Differenze tra le versioni di "Tallo"

925 byte aggiunti ,  3 anni fa
m
Annullate le modifiche di 80.104.17.134 (discussione), riportata alla versione precedente di Adalhard Waffe
Etichette: Modifica da mobile Modifica da web per mobile
m (Annullate le modifiche di 80.104.17.134 (discussione), riportata alla versione precedente di Adalhard Waffe)
* tallo ad organizzazione sifonocladale: quando l'alga è pluricellulare, ma ogni cellula è plurinucleata (es. [[Valonia]] e [[Caulerpa]]).
* talli eterotrichi: formati da intrecci di filamenti cellulari, come in [[Coleochaete]].
* talli [[cormoide|cormoidi]]: nei quali la complessità è tale da poter distinguere strutture analoghe a foglie (filloidi), fusti (cauloidi) e radici (rizoidi). Esempi di talli cormoidi si trovano tra le alghe rosse [[Antithamion]], le alghe brune [[Laminaria]], le alghe verdi [[Chara (botanica)|Chara]]. Secondo molti botanici, ananche i muschi sarebbero propriamente da considerare tallofite ad organizzazione [[cormoide]].
 
Nei [[fungi|funghi]] si osservano diversi tipi di tallo, microscopico ed unicellulare in alcuni [[Chytridiomycota]] e nei lieviti, mentre nei funghi più evoluti il tallo è rappresentato da un micelio filamentoso.
 
Si distingue:
* tallo asettato: corpo vegetativo dei funghi ''[[Chytridiomycota]]'' e ''[[Zygomycota]]'', caratterizzato da ife prive di setti;
* tallo settato: detto micelio settato, è tipico degli ''[[Ascomycota]]'' e ''[[Basidiomycota]]'' ed è costituito da ife settate. Le cellule fungine sono divise da pareti, detti setti, tra una cellula e l'altra; queste ife settate sono comunque cenocitiche (come le asettate) perché, nonostante la presenza del setto, può avvenire il passaggio del citoplasma o di altri organelli grazie alla presenza di strutture e sottili pori centrali posti nella parete dei setti.
 
== Bibliografia ==
28 611

contributi