Differenze tra le versioni di "Annibale Caro"

→‎Opere: ortografia
(→‎Biografia: img frontespizio)
(→‎Opere: ortografia)
Le ''Lettere famigliari'', costituite da circa ottocento lettere fornirono non solo un archivio documentaristico di prim'ordine, ma anche un'importante fonte di informazioni sulla cultura [[Rinascimento|rinascimentale]]. Nelle lettere vengono trattati tematiche letterarie e religiose, di costume e avvenimenti politici e militari.
 
Dopo la sua morte venne pubblicata un'opera musicale a lui dedicata: la ''Corona della Morte'' (il cui titolo completo era ''La Corona della Morte dell'illustre Signore, il Sig. Comendator Anibal Caro'') che uscì a Venezia per i tipi di Girolamo Scotto nel 1568, venne curata da Giulio Bonagiunta da San Ginesio e fu dedicata al nobile maceratese Giovanni Ferri<ref>{{Cita libro
|curatore = Lucia fava
|titolo = Corona della morte di Annibal Caro. Poesia e musica per un letterato marchigiano del Cinquecento (Venezia 1568)