Differenze tra le versioni di "Toxoplasmosi"

Errore di ortografia
(→‎Segni e sintomi: Corretta grammatica)
Etichette: Modifica da mobile Modifica da applicazione mobile
(Errore di ortografia)
La principale forma di prevenzione consiste nel preparare e cuocere adeguatamente gli alimenti. Si raccomanda inoltre che le donne in gravidanza non puliscano le cucce dei gatti.<ref name=CDC2015Pre>{{Cita web|titolo=Parasites - Toxoplasmosis (Toxoplasma infection) Prevention & Control|url=http://www.cdc.gov/parasites/toxoplasmosis/prevent.html|accesso=22 agosto 2015|data=10 gennaio 2013}}</ref> Nelle persone altrimenti sane, non è solitamente necessario alcun trattamento. Durante la gravidanza, possono essere prescritti la [[spiramicina]] o la [[pirimetamina]]/[[sulfadiazina]] e l'[[Acido folico|acido folinico]].<ref name=CDC2014Tx>{{Cita web|titolo=Parasites - Toxoplasmosis (Toxoplasma infection) Resources for Health Professionals|url=http://www.cdc.gov/parasites/toxoplasmosis/health_professionals/index.html#tx|accesso=22 agosto 2015|data=14 aprile 2014}}</ref>
 
Fino a metà della popolazione mondiale è infettattainfettata da toxoplasmosi, ma risulta asintomatica.<ref name="Global threat">{{Cita pubblicazione|coautori= Flegr J, Prandota J, Sovičková M, Israili ZH |titolo= Toxoplasmosis--a global threat. Correlation of latent toxoplasmosis with specific disease burden in a set of 88 countries |rivista= PLoS ONE |volume= 9 |numero= 3 |pp= e90203 |data= March 2014 | pmid = 24662942 | pmc = 3963851 | doi = 10.1371/journal.pone.0090203 |citazione= Toxoplasmosis is becoming a global health hazard as it infects 30-50% of the world human population.}}</ref> Negli [[Stati Uniti]], circa il 23% della popolazione ha il parassita,<ref name="JonesPariseFiore2014">{{Cita pubblicazione|coautori= Jones JL, Parise ME, Fiore AE |titolo= Neglected parasitic infections in the United States: toxoplasmosis |rivista= Am. J. Trop. Med. Hyg. |volume= 90 |numero= 5 |pp= 794–9 |anno= 2014 | pmid = 24808246 | pmc = 4015566 | doi = 10.4269/ajtmh.13-0722 }}</ref> un dato che in alcune zone del mondo arriva fino al 95%.<ref name=CDC2015Epi/> Circa 200.000 casi di toxoplasmosi congenita si verificano ogni anno.<ref>{{Cita pubblicazione|cognome1=Torgerson|nome1=PR|cognome2=Mastroiacovo|nome2=P|titolo=The global burden of congenital toxoplasmosis: a systematic review.|rivista=Bulletin of the World Health Organization|data=1º luglio 2013|volume=91|numero=7|pp=501–8|pmid=23825877|doi=10.2471/blt.12.111732}}</ref> Il parassita è stato descritto per la prima volta nel 1908 da [[Charles Nicolle]] e [[Louis Manceaux]]. Nel 1941, la trasmissione durante la gravidanza, da madre a bambino, è stato confermata.<ref name=Ferguson_2009>{{Cita pubblicazione|autore= Ferguson DJ |titolo= Toxoplasma gondii: 1908-2008, homage to Nicolle, Manceaux and Splendore |rivista= Memórias Do Instituto Oswaldo Cruz |volume= 104 |numero= 2 |pp= 133–48 |anno= 2009 | pmid = 19430635 | doi = 10.1590/S0074-02762009000200003}}</ref>
 
== Epidemiologia ==
Utente anonimo