Apri il menu principale

Modifiche

nessun oggetto della modifica
I magazzini, alti sette-otto piani<ref name="cfr. p. es. ib"/>, sorretti da [[Palafitta|palafitte]] di fondamento [[legno]] di [[quercia]], con la sovrastruttura di [[laterizio]] rosso (secondo l'[[architettura]] tipica delle città [[Lega anseatica|anseatiche]]) ed abbelliti con torrette e [[Pinnacolo|pinnacoli]], servivano per lo [[stoccaggio]] di merci di vario genere, quali [[caffè]], [[tè]], [[spezie]], [[cacao]], [[tabacco]], [[rum]], [[tappeto|tappeti]] orientali, ecc.<ref>cfr. p. es. A.A. V.V., ''Germania del Nord'', Touring Club Italiano, Milano;<br> Altrogge, Gudrun, op. cit., p. 46; <br> Joanna Egert-Romanowska - Małgorzata Omilanowska, ''Germania'', Dorling Kindersley, London - Mondadori, Milano, 2002, p. 421; <br>http://www.hamburg-tourism.de/sehenswertes/best-of-hamburg/speicherstadt/</ref>
 
La storia della Speicherstadt, che costituisce una delle attrattive principali della città di [[Amburgo]] ed è monumento protetto dal [[1991]], è illustrata nello ''[[Speicherstadtmuseum]] ''che in italiano si potrebbe tradurre come: Museo della città dei magazzini.
 
Il 5 luglio [[2015]] è stata nominata ufficialmente [[patrimonio mondiale dell'umanità]] dell'[[UNESCO]].
 
==Ubicazione==
Utente anonimo