Gruppo elettrogeno: differenze tra le versioni

m
+immagine
(added a non-breaking space according to the SI rules using AWB)
m (+immagine)
La gamma di potenze prodotte è ampia, variando dal kVA o meno dei piccoli gruppi elettrogeni di uso casalingo, alle migliaia di kVA dei gruppi per uso industriale.
Si possono classificare 2 tipi di potenze:
[[File:La Maddalena, compendio garibaldino di Caprera (81).jpg|miniatura|destra|Un gruppo elettrogeno conservato al museo garibaldino di Caprera]]
 
* PRP: '' Prime Power'' è la potenza massima che il generatore può fornire con carico variabile e in servizio continuo secondo le condizioni ambientali e di ciclo di lavorazione stabilite dal costruttore. La potenza media in un giorno non deve superare, in genere, il 70% della PRP.
* LTP: '' Limited Time running Power'' è la potenza massima costante erogabile nelle condizioni stabilite dal costruttore per un massimo di 500 ore annue.
 
Un tipo particolare di gruppo elettrogeno senza parti in movimento, definito pertanto statico, è il [[gruppo di continuità]].
 
È caratterizzato da un sistema di [[batteria (chimica)|batterie]] tampone normalmente alimentate e caricate dalla rete elettrica, che tramite un [[inverter]] (dispositivo che trasforma corrente continua in alternata) alimentano il carico interessato.
 
[[File:Stazione Energia Parizzi GE-9-765-3.jpg|thumb|Un gruppo elettrogeno in dotazione all'[[Esercito Italiano]].]]
I gruppo elettrogeni possono lavorare in servizio continuo o in emergenza, a seconda dell'utilizzo (a servizio continuo è il gruppo da [[cantiere]], a servizio in emergenza è il gruppo per lle [[sala operatoria|sale operatorie]], utilizzato in caso di mancanza di corrente di rete).
 
Per i gruppi elettrogeni di potenza superiore a 200 kW la Legge italiana prevede alcuni obblighi:
 
* per tutti, registrazione, nel manuale di Manutenzionemanutenzione, delle attività manutentive sull'Impianto (generatore, motore, cisterna combustibile);
* per potenze superiori a 700 kW anche possesso del [[Certificatocertificato di Prevenzioneprevenzione Incendiincendi]] (CPI) emesso dai Vigilivigili del Fuocofuoco; questi gruppi dovranno essere installati in conformità ai disposti del Decretodecreto del Ministero dell'Internointerno 22/10/07 e dal 2011 del DM 13/07/2011 ''Approvazione della regola tecnica di prevenzione incendi per la installazione di motori a combustione interna accoppiati a macchina generatrice elettrica o ad altra macchina operatrice e di unità di cogenerazione a servizio di attività civili, industriali, agricole, artigianali, commerciali e di servizi''
L'attività antincendio era la 64 dell'allegato al DM 16.02.1982 fino a novembre 2011. Nel DPR n. 151/01 risulta al numero 49 (cat. A da 25 a 350 kW, cat. B da oltre 350 a 700 kW, cat. C oltre 700 kW)[[File:Stazione Energia Parizzi GE-9-765-3.jpg|thumb|Un gruppo elettrogeno in dotazione all'[[Esercito Italiano]].]]
* se il gruppo di potenza superiore a 200 kW è in servizio di emergenza (cioè in soccorso alla rete elettrica pubblica) è prescritto (ai sensi del D.Lgs. 26/10/1995 n.504 e successive modificazioni) il possesso di licenza fiscale di esercizio per la corresponsione dei tributi gravanti sull'energia elettrica (accisa e addizionale), da richiedere all'Ufficio delle Dogane competente per territorio (l'esercizio di gruppi elettrogeni di potenza inferiore o uguale a 200 kW è libero).