Differenze tra le versioni di "Mito dei cacciatori"

m
m (wikilink e titolo)
m (→‎I miti greci del lupo: corr. wikilink)
Molto più complessa è un'altra leggenda della mitologia greca in cui si narra della fondazione di [[Micene]].
 
È la storia di due gemelli [[Acrisio]] e [[Preto]], così diversi tra di loro che cominciarono a litigare già nel ventre materno. Appena furono adulti lottarono per stabilire chi dei due dovesse regnare sulla loro città, [[Argo]]. Vinse Acrisio e Preto dovette emigrare in [[Licia (regione storica)|Licia]], nella terra dei '''Lupi'''.
La leggenda continua narrando che la figlia di Acrisio, [[Danae]], fu sedotta da Zeus e concepì un figlio a cui fu dato nome [[Perseo (mitologia)|Perseo]]. Quando Acrisio scoprì il nipote Perseo ebbe timore per il suo regno e lo fece rinchiudere in una piccola arca che abbandonò ai flutti del mare. Un pescatore di nome [[Dictis]] raccolse il bimbo e lo allevò come fosse suo figlio. Divenuto adulto Perseo venne a conoscenza della sua origine e decise di riconquistare il trono di Argo. Giunto nella città, dopo aver superato molti ostacoli, trovò che Arcisio era ben disposto nei suoi confronti ed anzi era pronto a consegnargli pacificamente il trono. Si organizzò dunque una grande festa della pace, ma durante la festa, giocando insieme ad altri giovani, Perseo scagliò con grande forza un disco verso il luogo dove si trovava Acrisio. Il disco roteò nell'aria, colpì e uccise il vecchio re. Pentito, Perseo si allontanò da Argo e fondò la città di [[Micene]].
 
21 731

contributi