Differenze tra le versioni di "Gene Roddenberry"

m
m (aggiornamento sintassi del template {{references}})
m (→‎Star Trek: minima)
Il primo episodio pilota, ''"[[Episodi di Star Trek (serie televisiva) (prima stagione)#Lo zoo di Talos|The Cage]]"'', non raccolse l'approvazione da parte della [[NBC]], che richiese diverse modifiche per mandare in onda altri episodi, come togliere la donna come Primo Ufficiale e il "ragazzo con le orecchie" (Spock). Tuttavia Roddenberry lottò strenuamente per mantenere il personaggio di Spock, che fu poi proposto come Primo Ufficiale del [[James Tiberius Kirk|Capitano Kirk]]. La NBC, in una scelta senza precedenti finanziò comunque un secondo pilota. La serie debuttò l'8 settembre 1966 e durò tre stagioni, anche se gli ascolti con il tempo calarono e dopo la terza stagione la serie venne cancellata. Nel 1970, la [[Paramount]] propose a Roddenberry di acquistare lui tutti i diritti di Star Trek, tuttavia Roddenberry non poteva permettersi il prezzo di 150&nbsp;000 dollari, cifra considerevole all'epoca (quasi un milione di dollari nel XXI secolo).<ref name="davies2007">{{Cita libro | titolo=NBC: America's Network | capitolo=The Little Program That Could: The Relationship Between NBC and Star Trek | editore=University of California Press | autore=Michele Hilmes, Michael Lowell Henry | anno=2007 |lingua=en| urlcapitolo=http://books.google.com/books?id=lhmw637JRgUC&pg=PA209#v=onepage&q&f=false | isbn=0-520-25079-6}}</ref><ref>{{Cita web|autore=Gene Roddenberry|url=https://web.archive.org/web/20060924140423/http://www.ex-astris-scientia.org/misc/40_years/trek_pitch.pdf|titolo=Star Trek is..|data=11 marzo 1964|lingua=en|accesso=4 luglio 2014}}</ref><ref>{{Cita|Orsini|p. 21}}.</ref>
 
Roddenberry aveva una visione ottimistica del futuro, e come disse anche in seguito [[Brannon Braga]], co-produttore di Star Trek assieme a [[Rick Berman]] dopo la morte di Roddenberry, sosteneva che, come l'umanità si era creata i propri problemi, usando l'intelligenza in futuro li avrebbe risolti, con il passare dei secoli. Rifiutò anche l'intromissione della religione, come volevano i dirigenti del network televisivo, che suggerivano la presenza di un cappellano a bordo dell'[[nave stellare|Enterprise]]. Per Roddenberry non era giusto non considerare le altre religioni, in un mondo dove erano presenti innumerevoli razze aliene con ognuna le proprie credenze. Nella seconda serie, ''[[Star Trek: The Next Generation]]'' (TNG), risulta ancor più evidente il generale "[[ateismo]]" riguardo agli aspetti religiosi di Star Trek. TNG riflette maggiormente i concetti e la visione di Roddenberry sul futuro dell'umanità: il giovane Capitano Kirk, talvolta maschilista e violento, fu sostituito dal paziente ed erudito Capitano Picard .<ref name=Bio>{{Cita web|url=http://www.nndb.com/people/503/000022437/|titolo=Gene Roddenberry|editore=nndb.com|lingua=en|accesso=8 luglio 2014}}</ref>
 
Dopo l'apparente iniziale insuccesso della serie originale Roddenberry ebbe qualche difficoltà, in parte anche a questioni economiche legate al divorzio dalla moglie avvenuto nel 1969. Tuttavia nonostante la cancellazione il mondo futuro di Star Trek aveva preso piede tra diversi gruppi di fan, chiamati [[Trekkie|trekker]], che negli anni settanta iniziarono a riunirsi in convegni di appassionati. Roddenberry assieme alla Paramount sviluppò così una [[Star Trek (serie animata)|serie animata]] nella prima metà degli anni settanta che ottenne un discreto successo. Successivamente si pensò ad una seconda serie dal titolo ''[[Star Trek: Phase II]]'', tuttavia la Paramount decise che, visto il successo al cinema di ''[[Star Wars]]'', sarebbe stato meglio produrre un film, uscito poi nel 1979, ''[[Star Trek: The Motion Picture]]''. Nonostante la critica fosse stata tiepida, il film fu un successo al botteghino e, considerando l'[[inflazione]], è stato il secondo film di Star Trek che ha più incassato tra quelli usciti fino al 2014, dopo il [[Star Trek (film 2009)|film del 2009]] di [[J. J. Abrams]].<ref>{{Cita web|url=http://www.boxofficemojo.com/franchises/chart/?id=startrek.htm|editore=boxofficemojo.com|titolo=Star Trek|accesso=8 luglio 2014}}</ref>
 
Roddenberry produsse altri quattro film, mentre ideava negli anni ottanta la seconda e fortunata serie, ''[[Star Trek: The Next Generation]]''. Egli smise tuttavia di scrivere storie della ''Next Generation'' dopo la terza stagione, anche per l'aggravarsi della sua malattia cardiovascolare. Il richiamo del suo nome per i fan della serie era tuttavia notevole e la Paramount occultò la notizia che Roddenberry non era più coinvolto con la produzione della serie, che peraltro andrà in onda in prima tv per altri tre anni dopo la sua morte.<ref>{{Cita libro|autore=Henry Jenkins, John Tulloch|titolo=Science Fiction Audiences: Watching Star Trek and Doctor Who|editore=Taylor & Francis|lingua=en|anno=1995|isbn= 978-0-203-99339-2}}</ref>