Apri il menu principale

Modifiche

Annullata la modifica 86032622 di 82.61.119.156 (discussione)
Il complesso archeologico del sito di Abu Simbel, in egizio ''Meha'',<ref name=Damiano-Appia>Maurizio Damiano-Appia, ''Dizionario enciclopedico dell'antico Egitto e delle civiltà nubiane'', pag.23</ref> è composto principalmente da due enormi [[tempio|templi]] in roccia, detti [[templi rupestri]] ricavati dal fianco della montagna dal [[faraone]] [[Ramses II]] nel [[XIII secolo a.C.]], eretti per intimidire i vicini [[Nubia]]ni e per commemorare la vittoria nella [[Battaglia di Kadesh|Battaglia di Qadesh]].
 
Il sito archeologico fu scoperto il 22 marzo [[1813]]<ref name=Damiano-Appia/> dallo svizzero [[Johann Ludwig Burckhardt]] ma quasi completamente ricoperto di sabbia, fu violato per la prima volta il 1º agosto [[1817]]<ref name=Damiano-Appia/> dall'archeologo italiano [[Giovanni Battista Belzoni]].<ref name=Bresciani>Edda Bresciani, ''Grande enciclopedia illustrata dell'antico Egitto'', pag. 26</ref> Nel [[1979]] è stato riconosciuto come [[patrimonio dell'umanità|pa]]<nowiki/>trimonio dall'[[UNESCO]].
 
== Tempio maggiore ==