Differenze tra le versioni di "Nuova Accademia del Cimento"

 
== La nascita ==
Fu soltanto nel 1801 che Firenze tornò ad avere la sua accademia grazie all’appoggio del governo provvisorio della Toscana formato dal triumvirato Giovanni De Ghores, Francesco Chiarenti e Enrico Pontelli  e con il decreto del 27 febbraio si ripristinava ufficialmente nel museo toscano l’ estinta accademia seicentesca<ref>{{Cita pubblicazione|autore=|anno=1801|titolo=<Gazzetta Universale, 1801>|rivista=|città=Firenzep. 180|volume=|numero=23|p=180|cid=}}</ref>: 
{{Citazione|Il Governo Toscano considerando che l’Accademia del Cimento, stabilita in Firenze verso la metà del XVII secolo, sommamente onorò la Toscana, sì per essere stata la prima Accademia delle Scienze in Europa, sì per avere molto avanzata dopo il Galileo, sulle rovine della antica scolastica, la nuova Filosofia; considerando inoltre che il Granduca Leopoldo aveva determinato di farla risorgere nel Museo di Storia Naturale e Fisica
Decreta:
 
== Bibliografia ==
{{Cita pubblicazione|autore=|nomeanno=Ugo|cognome=Schiff1801|titolo=IlGazzetta Museo di storia naturale e la Facoltà di scienze fisiche e naturali di Firenze : note storiche sullo stato delle scienze in Firenze sotto i Lorena; pubblicazione postuma a cura del prof. Mario BettiUniversale|rivista=Archeion|editore=Leonardo Da Vinci|città=RomaFirenze|volume=9|numero=|pp=290-324|cid=SchiffGazzetta Universale, 19281801}}
 
{{Cita pubblicazione|autore=|nome=Ugo|cognome=Schiff|titolo=Il Museo di storia naturale e la Facoltà di scienze fisiche e naturali di Firenze : note storiche sullo stato delle scienze in Firenze sotto i Lorena; pubblicazione postuma a cura del prof. Mario Betti|rivista=Archeion|editore=Leonardo Da Vinci|città=Roma|volume=9|numero=|pp=290-324|cid=Schiff, 1928|anno=1928}}
 
{{Cita libro|autore=|nome=Renato|cognome=Pasta|titolo=Scienza politica e rivoluzione: l'opera di Giovanni Fabbroni (1752-1822) intellettuale e funzionario al servizio dei Lorena|anno=1989|editore=L.S.Olschki|città=Firenze|p=|pp=|cid=Pasta, 1989|ISBN=88-222-3653-X}}
121

contributi