Differenze tra le versioni di "Governo Boc I"

6 274 byte aggiunti ,  2 anni fa
aggiunte informazioni
m (correzione appartenenza politica alcuni ministri)
(aggiunte informazioni)
}}
 
Il '''Governo Boc I''' è stato il decimododicesimo governo della [[Romania]] post-comunista., Èil primo della VI legislatura. rimastoRimase in carica dal 22 dicembre [[2008]] fino al 23 dicembre [[2009]] (295 giorni), giorno delle sue dimissioni. Il governo successivo èfu il [[Governo Boc II]].
 
== Cronologia del mandato==
===Conseguenze delle elezioni parlamentari del 2008===
* 16 dicembre [[2008]]: Dopo le dimissioni di [[Theodor Stolojan]] dalle sue caroche di primo ministro, il Presidente rumeno [[Traian Băsescu]], incarica [[Emil Boc]] di formare il nuovo governo.
{{main|Elezioni parlamentari in Romania del 2008}}
* 19 dicembre [[2008]]: [[Emil Boc]], annuncia la formazione del nuovo governo formato da un primo ministro, un vice primo ministro e 18 ministri.
I risultati delle [[elezioni parlamentari in Romania del 2008]] videro un sostanziale pareggio tra le due forze più votate, il [[Partito Democratico Liberale (Romania)|Partito Democratico Liberale (PD-L)]] e il [[Partito Social Democratico (Romania)|Partito Social Democratico (PSD)]] (che concorse in alleanza con il [[Partito Conservatore (Romania)|Partito Conservatore]]). I primi ottennero 115 seggi alla camera dei deputati (con il 32,4% dei voti) e 51 al senato (33,6% dei voti), mentre i secondi ottennero 114 seggi alla camera dei deputati (33,1% dei voti) e 49 al senato (34,1% dei voti)<ref>{{cita web|lingua=ro|editore=Biroul Electoral Central|data=2 dicembre 2008|accesso=19 febbraio 2017|titolo=Alegeri Parlamentare - 30 noiembrie 2008|url=http://www.becparlamentare2008.ro/rezul/part_tara_100.pdf}}</ref><ref>{{cita libro|lingua=en|autore=Dieter Nohlen|autore2=Philip Stöver|titolo=Elections in Europe: A data handbook|pagina=1606-1613|anno=2010}}</ref>. Vista l'impossibilità di formare singolarmente una maggioranza, il PD-L, che aveva ottenuto un risicato vantaggio, si vide costretto ad intavolare le trattative per la formazione di un'ampia coalizione di governo con altre forze politiche.
* 22 dicembre [[2008]]: Il governo, riceve il voto di fiducia da parte del Parlamento, ottenendo la maggioranza (324 sì e 115 no). Sempre nella stessa giornata, il governo presta giuramento nelle mani del Presidente [[Traian Băsescu]].
 
* 13 ottobre [[2009]]: Il governo si dimette dopo 295 giorni dal giuramento.
Il 10 dicembre 2008 il presidente della repubblica [[Traian Băsescu]] incaricò il candidato del PD-L [[Theodor Stolojan]] di formare il governo<ref>{{cita news|lingua=ro|editore=HotNews|data=10 dicembre 2008|accesso=19 febbraio 2017|titolo=Theodor Stolojan, desemnat de Traian Basescu pentru functia de premier|url=http://www.hotnews.ro/stiri-politic-5236065-theodor-stolojan-desemnat-traian-basescu-pentru-functia-premier.htm}}</ref>. Fallita la possibilità di un'alleanza con il [[Partito Nazionale Liberale]] (centro-destra)<ref>{{cita news|lingua=ro|editore=Evenimentul Zilei|data=12 dicembre 2008|accesso=19 febbraio 2017|titolo=Stolojan neagă continuarea negocierilor cu PNL|url=http://www.evz.ro/stolojan-neaga-continuarea-negocierilor-cu-pnl-832110.html}}</ref>, il primo ministro designato si rivolse a PSD e [[Unione Democratica Magiara di Romania]] (rappresentante della minoranza ungherese)<ref>{{cita news|lingua=ro|editore=Evenimentul Zilei|data=12 dicembre 2008|accesso=19 febbraio 2017|titolo=Boc: "PSD cu mandatul, PDL cu promisiunea făcută UDMR"|url=http://www.evz.ro/boc-psd-cu-mandatul-pdl-cu-promisiunea-facuta-udmr-832138.html}}</ref><ref>{{cita news|lingua=ro|editore=Evenimentul Zilei|data=10 dicembre 2008|accesso=19 febbraio 2017|titolo=O nouă rundă de negocieri între PSD şi PDL|url=http://www.evz.ro/o-noua-runda-de-negocieri-intre-psd-si-pdl-831818.html}}</ref>, riuscendo a siglare un accordo con i primi, che portò alla creazione del ''Partenariato per la Romania'', protocollo di collaborazione firmato il 14 dicembre dai segretari di partito [[Emil Boc]] (PD-L) e [[Mircea Geoană]] (PSD)<ref>{{cita news|lingua=ro|editore=HotNews|data=14 dicembre 2008|accesso=19 febbraio 2017|titolo=Emil Boc si Mircea Geoana au semnat Parteneriatul pentru Romania|url=http://www.hotnews.ro/stiri-politic-5254096-video-emil-boc-mircea-geoana-semnat-parteneriatul-pentru-romania.htm}}</ref><ref>{{cita news|lingua=ro|editore=România Libera|data=14 dicembre 2008|accesso=19 febbraio 2017|titolo=PDL si PSD vor guverna fara UDMR|url=http://www.romanialibera.ro/politica/institutii/pdl-si-psd-vor-guverna-fara-udmr-141708}}</ref>.
 
===Ritiro di Stolojan ed incarico ad Emil Boc===
Il 16 dicembre Theodor Stolojan annunciò a sorpresa l'intenzione di deporre il mandato nelle mani del presidente rifiutando, in tal modo, l'incarico di primo ministro. Senza fornire motivazioni politiche per le dimissioni, Stolojan precisò che lasciava il posto ad una più giovane generazione di uomini politici<ref name="stol">{{cita news|lingua=ro|autore=Monica Iordache Apostol|autore2=Lavinia Dimancea|editore=Jurnalul Național|data=16 dicembre 2008|accesso=19 febbraio 2017|titolo=Retragere fără lacrimi / Stolo a făcut Boc|url=http://jurnalul.ro/stiri/politica/retragere-fara-lacrimi-stolo-a-facut-boc-141099.html}}</ref>. Băsescu si dichiarò triste per la decisione di Stolojan ed affidò l'incarico di nuovo primo ministro ad Emil Boc, leader del PD-L ed elemento ritenuto vicino al presidente della repubblica<ref name="stol"/><ref>{{cita news|lingua=ro|editore=Antena 3|data=15 dicembre 2008|accesso=19 febbraio 2017|titolo=Băsescu, "puţin trist": Calitatea de prim ministru desemnat va reveni lui Emil Boc|url=https://www.antena3.ro/politica/basescu-putin-trist-calitatea-de-prim-ministru-desemnat-va-reveni-lui-emil-boc-60240.html}}</ref><ref>{{cita news|lingua=ro|editore=HotNews|data=15 dicembre 2008|accesso=19 febbraio 2017|titolo=Traian Basescu a semnat decretul de nominalizare a lui Emil Boc in functia de premier|url=http://www.hotnews.ro/stiri-politic-5256754-update-traian-basescu-semnat-decretul-nominalizare-lui-emil-boc-functia-premier.htm}}</ref>.
 
Il 19 dicembre 2008 Boc comunicò pubblicamente la formazione del nuovo governo, composto da 18 ministri (9 del PD-L, 8 del PSD e un indipendente), un ministro delegato ([[Victor Ponta]] del PSD ai rapporti con il parlamento) e un vice primo ministro ([[Dan Nica]] del PSD)<ref>{{cita news|lingua=ro|editore=Evenimentul Zilei|data=18 dicembre 2008|accesso=19 febbraio 2017|titolo=S-A FĂCUT GUVERNUL ROŞU/PORTOCALIU|url=http://www.evz.ro/s-a-facut-guvernul-rosuportocaliu-832940.html}}</ref><ref>{{cita news|lingua=ro|editore=Gândul|data=18 dicembre 2008|accesso=19 febbraio 2017|titolo=Micul Boc va domni peste două Guverne de baroni|url=http://www.gandul.info/politica/micul-boc-va-domni-peste-doua-guverne-de-baroni-3669900}}</ref>. Il 22 dicembre il nuovo esecutivo ricevette il voto di investitura da parte del parlamento (324 voti a favore, 115 contro)<ref>{{cita news|lingua=ro|editore=9am.ro|data=22 dicembre 2008|accesso=19 febbraio 2017|titolo=Guvernul a fost investit, urmeaza depunerea juramantului la Cotroceni|url=http://www.9am.ro/stiri-revista-presei/Politica/115339/Guvernul-a-fost-investit-urmeaza-depunerea-juramantului-la-Cotroceni.html}}</ref> e prestò giuramento al presidente della repubblica<ref name="hot">{{cita news|lingua=ro|autore=M. M.|autore2=V. M.|editore=HotNews|data=22 dicembre 2008|accesso=19 febbraio 2017|titolo=Cabinetul Boc a depus juramantul de investitura. Guvernul e rezultatul unui compromis politic in interes public - Traian Basescu|url=http://www.hotnews.ro/stiri-politic-5280823-cabinetul-boc-depus-juramantul-investitura-guvernul-rezultatul-unui-compromis-politic-interes-public-traian-basescu.htm}}</ref>. Lo stesso Băsescu definì il governo Boc come «il risultato di un compromesso politico nel pubblico interesse»<ref name="hot"/>.
 
==Appoggio parlamentare e composizione==
 
Il governo Boc I fu il risultato dell'alleanza tra i due partiti più votati alle [[elezioni parlamentari in Romania del 2008]], il [[Partito Democratico Liberale (Romania)|Partito Democratico Liberale (PD-L)]] (centro-destra) e il [[Partito Social Democratico (Romania)|Partito Social Democratico (PSD)]] (centro-sinistra, che era alleato con il piccolo [[Partito Conservatore (Romania)|Partito Conservatore]])), che decisero di formare un'ampia coalizione per garantire la formazione di un governo, altrimenti impossibile.
 
Insieme la maggioranza disponeva di 229 deputati su 332 (pari al 68,9% dei seggi alla [[Camera dei deputati (Romania)|camera dei deputati della Romania]]) e di 100 senatori su 137 (pari al 72,9% dei seggi al [[Senato (Romania)|senato della Romania]]).
17 178

contributi