Differenze tra le versioni di "Benjamin Constant"

→‎Su Benjamin Constant: Riordinamento del paragrafo
m (→‎Su Benjamin Constant: correzione di un errore di spaziatura)
(→‎Su Benjamin Constant: Riordinamento del paragrafo)
 
Le sue teorie furono applicate alla lettera in [[Portogallo]] nel [[1822]] e in [[Brasile]] nel [[1824]], dove al Re o all'Imperatore erano esplicitamente attribuiti "poteri di moderazione" anziché il potere esecutivo. Altrove (per esempio nello [[Statuto albertino]] del Regno di Sardegna del [[1848]]) il potere esecutivo era nominalmente attribuito al Re ma era esercitabile nella pratica solo dai suoi ministri responsabili.
 
=== Su Benjamin Constant =nella letteratura italiana ==
* Nel [[1962]] il poeta fiorentino [[Mario Luzi]] pubblica ''Lo stile di Constant''<ref>{{Cita libro|autore=Mario Luzi|titolo=Lo stile di Costant|anno=1962|editore=Il Saggiatore|città=Milano|p=|pp=129|ISBN=}}</ref>. La breve silloge consiste in una raccolta di studi sul Constant narratore, da ''Adolphe'' ai ''Quaderni rossi''. In seguito, nel [[1997]], Luzi pubblica il dramma ''Ceneri e ardori'', in cui vengono messe in scena le sue ultime ore di vita.
 
== Opere ==
*''Diari'', tr. di Parolo Serini, Torino, Einaudi, 1969
*''Lettere inedite di Benjamin Constant al Sismondi'', tr. di [[Carlo Pellegrini]], Firenze, Ariani, 1932
 
=== Su Benjamin Constant ===
* Nel [[1997]] [[Mario Luzi]] pubblicò il dramma ''Ceneri e ardori'', in cui vengono rivisitate le ultime ore di vita di Constant.
* Nel 1962 Mario Luzi ha anche pubblicato, ''Lo stile di Constant'', Il saggiatore, Milano. La breve silloge è una raccolta di saggi sul Constant narratore, da ''Adolphe'' a ''Cecile'' ai ''Quaderni rossi''. In questo saggio troviamo il sintagma latino ''In Inconstantia constant'' che giocando con il nome dello scrittore ne definisce il carettere volubile alle passioni.
 
== Note ==
22

contributi