Differenze tra le versioni di "Cocciniglia (colorante)"

miscele di coloranri
(miscele di coloranri)
Una volta ottenuta la polvere macinando il [[carapace]] degli insetti, questa viene trattata con [[acqua]] calda per [[estrazione (chimica)|estrarre]] l'[[acido carminico]].
 
La cocciniglia viene utilizzata per produrre granuna parte dei [[colorante|coloranti]] [[rosso|rossi]] utilizzati nell'[[industria alimentare]] (noto come l'[[additivi alimentari|additivo alimentare]] '''E 120''']] è un sale di alluminio dell'acido carminico) e, in misura minore, nella [[tintura]] dei [[tessuto|tessuti]].
 
Dato l'elevato costo ultimamente viene spesso sostituita da coloranti o miscele di sintesicoloranti di origine sintetica come [[azorubina|E122]] - [[Ponceau 4R|E124]] - [[indigotina|E132]] nei prodotti alimentari commerciali (obbligatoriamente elencati in etichetta come [[Additivo_alimentare#E100-E199_.28coloranti.29|additivi alimentari]] con la relativa sigla europea).
 
In alcuni soggetti può dar luogo ad [[allergie]].<ref>[http://www.farmacovigilanza.org/cosmetovigilanza/news/0903-05.asp Food and Drug Administration (FDA): revisione dell'etichetta dei prodotti cosmetici contenenti carminio commercializzati negli Stati Uniti<!-- Titolo generato automaticamente -->].</ref>
 
==Usi==
*Un [[liquore]] dal tipico colore [[cremisi]] ottenuto con la cocciniglia è l'[[alchermes]] che prende il nome dalla parola araba ''al-qirmiz''. Prima dell'avvento dei coloranti azoici i prodotti rossi di pasticceria e molte altre bevande rosse come aperitivi, bitter, vermuth e bevande gassate erano colorate con la cocciniglia.
 
== Note ==