Apri il menu principale

Modifiche

nessun oggetto della modifica
L'antifascismo non aderisce in sé a una particolare ideologia politica. Comunque tra le principali forze politiche e sociali antifasciste di questo periodo si possono indicare:
* Le forze di matrice liberale (spesso anche italiane) dei governi, partiti, movimenti, singole persone di ispirazione liberale che furono esautorati dal fascismo (a proposito si può ricordare il "[[Manifesto degli intellettuali antifascisti]]" di [[Benedetto Croce]], esponente del [[Partito Liberale Italiano|pensiero liberale italiano]]);
* Le frange del [[movimento operaio]] di ideali [[socialismo|socialisti]], [[anarchia|anarchici]] e/o [[comunismo|comunisti]], ma anche quelli legati al [[Partito Popolare Italiano (1919)|Partito Popolare Italiano]] e al [[Partito Repubblicano Italiano]]. La funzione dell'opposizione del mondo operaio al fascismo è stata sottolineata da molti fra i più importanti ''leader'' antifascisti<ref>A tale proposito [[Piero Gobetti]]: ''La borghesia ha perso ogni funzione propositiva, è una classe parassita che si è adagiata e aspetta tutto dallo Stato; si blocca così ogni istanza di rinnovamento: la funzione liberale e libertaria è assunta dal proletariato''.</ref>;
* Le [[sistema parlamentare|democrazie parlamentari]] opposte alle [[potenze dell'Asse]]. In particolare la [[Gran Bretagna]], la [[Francia]] e gli [[Stati Uniti d'America|Stati Uniti]], dopo un'iniziale accondiscendenza verso il fascismo, proseguita con atteggiamento accomodante fino alla [[Conferenza e accordo di Monaco|Conferenza di Monaco]] del 1938, passarono all'azione militare che portò alla distruzione dei regimi fascisti in [[Germania]], [[Italia]] e negli altri paesi europei direttamente intervenuti nella [[seconda guerra mondiale]];
* L'[[Unione Sovietica]] che, dopo un iniziale patto di non aggressione con la Germania nazista ([[Patto Molotov-Ribbentrop]]) dopo la [[Conferenza e accordo di Monaco|Conferenza di Monaco]], reagì all'attacco tedesco portato con l'''[[Operazione Barbarossa]]'' di concerto con le potenze occidentali e i vari movimenti antifascisti;