Differenze tra le versioni di "Concilio di Arles (314)"

nessun oggetto della modifica
}}
 
Il '''concilio di Arles''' è un [[concilio]] della [[Chiesa (comunità)|Chiesa cristiana]] celebrato ad [[Arles]] in [[Gallia]] nel mese di agosto del [[314]].
Il '''concilio di [[Arles]]''' si tenne nel [[314]]. Fu organizzato dall'imperatore [[Costantino I]] a causa dello scisma [[Donatismo|donatista]] che durava in [[Africa]] da circa un decennio, in seguito al rifiuto di un folto gruppo d'intransigenti vescovi africani di riconoscere Ceciliano, [[vescovo di Cartagine]], consacrato da Felice, un vescovo presunto "traditore" che nella persecuzione [[diocleziano|dioclezianea]] aveva destinato le [[Sacre Scritture]] al rogo<ref>{{cita web|url=http://www.homolaicus.com/storia/antica/cristianesimo_primitivo/svolta_costantiniana.htm|titolo=La svolta costantiniana|accesso=25/08/2015}}</ref>.
 
Il '''concilio di [[Arles]]''' si tenne nel [[314]]. Fu organizzato dall'imperatore [[Costantino I]] a causa dello scisma [[Donatismo|donatista]] che durava in [[Africa]] da circa un decennio, in seguito al rifiuto di un folto gruppo d'intransigenti vescovi africani di riconoscere Ceciliano, [[vescovo di Cartagine]], consacrato da Felice, un vescovo presunto "traditore" che nella persecuzione [[diocleziano|dioclezianea]] aveva destinato le [[Sacre Scritture]] al rogo<ref>{{cita web|url=http://www.homolaicus.com/storia/antica/cristianesimo_primitivo/svolta_costantiniana.htm|titolo=La svolta costantiniana|accesso=25/08/2015}}</ref>.
 
Il [[sinodo]] condannò i donatisti. Esso minacciò anche di [[scomunica]] tutti i soldati che volevano disertare dalle armate imperiali: il che tornava comodo a Costantino nella sua lotta contro [[Licinio]].