Differenze tra le versioni di "Satyricon (film 1969)"

m
Correzioni inesattezze circa le vicende giudiziarie del film. Revisione ortografica
m (Correzioni inesattezze circa le vicende giudiziarie del film. Revisione ortografica)
|premi =
}}
'''''Satyricon''''' è un [[film]] del [[1969]] diretto da [[Gian Luigi Polidoro]] con [[Ugo Tognazzi]], [[Don Backy]] e [[Franco Fabrizi]]. È ispirato a ''[[Satyricon]]'', opera latina di [[Petronio Arbitro]].
 
La trama del Satyricon riprende in maniera parodistica l'Eneide virgiliana. Le peripezie che Encolpio subisce richiamano quelle subite da Enea, ma encolpioEncolpio è vittima del dio della fecondità, Priapo, che causa, con effetti comici, crisi di impotenza al protagonista.
 
== Produzione ==
 
== Distribuzione ==
Il film uscì nelle sale inquattro contemporaneamesi alprima del ''[[Fellini Satyricon|Fellini-''Satyricon]]'' di [[Federico Fellini]] (1969). Il magistrato [[Vittorio Occorsio]] ne dispose presto il sequestro con l'accusa di oscenità, soprattutto per l'impiegole nelscene ruolosessualmente di Gitoneesplicite in scenecui aera temacoinvolto sessualeanche delll'attore Francesco Pau, cheall'epoca alquattordicenne, momentonel delleruolo ripresedi aveva quattordici anniGitone. Al sequestro seguì una scia di censure e accuse, che oscurano i pregi del film, come la memorabile interpretazione di [[Ugo Tognazzi]], a cui fu affidata provocatoriamente la parte del ricco e rozzodi [[libertoTrimalcione|Trimalchyone]] Trimalcione.
 
== Voci correlate ==
6

contributi