Apri il menu principale

Modifiche

rb niniver
[[File:Chapelle Palatine.jpg|thumb|La [[Cappella Palatina (Palermo)|Cappella Palatina]], a Palermo, la più bella delle chiese fatte costruire da [[Ruggero II di Sicilia]], con porte normanne, archi arabi, cupola bizantina, e il tetto ornato con scritte arabe]]
 
L''''architettura arabo-normanna''' è lo stile del [[architettura|costruire]] proprio dell'[[Normanni|epoca normanna]], che si diffuse principalmente in [[Sicilia]] e nell'[[Italia meridionale]] nel [[XII secolo]]. SiL'aggettivo tratta"''arabo''" dideriva unodalla stileforte prettamenteinfluenza romanicodegli legatoarchitetti alarabi, luogomentre diquello provenienza"''normanno''" deidalla normannicultura definitoe instirpe manierareale precisadominante. comeL'apice dello stile Siculo-Normanno,si cosìconosce comespecialmente accadead inun Gransecolo Bretagnaquasi condalla loconquista stiledella Anglo-Normanno.Sicilia L'aggettivoda "''arabo''"parte derivadei daNormanni, alcuneavvenuta influenzenel islamiche1071, mentrequando quelloi "''normanno''"nuovi dallareali culturacercarono edi stirpecreare realeun dominanteproprio stile architettonico che racchiudesse le varie culture presenti sull'isola. Il nuovo stile racchiudeva principalmentetre lodiversi stilestili; lo [[Architettura romanica|stile romanico]] [[architettura normanna|normanno]] e, lo [[Architettura bizantina|stile bizantino]] e a volte quello islamicoarabo.
 
L'''architettura arabo-normanna'' è una definizione impropria, poiché gli [[arabi]], nomadi per origine e vocazione, non furono mai portatori di una propria architettura, ma assimilarono la cultura mediorientale e neoellenica dei paesi islamizzati durante la loro avanzata, elaborando varie sintesi architettoniche, legate ai diversi imperi: [[Fatimidi]], [[Ziridi]], [[Aghlabidi]], [[Abbassidi]], [[Almoravidi]] ecc. che culminarono con originali tipologie in [[Egitto]], [[Magreb]] e [[penisola iberica]]. Durante il [[Storia della Sicilia normanna|dominio normanno]], in [[Sicilia]] e nell'[[Italia meridionale]] nei secoli XI e XII queste tipologie furono sincretizzate con l'arte dei cristiani ortodossi, bizantini, grecibizantina e antiocheni, e della parte dominate dei cristiani latini: normanni, franchi e britannici, provenzali, lombardi, romani, campani e pugliesi, depositari della cultura romanica nord-europea, campano-cassinese e pugliesenormanna dando luogo ad una fioritura di edifici, capolavori della scuola architettonica siculo-normanna.
 
== Storia ==
L'apice di questa architettura è rappresentata dai monumenti edificati durante il regno di Ruggero II, del figlio Guglielmo I e del nipote Guglielmo II tra i secoli XI e XII.
 
== Architettura e influenzeInfluenze artistiche ==
[[File:Palermo-San-Giovanni-bjs-2.jpg|thumb|upright=1.4|left|La [[Chiesa di San Giovanni degli Eremiti]] a [[Palermo]].]]
[[File:Cefalù dal monte.JPG|left|thumb|Il duomo visto dalla Rocca di Cefalù]]
[[File:Arabischer Maler der Palastkapelle in Palermo 002.jpg|thumb|Ruggero II raffigurato in una tavola dipinta del tetto a Muqarnas in stile arabo, Cappella Palatina.]]
L'architettura siculo normanna non deriva da una mescolanza di stili ma da una originale elaborazione di temi derivanti dalle civiltà euro mediterranee medievali.
 
=== Architettura romanica normanna ===
[[File:Arco Normanno, Mazara.jpg|thumb|Tipico arco a sesto acuto normanno presente presso le mura civiche di [[Mazara del Vallo]].]]
Dell'architettura romanica normanna troviamo la pianta basilicale a croce latina (tre navate e transetto triabsidato) e sopratutto architetture su modelli cluniacensi, con prospetto serrato da massicce torri campanarie e come nel Duomo di Cefalù architetture anglo-normanne legate alla zona absidale con doppia volta costolonata. Di impronta tipicamente normanna è la costruzione massiccia di mura e merlatura nelle chiese da renderle simile a fortezze. Le grandi cattedrali sono caratterizzate da un verticalismo tipicamente nordico che pone il transetto più elevato rispetto alla navate della chiesa, diffuso particolarmente nelle chiese della Val Demone. I chiostri rappresentano uno dei più grandi esempi europei di scultura romanica legati a diverse scuole dalla Normandia alla Provenza ma anche l'Italia meridionale. Decorazioni geometriche che prendono il nome di "[[Bastoni rotti|bastoni rotti]]"(baton brises) e zoofitomorfe di derivazione normanna.
Nell'architettura fortificata l'utilizzo dell'opus gallicum; tecnica edilizia che combinava il legno e la pietra; e della "motta", una zona sopraelevata artificiale; e i "donjon", primi castelli costituiti da una residenza e torre difensiva su un unico edificio. Altre tipologie costruttive come il deambulatorio a [[cappelle radiali]] è presente solo in età normanna nell'Italia meridionale e si diffonde solo in quelle aree prima della conquista della Sicilia.
 
=== Influenza bizantina ===
 
=== Influenza musulmana ===
TraLa gliprobabile elementipresenza distintividi dell'architetturaarchitetti islamicaislamici introdottirichiamati inalla corte normanna di [[Sicilia]] duranteintroduce ildiversi periodostilemi diarabi dominazionenella musulmananuova nascente architettura in particolare palaziale. Tra gli elementi distintivi troviamo gli archi a sesto acuto ogivale (una tecnicatecniche costruttiva già presente innel [[Egitto]] e in [[PersiaMaghreb]]), le cupolette con decorazioni a stalattiti (''[[muqarnas]]''), ed alveoli dipinti, capitelli [[fatimidi]] e cornici epigrafiche coronate da merlature artisticamente traforate. In Sicilia gli archi a sesto acuto sono ogivali e non acquistano mai la particolare forma a ferro di cavallo presente nel resto dei paesi islamizzati.
 
=== ArchitetturaInfluenza romanica normanna ===
[[File:Arco Normanno, Mazara.jpg|thumb|Tipico arco a sesto acuto normanno presente presso le mura civiche di [[Mazara del Vallo]].]]
Dell'architettura romanica troviamo la pianta basilicale a croce latina (tre navate e transetto triabsidato), con prospetto serrato da massicce torri campanarie. Decorazioni geometriche e zoofitomorfe di derivazione normanna.
 
== Esempi di architettura siculo-normanna ==