Differenze tra le versioni di "Cinnamomum verum"

La medicina [[Ayurveda|Ayurvedica]] e quella cinese la usano per i problemi mestruali, nel trattamento delle [[febbre|febbri]], in alcuni disturbi intestinali (contribuisce a rallentare l'attività di fermentazione e di lievitazione intestinale che provocano gonfiore, flatulenza e cattiva digestione) e per i problemi legati al freddo in quanto ha un effetto riscaldante. L'olio essenziale di cannella ha una forte attività [[antimicotico|antimicotica]] e favorisce la circolazione periferica se frizionato sulla pelle.
 
La stampa aA fine giugno 2011 ha riportato che, alcuni ricercatori dell'Università di Tel Aviv avrebbero scopertorilevato che ununa somministrazione nel tempo di estratto di cannella su modelli animali (una popolazione di ''topi''), in presenza di altre determinate condizioni patologiche preesistenti, può contribuire in alcuni soggettiindividui predisposti ad un parziale rallentamento nello sviluppo della [[malattia di Alzheimer]]. Lo studio, pubblicatonon eseguito in ''vitro'' o su Plosuna One,popolazione daldi dottoresseri Michaelumani, Ovadiaè estato colleghipubblicato deldal Dipartimento di Zoologia dell'UTA.<ref name="Frydman-Marom-2011">{{Cita pubblicazione | cognome = Frydman-Marom | nome = A. | coautori = A. Levin; D. Farfara; T. Benromano; R. Scherzer-Attali; S. Peled; R. Vassar; D. Segal; E. Gazit; D. Frenkel; M. Ovadia | titolo = Orally administrated cinnamon extract reduces β-amyloid oligomerization and corrects cognitive impairment in Alzheimer's disease animal models. | rivista = PLoS One | volume = 6 | numero = 1 | pp = e16564 | anno = 2011 | doi = 10.1371/journal.pone.0016564 | pmid = 21305046 }}</ref> L'estratto è chiamato CEppt ed è stato provato su topi geneticamente modificati<ref>[http://www3.lastampa.it/benessere/sezioni/medicina-naturale/articolo/lstp/409359/ Articolo di La Stampa 30 giugno 2011]</ref>.
 
La cannella inoltre potrebbe aiutare a rallentare o invertire la progressione della malattia di Parkinson. A renderlo noto sarebbero stati i membri del Rush University Medical Centre, i quali hanno condotto una nuova ricerca, basata su un campione di topi con malattia di Parkinson. Dalla ricerca sarebbe emerso che i composti contenuti nella cannella potrebbero effettivamente invertireattenuare e annullare ialcuni cambiamenti biomeccanici, cellulari e anatomici che avvengono nel cervello di chi soffre della malattia di Parkinson.
 
Da qualche tempo gli adolescenti USA fanno la gara della ''Cinnamon Challenge'' ingoiando un cucchiaio di polvere di cannella. Questa pratica può danneggiare la salute<ref>[http://healthland.time.com/2012/03/30/cinnamon-challenge-popular-with-teens-proves-risky/?iid=obnetwork 'Cinnamon Challenge': The Risky Game Sending Teens to the Hospital | Healthland | TIME.com<!-- Titolo generato automaticamente -->]</ref>: Infatti nella cannella è presente una sostanza caustica che nell'apparato respiratorio potrebbe dare seri problemi.
Utente anonimo