spazi tipografici particolari, removed: (3)
m (Bot: codifica, sostituzione o rimozione di caratteri unicode per spazi tipografici particolari, removed: (3))
}}
 
 
== Biografia ==
Di famiglia benestante, nacque a [[Siracusa]] alla fine dell'[[VIII secolo]]. Venne inviato molto giovane a Costantinopoli per proseguire gli studi in diritto. Invece qualche anno dopo entrò in un [[monastero]] della Bitinia e si fece monaco, Fondò quindi un monastero nell'[[Chio (isola)|isola di Chio]] nell'[[Mar Egeo|Egeo]].
Il Papa inviò poi una lettera al nuovo imperatore, [[Michele II l'Amoriano|Michele II, detto il balbuziente]], chiedendogli di reinsediare Metodio, legittimo patriarca di Costantinopoli. Nella città, però, infuriava ancora la controversia e al suo arrivo venne accusato di aver forzato la mano al Pontefice, perorando la causa dell'[[iconodulia]]: venne allora imprigionato per circa nove anni in condizioni disumane, fino alla morte dell'imperatore.
 
Avendo anche rimproverato il figlio e successore di quest'ultimo, [[Teofilo (imperatore)|Teofilo]], fu sottoposto ad ulteriori sevizie.
Alla morte dell'imperatore Teofilo, nell'842, la reggente [[Teodora Armena|Teodora]], reintrodusse la venerazione delle immagini, depose il patriarca iconoclasta [[Giovanni VII di Costantinopoli|Giovanni Grammatico]] e fece eleggere Metodio al suo posto.
 
 
Durante il suo breve patriarcato Metodio si dimostrò conciliante con la fazione iconoclasta anche se in alcuni casi dovette ricorrere alla scomunica di monaci irriducibili.
 
 
== Culto ==
3 010 690

contributi