Differenze tra le versioni di "Faccia visibile della Luna"

standardizzo e correggo
(→‎Nomi: in realtà è stato scoperto del ghiaccio in alcuni punti della superficie quindi è meglio precisare che manca acqua liquida.)
Etichette: Modifica da mobile Modifica da applicazione mobile
(standardizzo e correggo)
Questo fenomeno è conosciuto anche come [[risonanza spin-orbita]] ed è comune alla maggior parte dei [[satelliti naturali]] che compongono il [[sistema solare]].
 
La parte visibile corrisponde al {{tutto attaccato|59 %}} del suolo lunare; questo fenomeno prende il nome di [[librazione]] e ne esistono di tre tipi:
 
*Librazione in longitudine: dovuta al fatto che la [[File:Animated moon.gif|frame|Moto della Luna che spiega il perché dalla Terra si veda sempre la stessa faccia|upright=1.6]] [[Luna]] ruota quasi uniformemente su se stessa ma percorre un'[[orbita]] ellittica più velocemente al [[perigeo]] che all'[[Apogeo (astronomia)|apogeo]] e vista dalla [[Terra]] sembra oscillare in [[longitudine]] rendendo visibile zone leggermente più ad est ed a ovest del margine dell'emisfero.
Un'altra caratteristica della Luna è il mutamento della porzione visibile in un ripetersi di cicli regolari ([[mese sinodico]]); questi cambiamenti prendono il nome di [[Fase lunare|fasi]] e sono prodotte dalla variazione dell'angolo Terra-Luna-[[Sole]] durante il movimento del nostro satellite lungo l'orbita.
 
Avremo quindi un momento in cui la faccia del nostro satellite sarà totalmente in ombra ([[Luna nuova]]), e successivamente aumenterà la superficie visibile fino ad arrivare al massimo ( [[Luna piena]] ) per poi decrescere,gradualmente, e diminuire la zona illuminata. L'intero ciclo dura 29 [[giorni]], 12 [[ore]], 43 [[minuti]] e 11 [[secondi]].
 
Nella fase in cui si presenta come una sottile falce si potrà intravvedere la parte in ombra, in quanto illuminata dalla luce riflessa della Terra ( [[Luce cinerea]] ).
 
Un altro fenomeno è quello della [[Luna rossa (astronomia)|Luna rossa]] ed avviene durante un'[[eclissi]] totale: benché il nostro satellite sia immerso nel cono d'ombra della Terra risulta illuminato dalla luce che attraversa la nostra atmosfera, che, a causa della [[rifrazione]], assume una colorazione rossastra.