Differenze tra le versioni di "Piazza del Plebiscito"

→‎XX e XXI secolo: ripr. info perdute
(→‎XX e XXI secolo: ripr. info perdute)
[[File:Plaza and church of San Francesco di Paola, Naples, Italy-LCCN2001700916.jpg|thumb|Piazza Plebiscito in una foto a colori scattata tra il 1890 e il 1900]]
L'attuale nome della piazza fu scelto dopo che, il 21 ottobre 1860, un plebiscito aveva decretato l'annessione del Regno delle due Sicilie al [[Regno di Sardegna]].
 
Nel [[1885]] al centro della piazza venne installata una monumentale fontana, elaborata su progetto di [[Federico Travaglini]] in occasione dell'inaugurazione del nuovo acquedotto del Serino. Alla cerimonia di attivazione della fontana, avvenuta il 10 maggio, parteciparono re Umberto e la sua consorte Margherita<ref>Francesco Starace, ''L'acqua e l'architettura: acquedotti e fontane del regno di Napoli'', Edizioni del Grifo, 2002</ref>. La fontana, smontata nella prima metà del secolo successivo, ritornò nella piazza cento anni dopo la sua prima installazione, nel [[1985]], in occasione del centenario dell'inaugurazione dell'acquedotto e anche questa volta fu in seguito smontata.<ref>Attilio Wanderlingh, ''Storia fotografica di Napoli: 1985-1993. Dal "grande freddo" degli anni '80 alla svolta di Bassolino'', Intra moenia, 2001 </ref>
 
Nel 1963 un'ordinanza comunale trasformò la piazza in un parcheggio pubblico per far fronte all'incremento incontrollato di autovetture in città.<ref>{{cita libro|autore=Romualdo Marrone|titolo=Guida insolita ai misteri, ai segreti, alle leggende e alle curiosità di Napoli|anno=2015|editore=Newton Compton Editori|ISBN=8854185027}}</ref> La piazza rimase così deturpata (accolse perfino un ampio cantiere per la realizzazione della [[Linea Tranviaria Rapida]] verso la fine degli anni ottanta) fino a quando nel [[1994]], in occasione del vertice dei [[G7]], la giunta [[Antonio Bassolino|Bassolino]] le restituì dignità pedonalizzandola ''in toto''.<ref>{{cita libro|autore=Antonio Bassolino|anno=1996|titolo=La repubblica delle città|p=16|editore=Donzelli Editore}}</ref>