Differenze tra le versioni di "Sisto Riario Sforza"

Nel novembre [[1869]], mentre imperversava lo scontro tra il Papato e la Monarchia sabauda, rifiutò di benedire il neonato principe di Napoli – il futuro [[Vittorio Emanuele III]] – e di presenziare al ''Te Deum'' che si svolse nella [[Basilica di San Lorenzo (Napoli)|basilica di San Lorenzo]].<ref>R. Bracalini, ''La regina Margherita'', Milano, Rizzoli, 1983, p. 60</ref>
 
Morì il 29 settembre [[1877]] all'età di 66 anni. È sepolto in una cappella della [[chiesa dei Santi Apostoli (Napoli)|chiesa dei Santi Apostoli]] dal [[1927]], anno in cui le sue spoglie furono traslate dalla tomba dove fu da principio deposto, sita nella [[chiesa di Santa Maria del Pianto (Napoli)|chiesa di Santa Maria del Pianto]].
 
== [[Genealogia episcopale]] ==