Differenze tra le versioni di "UnicoCampania"

mod. minore
(→‎Storia: Il vecchio biglietto)
(mod. minore)
}}
 
Il '''Consorzio UNICOCAMPANIA''' si occupa della gestione della tariffazione per il trasporto pubblico locale nella [[Regione Campania]].
 
L'obiettivo è offrire agli utenti la massima accessibilità alla rete del trasporto pubblico locale, mettendo a loro disposizione un'ampia gamma di titoli di viaggio in grado di soddisfare le esigenze di ciascuno.
La storia dell'integrazione in Campania si è così evoluta:
 
*19 dicembre [[1994]]: nasce il Consorzio come Consorzio Napolipass;
*1º febbraio [[1995]]: viene introdotto “GiraNapoli” e l'integrazione del sistema di trasporti racchiude l'area urbana di Napoli e le 7 aziende che vi operano;
*18 ottobre [[2000]]: nasce “UNICO Napoli & Provincia”, con l'integrazione tra Napoli e 43 Comuni e un bacino d'utenza di 2.300.000 abitanti;
*1º ottobre [[2001]]: parte “UNICOCAMPANIA” con l'integrazione tra Napoli e 162 Comuni e un bacino d'utenza di 3.500.000 abitanti;
*1º gennaio [[2003]]: si estende “UNICOCAMPANIA” a tutta la Regione, con l'integrazione tra Napoli e tutti i 550 Comuni e un bacino d'utenza di 5.630.000 abitanti. Sono 14 le aziende di TPL consorziate che, complessivamente, racchiudono il 78% dell'offerta regionale su gomma e il 100% dell'offerta regionale su ferro.
*1° gennaio [[2015]]: il ticket integrato "UNICOCAMPANIA" viene abolito, esso è sostituito dal "TIC: Ticket Integrato Campania" affiancato dai ticket aziendali, le zone di fascia oraria e le tariffe vengono modificate e viene istituito un sistema operante misto di ticket aziendali e ticket integrati in regime di concorrenza.
 
== Attività ==
Utente anonimo