Differenze tra le versioni di "Ricerca e soccorso"

[[File:Aerospatiale HH-65.jpg|thumb|right|Un Dauphin della [[United States Coast Guard]].]]
 
Il compito della ''ricerca e soccorso'' per gli [[Stati Uniti]] oltre che ai mezzi della [[US Navy]] e della [[US Air Force]] è affidata agli elicotteri della [[United States Coast Guard]]. Il mezzo più moderno impiegato è l'[[Aérospatiale SA 365 Dauphin]] nella tipica livrea rossa con la banda bianca. L'equipaggio destinato a tali tipi di velivoli si compone nel pilota, nel copilota e un meccanico di bordo che è anche l'addetto materiale alle operazioni di salvataggio in quanto si occupa di calare il cestello e coordinare il volo (l'[[volo a punto fisso|hovering]]) dell'elicottero per facilitare il recupero del naufrago. Fino al 1985 la procedura di salvataggio precedeva il riaggiungimento del punto del naufragio e l'uso del cestello per il recupero degli uomini in mare; in quell'anno però una missione SAR si tradusse in una tragedia: i naufraghi al limite dell'assideramento nelle fredde acque oceaniche non furono in grado di salire sul cestello e non poterono essere salvati. Fu allora introdotta un'altra figura professionale: quella del ''nuotatore''. Uno specialista capace di tuffarsi con muta e pinne dall'elicottero in hovering per recuperare il naufrago e porlo nel cestello anche se incosciente. Tra gli elicotteri impiegati dalla USCG vi è anche il [[Sikorsky S-70|HH-60J JayHawk]] (una versione appositamente sviluppata dal famoso [[Sikorsky UH-60 Black Hawk|Black Hawk]]) che ha sostituito gli obsoleti [[Sikorsky S-61|HH-3F Pelican]] (elicotteri che erano in grado di [[ammaraggio|ammarare]]).
 
Fino al 1985 la procedura di salvataggio precedeva il riaggiungimento del punto del naufragio e l'uso del cestello per il recupero degli uomini in mare; in quell'anno però una missione SAR si tradusse in una tragedia: i naufraghi al limite dell'assideramento nelle fredde acque oceaniche non furono in grado di salire sul cestello e non poterono essere salvati. Fu allora introdotta un'altra figura professionale: quella del ''nuotatore''. Uno specialista capace di tuffarsi con muta e pinne dall'elicottero in hovering per recuperare il naufrago e porlo nel cestello anche se incosciente. Tra gli elicotteri impiegati dalla USCG vi è anche il [[Sikorsky S-70|HH-60J JayHawk]] (una versione appositamente sviluppata dal famoso [[Sikorsky UH-60 Black Hawk|Black Hawk]]) che ha sostituito gli obsoleti [[Sikorsky S-61|HH-3F Pelican]] (elicotteri che erano in grado di [[ammaraggio|ammarare]]).
 
[[File:Recupero ferito dall'elicottero del SUEM.JPG|right|Operazione di recupero di un ferito portata a termine da un'unità del ''Servizio di Urgenza ed Emergenza Medica''|thumb|left]]
Utente anonimo