Apri il menu principale

Modifiche

miglioramenti
LaUna '''cinquecentina''' è un'edizione [[libro]]a [[stampa|stampato]] neldel [[XVI secolo]]. I più antichi libri stampatia stampa, cioè quelli realizzati fino all'anno [[1520]], possono essere, oltre che cinquecentine,definiti anche [[incunabolo|incunaboli]] (o ''quattrocentine''), ossia libri scritti con la tecnica della [[stampa a caratteri mobili]].
 
==Descrizione==
LaNel [[XVI secolo]] la città dove si sviluppò maggiormente la stampa dei libri fu [[Venezia]]. La presenza di capitali e materie prime, prima fra tutte la carta, permetteva agli stampatori - fra cui il famoso [[Aldo Manuzio]] - di portare a compimento numerose iniziative [[Editoria|editoriali]]. L'alto livello culturale della committenza lagunare, assieme al vasto contesto di libertà civili di cui godeva la cittadinanza[[repubblica veneziana]], permisero tale significativo sviluppo.
 
A Venezia, data l'effervescenza culturale dell'ambiente, giunsero [[stampatore|stampatori]] da ogni parte d'[[Europa]]: dalla [[Germania]], dalla [[Francia]], come il celebre [[Nicolas Jenson]], nonché da varie regioni italiane. Ciascun [[tipografo]] adottò un particolare segno grafico detto "[[Marca (marketing)|marca]]", che identificava le singole copie stampate come di sua produzione. Oggi tale marca è utilizzata come strumento di [[classificazione bibliologica]] dei testi sopraper iidentificare qualiciascuna vennecopia appostastampata.
 
Dai loro torchi uscivano libri rari di differenti tipologie: testi antichi di [[diritto]], libri rari di [[medicina]], costosi [[messale|messali]] finemente decorati e [[libro liturgico|libri liturgici]], maclassici anchedella classici[[letteratura latina]], testi universitari, opuscoli d'occasione, fogli volanti dicon argomenti[[notizia|notizie]] di attualità o contenenti [[preghiera|preghiere]], libri rari ristampati e testi sui più vari argomenti, sia in [[lingua latina|latino]] che in [[Lingua volgare|volgare]].
 
Le [[tiratura|tirature]] andavano dalle poche centinaia di copie sino a tremila eed piùoltre. VersoNel la fine del [[XVXVI secolo]] lafurono mediadati eraalle distampe mille/millecinquecentoin copie.Europa Nelqualcosa [[XVI secolo]] si parla dicome 17.000 titoli dati alle stampe,; secondo altre valutazioni di 30.000 o addirittura di 50.000.
 
== Bibliografia ==
 
* L. Baldacchini, ''Cinquecentina'', Roma, [[Associazione Italiana Biblioteche|Aib]], 2003
* T. F. Ascarelli, M. Menato, ''La tipografia del '500 in Italia'', Firenze, [[Leo S. Olschki]], 1989