Differenze tra le versioni di "Ammaraggio"

m
m (punto a fine nota)
 
===Aviazione commerciale===
Nei voli commerciali (di linea e charter) l'eventualità di un ammaraggio è estremamente remota. La [[Federal Aviation Administration|FAA]], ente di certificazione Statunitense, non richiede neanche che i piloti di linea siano addestrati ad un ammaraggio, regolando invece la distanza massima (in termini di ore di volo) che deve esserci tra un aereo in volo ed un aeroporto idoneo all'atterraggio.<ref name="Brus" /> Ciò nonostante, quasi tutti gli aerei commerciali sono equipaggiati con salvagenti e zattere di salvataggio per l'ipotesi di un ammaraggio, e le modalità di utilizzo di questi apparati sono quotidianamente illustrate ai passeggeri prima di ogni volo. Mentre ci sono stati alcuni ammaraggi coronati da 'successo' (con superstiti) da parte di aerei relativamente piccoli e ad elica, si discute ancora sulla utilità di dette previsioni. Nel dicembre 2002 ''[[The Economist]]'' ha citato un esperto secondo il quale "nessun grande aereo di linea ha mai effettuato un atterraggio di emergenza sull'acqua" in un articolo che si spinge a sostenere che "i salvagente ... non hanno altro scopo se non quello di far star tranquilli i passeggeri".<ref>{{Cita pubblicazione |autore=Unidentified |anno=2002 |mese=dicembre|titolo=Help! There's nobody in the cockpit |rivista=[[The Economist]] |url=http://economist.com/science/displayStory.cfm?story_id=1487553 |accesso=26 giugno 2006}}</ref><ref>{{Cita web |cognome=Smith |nome=Patrick |anno=2003 |url=http://dir.salon.com/story/tech/feature/2003/01/13/askthepilot24/index1.html |titolo=Ask the pilot #24: Can we stop bombs in our baggage? |sito=[[Salon.com]] |accesso=28 giugno 2006}}</ref>
 
Esempi di ammaraggi con superstiti: