Unione Patriottica Spagnola: differenze tra le versioni

m
sintetizzo
Nessun oggetto della modifica
m (sintetizzo)
|ideologia=[[nazionalismo]]
}}
L''''Unione Patriottica Spagnola''' (''Unión Patriótica Española'') fu un [[partito politico]] di destra monarchica in [[Spagna]] durante il regno di [[Alfonso XIII di Spagna|Alfonso XIII]] negli [[Annianni 1920|anni 20]] del [[XX secolo|novecento]].
 
==Storia==
Sorto nel [[1924]] su iniziativa di [[Miguel Primo de Rivera]] a sostegno del suo regime dittatoriale, fu un partito personalista fortemente legato al suo fondatore che ne dettò l'ideologia, basata sul rifiuto degli ideali di [[democrazia liberale]], sul disprezzo del [[sistema parlamentare]] (a suo avviso corrotto), sul [[centralismo statale]], sull'esaltazione del [[nazionalismo]] [[Spagna|spagnolo]] e la difesa della [[Chiesa cattolica|religione cattolica]]. Fu però lontano dai [[fascismo|partiti fascisti]] sorti in quegli anni in diversi stati europei sulla scia del [[Partito Nazionale Fascista]] [[Regno d'Italia (1861-1946)|italiano.]].
 
Si dissolse dopo che nel [[1930]] Primo De Rivera fu costretto alle dimissioni con la successiva morte poche settimane dopo, e i suoi membri formarono nuovi partiti di destra come [[Renovación Española]], la [[Confederazione Spagnola delle Destre Autonome|CEDA]], l'[[Unione Monarchica Nazionale]].