La violenza: quinto potere: differenze tra le versioni

Nessun oggetto della modifica
 
== Trama ==
La costruzione di una [[diga]] in [[Sicilia]] scatena interessi e appetiti inconfessabili che trovano immediata ripercussione in una [[faida]] tra due [[cosca|cosche]] mafiose che appoggiano due diversi gruppi di potere, l'una facente capo al costruttore Barresi, che aspira ad assicurarsi l'[[appalto]] dei lavori, l'altra all'ingegnere Crupi, un ricco proprietario terriero, che in seguito alla realizzazione del progetto perderebbe i suoi agrumeti. Dopo una lunga serie di delitti dei quali sono vittima non solo alcuni membri delle [[cosca|cosche]] rivali, ma anche molti innocenti, si arriva al processo che vede imputati esponenti di maggiore e minore spicco delle due [[clan|organizzazioni mafiose]]. Dei due unici imputati decisi a confessare, uno vienemuore costretto a uccidersisuicida in carcere, l'altro viene fatto passare per [[demenza|demente]]. Sono così soltanto due figure minori a pagare per tutti gli altri, che invece vengono assolti.
 
== Collegamenti esterni ==
Utente anonimo