Differenze tra le versioni di "Argomenti"

44 byte aggiunti ,  5 anni fa
m
Alessandro Pavolini, ministro della Cultura popolare al tempo della chiusura del periodico
(qualche integrazione)
m (Alessandro Pavolini, ministro della Cultura popolare al tempo della chiusura del periodico)
[[File:Cesare Luporini.jpg|thumb|left|upright=0.6|Cesare Luporini]]
'''''Argomenti''''' è stata una [[rivista letteraria]] mensile fondata [[Firenze]] nel 1941, diretta da [[Alberto Carocci]] e [[Raffaello Ramat]], che cessò le pubblicazioni dopo il nono numero, nello stesso anno d'esordio.<ref name="Diz_letteratura">''Dizionario della letteratura italiana contemporanea'', vol.1, p. 65, riferimenti in Bibliografia.</ref>
La chiusura avvenne per decreto del [[Ministero della Cultura Popolare]], allora diretto da [[Alessandro Pavolini]], che aveva aveva ritenuto oltraggiose le allusioni e i sottintesi di vari articoli, tra cui ''Esistenza'' di [[Cesare Luporini]].<ref name="CIRCE">CIRCE, Catalogo informatico riviste culturali, riferimenti e link in Collegamenti esterni.</ref>
 
La rivista, il cui primo numero uscì nel marzo 1941, stampato nella tipografia fiorentina dei Fratelli Parenti,<ref name="CIRCE"/> nacque dalle precedenti esperienze di ''[[Solaria]]'' (1926-36) e ''[[La Riforma letteraria]]'' (1936-39),<ref name="Diz_letteratura"/> periodici che lo stesso Carocci aveva diretto. ''Argomenti'' si proponeva di dar voce a una critica al [[regime fascista]], sia pure espressa, come obbligavano i tempi, in modo velato e indiretto e, a volte, celando gli autori dietro pseudonimi e sigle.<ref name="CIRCE"/>
52 198

contributi