Differenze tra le versioni di "Mariano Ospina Pérez"

 
==La carriera politica==
Entrato nel [[Partito Conservatore Colombiano]] venne presentato dalla dirigenza del partito come candidato alla carica di Consigliere Municipale nel Consiglio Cittadino di [[Medellin]]. Nel [[1915]] divenne Consigliere e nel [[1917]] ottenne un secondo mandato. In quello stesso anno venne eletto Deputato per il Dipartimento di [[Antioquia]]. Nel [[1919]] ottenne l'incarico di Soprintendente per le [[Ferrovie di Antioquia|Ferrocarril de Antioquia]]<ref>Melo, Jorge Orlando; ''Historia de Antioquia'', Editorial Presencia Ltd.; Prima Edizione; Pag. 151; Bogotá, Colombia; Novembre, 1988</ref>. Durante questo mandato si attivò per l'espansione delle linee ferroviarie lungo la zona di produzione del caffè.
Il [[27 febbraio]] [[1921]] suo padre morì mentre si trovava a [[Panama]], e Mariano ne prese il posto come Preside della ''Escuela Nacional de Minas de Medellín'', incarico che mantenne per i successivi due anni. In quello stesso anno si candidò nuovamente Consigliere Municipale e ottenne un altro mandato.<br>
Nel [[1922]] suo zio [[Pedro Nel Ospina]] fu eletto [[Presidenti della Colombia|Presidente della Colombia]] e Mariano Ospina venne eletto Senatore per il quadriennio [[1922]]-[[1926|26]] come rappresentante de Dipartimento di Antioquia. Tra le sue attività durante questo mandato occorre ricordare l'aspra battaglia per l'approvazione del progetto di unificazione del debito estero, che, nonostante avesse numerosi avversari, venne alla fine approvato proprio grazie alla mediazione di Mariano Ospina. Occorre inoltre ricordare il progetto di creazione del ''Banco Agrícola Hipotecario'', convertito in legge nel [[1924]], l'Istituto era finalizzato a finanziare lo sviluppo agricolo del paese, tuttavia quando a questo istituto creditizio venne permesso di finanziare anche attività all'interno delle aree urbane, le risorse dedicate all'agricoltura diminuirono in maniera crescente rendendo fallimentare l'intero disegno.<br>
4 947

contributi