Differenze tra le versioni di "Giulia Soemia"

 
Giulia divenne ''de facto'' la signora dell'impero, in quanto il giovane adolescente si interessava principalmente di materie religiose. Soemia indulge nelle proprie passioni amorose, e dirige il ''Senaculum'', un consesso di donne sul [[Quirinale (colle)|Quirinale]] che legifera in materia di gioielleria, vestiti, precedenze ed etichetta. Il loro governo non fu popolare, e presto sorse lo scontento nell'impero, finché, nel 222, Mesa, progressivamente allontanatasi da Soemia ed Eliogabalo, decide di far adottare l'altro nipote, Marco Giulio Alessiano Bassiano (meglio noto come [[Alessandro Severo]]), ad Eliogabalo, in modo da far ascendere al trono un personaggio più comodo da manovrare: Giulia cerca di reagire, ma la [[guardia pretoriana]], avendo ricevuto più denaro da Mesa, assassina Soemia ed Eliogabalo: in seguito Giulia fu riconosciuta come nemico pubblico, e il suo nome fu cancellato dai registri.
 
== Voci correlate ==
* [[De mulieribus claris]].
 
== Voci correlate ==
6 395

contributi