Differenze tra le versioni di "Famiglia Cristiana"

Aggiornamento
m (-fix)
(Aggiornamento)
|proprietà = [[Edizioni San Paolo]]
|sede = [[Milano]] e [[Alba (Italia)|Alba]]
|direttore = [[Antonio SciortinoRizzolo]]
|caporedattore = Roberto Parmeggiani
|sito = [http://www.famigliacristiana.it/ www.famigliacristiana.it]
|ISSN =
 
In politica, ''Famiglia Cristiana'' attualmente tenta di mantenersi indipendente ed equidistante dai due schieramenti, alle volte sostenendo il punto di vista dei cattolici su certi argomenti (sostegno al [[Family Day]] e alla campagna per l'astensione nel [[referendum abrogativi del 2005|referendum sulla fecondazione del 2005]]).
 
Secondo una frase dell'attuale direttore, Sciortino, ''Famiglia Cristiana'' appartiene ad un solo partito "''quello che sta dalla parte della famiglia e della vita''".
 
Nella società, una caratteristica di ''Famiglia Cristiana'' è il risalto dato alle attività di [[associazione (diritto)|associazioni]], personalità e movimenti cattolici.
 
== Le rubriche ==
La rubrica più nota è "''Colloqui col Padre''", in cui i vari lettori inviano le loro lettere ad un [[sacerdote]] (attualmente è il direttore di ''Famiglia Cristiana'', [[Antonio SciortinoRizzolo]]), sui temi di attualità e di costume, per esprimere le proprie opinioni su alcuni articoli inseriti nella rivista, ma soprattutto sulle questioni che riguardano la fede cristiana, il suo ruolo nella vita e nei momenti di maggiore difficoltà, il parere della [[Chiesa cattolica|Chiesa]] su questioni di attualità.
 
Molto conosciute sono anche il "''Teologo''", dedicata alle interpretazioni bibliche, a cui ha collaborato anche l'allora [[cardinale]] Ratzinger, in seguito [[Papa Benedetto XVI]], e "''Arrivederci''", la rubrica finale, che tocca temi solitamente ignorati dai [[mezzo di comunicazione di massa|media]] e che fu ideata nella metà degli [[anni 1990|anni novanta]] dalla scrittrice [[Susanna Tamaro]] e guidata ora da Franca Zambonini, giornalista storica di FC.
==Aspetti controversi==
===Critiche dal mondo cattolico===
Alcuni prese di posizioniposizione di ''Famiglia Cristiana'', sono state aspramente criticate da associazioni ed esponenti del mondo cattolico,<ref>[http://www.fattisentire.org/modules.php?name=News&file=article&sid=1758 "Ancora altre perplessità su Famiglia cristiana..."] da www.fattisentire.net.</ref> che in alcuni [[blog]] ha addirittura auspicato l'intervento del [[Vaticano]] contro il settimanale. È stata spesso nominata come "''Fanghiglia cristiana''"<ref>[http://archiviostorico.corriere.it/1994/giugno/15/fanghiglia_cristiana_co_0_94061515028.shtml ''Il Secolo'' contro ''Famiglia cristiana'', articolo de ''Il Corriere della Sera'']</ref> in senso dispregiativo. Sono state anche lanciate campagne di boicottaggio contro il settimanale.
 
* L'aver dedicato una copertina al vincitore del [[Festival di Sanremo 2007]], [[Simone Cristicchi]], con il brano ''[[Ti regalerò una rosa]]'', è stata considerata una mancanza di coerenza da parte della rivista. Cristicchi infatti è autore anche di altri brani molto critici nei confronti della [[Chiesa cattolica]], come ''[[Prete (brano musicale)|Prete]]'', nel quale attribuirebbe al clero cattolico l'alimentare ''la più grande bugia della storia''<ref>[http://www.ilgiornale.it/news/don-sciortino-risponde-papa-pacelli.html A don Sciortino risponde Papa Pacelli] su IlGiornale.it</ref><ref>[http://www.uaar.it/news/2007/03/16/simone-cristicchi-cristianesimo-piu-grande-bugia-della-storia/ Fonte:Sito dell'Unione degli Atei Agnostici e dei Razionalisti]</ref><ref>Cristicchi preciserà poi in un'intervista il senso della sua frase: ''La bugia più grande della storia non è di certo il Cristianesimo in quanto tale, ma ciò che gli uomini hanno fatto delle sue istanze primordiali col passare dei secoli,'' ''[http://oknotizie.virgilio.it/go.php?us=50f54ae1a6712204 Intervista a Simone Cristicchi]'' Marzia Cangiano e Astrid Nausicaa Maragò, ''Libmagazine'', 18 dicembre 2007]</ref>.
*: IlL'allora direttore, don Antonio Sciortino, ha replicato che la canzone vincitrice di Sanremo, indipendentemente dalle idee di Cristicchi, affrontava un tema sociale come quello dei [[manicomio|manicomi]] e delle condizioni dei malati psichiatrici, molto importante e che fosse rilevante che una canzone di questo genere avesse vinto il Festival.<ref>da Famiglia Cristiana n.12 del 25 marzo 2007</ref><ref>[http://www.loccidentale.it/node/54084 Famiglia Cristiana e la trappola del "cattolicesimo fai da te"] Diego Randazzo, L'Occidentale,
2 luglio 2008</ref>
 
* {{citazione necessaria|Lettori cristiani non concordano con la rivista riguardo alla posizione della stessa sulla questione palestinese, che ritengono eccessivamente filo-israeliana.}}
 
Nel [[2005]] ha fatto scalpore la pubblicazione di una pubblicità, dove si vedeva una donna nuda di spalle. Molti lettori hanno protestato e ill'allora direttore, don Sciortino, accogliendo le loro critiche, si scusò con loro.<ref>[http://www.corriere.it/Primo_Piano/Cronache/2005/11_Novembre/07/famiglia.shtml Dal ''Corriere della Sera'': ''Famiglia Cristiana'': «Perdonateci il nudo»]</ref>
 
Nel corso del [[2010]] durante gli scontri fra il [[governo Berlusconi IV|governo Berlusconi]] e ''Famiglia Cristiana'', più volte esponenti di peso del [[Vaticano]] come il portavoce ufficiale [[Federico Lombardi]] o il monsignore [[Rino Fisichella]] hanno voluto ribadire che la posizione del settimanale non è la posizione ufficiale della [[Santa Sede]].
* Don [[Leonardo Zega]] - dal [[1980]] al [[1998]]
* Don Franco Pierini - dal [[1998]] al [[1999]]
* Don [[Antonio Sciortino]] - dal [[1999]] al novembre [[2016]]
* Don [[Antonio Rizzolo]] - dal dicembre 2016 - ''in carica''
 
==Note==