Differenze tra le versioni di "Numero surreale"

ref libro
Etichette: Modifica da mobile Modifica da web per mobile
(ref libro)
</ref> che contiene i [[numero reale|numeri reali]] e anche numeri infiniti e [[numero infinitesimo|infinitesimi]], rispettivamente maggiori o minori in [[valore assoluto]] di qualunque numero reale positivo. Per questo motivo i numeri surreali sono algebricamente simili ai numeri [[numero superreale|superreali]] e [[numero iperreale|iperreali]].
 
La definizione e la costruzione dei surreali sono dovute a [[John Horton Conway]], ed esemplificano la sua originalità e la sua inventiva. Furono introdotti da [[Donald Knuth]] in un libro del [[1974]] dal titolo ''Surreal Numbers: How Two Ex-Students Turned on to Pure Mathematics and Found Total Happiness'' (esiste anche una traduzione italiana del testo,<ref>{{cita editalibro|autore=Donald dallaE. FrancoAngeli, il cuiKnuth|wkautore=Donald Knuth|titolo è ''=Numeri surreali : come due ex-studenti scoprirono la matematica pura e trovarono la vera felicità''|città=Milano|editore=FrancoAngeli|anno=2016|annooriginale=1974|isbn=9788891728012}}</ref>). Questo libro è un breve racconto matematico, e va notato che è uno dei rari casi in cui una nuova idea matematica viene prima presentata in un lavoro di fantasia. Nel suo libro, che ha la forma di dialogo, Knuth ha coniato il termine ''numero surreale'' per quegli oggetti che Conway, in origine, aveva semplicemente chiamato ''numeri''. A Conway piacque il nuovo nome tanto che, in seguito, lo adottò. Conway ha descritto i numeri surreali e li ha usati per analizzare i giochi nel suo libro del [[1976]] dal titolo ''[[On Numbers and Games]]''.
 
== Costruzione dei numeri surreali ==
21 180

contributi