Differenze tra le versioni di "Elaborazione digitale delle immagini"

m
→‎Storia: corretto un link che portava ad una disambigua
m (→‎Storia: corretto un link che portava ad una disambigua)
 
== Storia ==
Molte delle tecniche di elaborazione digitale di immagini, o della trasformazione di immagini digitali come spesso veniva chiamata, sono state sviluppate nel 1960 presso il ''Jet Propulsion Laboratory'', il [[Massachusetts Institute of Technology]], i [[Bell Laboratories]], l'[[University of Maryland, College Park|Università del Maryland]], e altre strutture di ricerca, con applicazione a [[immagini satellitari]], [[telefoto]] di conversione standard, [[Diagnostica per immagini|immagini medicali]], [[videocitofono]], [[riconoscimento ottico dei caratteri]], e miglioramenti fotografici.<ref>{{en}} Azriel Rosenfeld, ''Picture Processing by Computer'', New York: Academic Press, 1969</ref> Il costo dell'elaborazione in quel periodo era piuttosto alto con l'apparecchiatura di elaborazione. Le cose cambiarono negli anni Settanta, quando computer più economici e hardware dedicato furono resi disponibili sul mercato. Le immagini allora potevano essere elaborate in tempo reale, per alcuni problemi dedicati come la conversione per i diversi [[standard televisivi]].
 
Negli anni 2000, grazie all'avvento di computer più veloci, l'elaborazione delle immagini digitali diventò la forma più comune di elaborazione delle immagini e, in generale, divenne il metodo più utilizzato data la sua versatilità e il basso costo.